Il Wef Inizia Oggi…

Il Wef inizia oggi e i servizi escort argoviesi sono molto richiesti durante questa settimana. Il nostro mondo è in queste mani!
A Davos si discutono (e approvano) i piani futuri per come schiavizzare meglio i popoli, mentre loro… prenotano escort per sé e per i propri dipendenti…
Da oggi, rappresentanti di alto livello della politica, dell’economia e della società si recheranno a Davos per il World Economic Forum (Wef). Per cinque giorni si svolgeranno discussioni, incontri e riunioni bilaterali. Ma non solo… secondo il “centro erotico Villa-Velvet” di Oftringen AG, i servizi di escort sono particolarmente richiesti durante la settimana del WEF…

Vai all’articolo

Draghi “Ultimo Atto”: Piano Lgbt+, Incentivi per chi Assume Transgender

È uno degli ultimi atti del governo Draghi: la strategia nazionale Lgbt+. Il premier uscente ci teneva.
La ministra delle Pari opportunità, Elena Bonetti, è riuscita a inserire il piano agli sgoccioli del mandato, nel Consiglio dei ministri dell’altro ieri. Irritando Fratelli d’Italia che, con Isabella Rauti, giudica la mossa “grave” e con Eugenia Roccella già avverte: “Ricominceremo da capo”.
Il pacchetto varato dal Cdm è corposo. Non è solo la somma di considerazioni lasche, in scia alle indicazioni arrivate dall’Unione europea. Si entra nei dettagli. C’è un elenco di azioni da intraprendere nel prossimo triennio. Un atto “vincolante”, mette in chiaro Bonetti, anche per il nuovo esecutivo.
Qualche esempio: la strategia prevede congedi parentali per i genitori same sex, incentivi alle aziende che assumono persone “transgender”…

Vai all’articolo

Putin: “il WEF di Klaus Schwab sta cercando di inaugurare un Nuovo Ordine Mondiale”

di Sean Adl-Tabatabai
Il presidente russo Vladimir Putin ha avvertito che il World Economic Forum (WEF) sta cercando di inaugurare un “Nuovo Ordine Mondiale” per l’umanità, piantando agenti in posti di governo di alto livello in tutto il mondo.
In un editoriale della giornalista Rachel Marsden, pubblicato da Rt, i media statali russi hanno chiesto che si faccia più luce sull’agenda del WEF e su chi gestisce segretamente il mondo. Rt.com riporta: “Quando il deputato canadese Colin Carrie del Partito conservatore, ha chiesto al governo del primo ministro Justin Trudeau quanti ministri canadesi fossero effettivamente ‘d’accordo con l’agenda del World Economic Forum’, e che i canadesi che rappresenta meritavano una risposta onesta piuttosto che accuse di diffondere ‘disinformazione’, come ha fatto il deputato di sinistra dell’NDP Charlie Angus, la sua connessione in videoconferenza è stata interrotta”

Vai all’articolo