Contro Green Pass “abietto” sindacati di Polizia, Finanza e Militari. Atto Congiunto tra Rappresentanti di Forze dell’Ordine e Forze Armate

Green Pass: “Una misura abietta, mortificante, discriminante e surrettizia che si prepone come obiettivo dichiarato quello di forzare l’adesione vaccinale, facendo leva sul diritto al lavoro e sulle libertà inviolabili dell’uomo”.
In alcuni miei articoli precedenti avevo sollevato dei dubbi sulla riuscita di questo regime autoritario e violento in atto nel nostro paese, tendente ad annullare la Costituzione e le leggi primarie rinforzate (regolamenti comunitari – UE), per proseguire a suon di decreti legge dispotici e distopici che sono contrari agli interessi del popolo e della nazione, ma funzionali all’élite finanziaria dominante, rappresentata a livello esecutivo da quest’oligarchia politico burocratica che ci governa e che non è eletta dal popolo e non lo rappresenta.
Tra i dubbi che ponevo vi era quello inerente la posizione che avrebbero assunto le Forze dell’Ordine e le Forze Armate, si sarebbero schierate per difendere la Costituzione sulla quale hanno giurato fedeltà e di conseguenza il popolo italiano, o si sarebbero asservite agli interessi oligarchici liberticidi? Questo presa di posizione costituisce una prima inequivocabile risposta.
Introduzione di Claudio Martinotti Doria…

Vai all’articolo

Cosa nasconde il Passaporto Covid

Ci riesce difficile comprendere come gran parte dell’umanità abbia delegato la propria vita e libertà in mano a dei carnefici.
Ecco come il Green Pass vi salva la Vita… Liu Hu è un giornalista cinese. Come tutti i suoi concittadini, non può muoversi senza il suo codice QR. Per diversi anni, questo strumento gli è stato indispensabile per fare shopping, andare in ufficio, andare al ristorante, al cinema, muoversi in città, viaggiare…
Nel 2017 Liu Hu ha fatto l’imperdonabile: in un articolo ha denunciato la corruzione all’interno del governo. Questo gli è costato una condanna e una multa. Ma non è tutto…

Vai all’articolo

Obbligo Vaccinale, Sinagra avverte Draghi: “Lei è destinato a fallire”

Prof. Augusto Sinagra
Sappia il noto bankman che l‘azione sua e del suo governo, fatta di continuo terrorismo mediatico tramite giornalisti tanto ignoranti e disonesti quanto pagati, di falsificazioni, di sfacciate e invereconde menzogne, oltre che di provvedimenti legislativi a contenuto ricattatorio, adottati con l’asservimento di un parlamento privo di opposizione, non sortirà gli inconfessabili risultati voluti.
Non basteranno i “giuristi” del principe ad accreditare la continuazione del pretesto di una emergenza epidemica asserita e supposta. Un agente patogeno meno grave di tanti altri viene usato come strumento di governo. Lei, egregio bankman, potrà adottare provvedimenti legislativi ancor più liberticidi. Potrà violare ancora la Costituzione e le leggi dello Stato, e anche i Regolamenti della Unione europea (che ora ovviamente tace dinanzi a tali sfacciate violazioni), ma non riuscirà mai a corrompere l’anima di milioni di Italiani e a far loro piegare la schiena. Anche in un deserto di macerie morali e materiali, li troverà sempre in piedi…

Vai all’articolo

Vaccino Obbligatorio non prima del 2023, quando finirà la Sperimentazione, ecco perché imposizione Green pass

Mario Draghi dovrà aspettare almeno il 2023 per inserire il vaccino obbligatorio nella strategia di contrasto al Covid. A rivelarlo è il Giornale, che ha interpellato una fonte di alto livello dell’Ema, che ora “rischia” di boicottare i piani del Governo italiano.
“L’agenzia darà il via libera all’autorizzazione al commercio completo dei vaccini Pfizer e Moderna, come se fossero dei normali farmaci, tra un paio d’anni”, scrive Il Tempo. Il motivo? È tutto scritto nero su bianco nell’accordo tra le case farmaceutiche e l’Unione Europea: le aziende produttrici hanno concordato questi tempi lunghi per concludere la sperimentazione clinica del vaccino.
Pfizer si è impegnata a concludere lo studio di fase 3 tra 28 mesi circa, mentre per Moderna se ne riparla a dicembre 2022. La stessa Pfizer conferma l’indiscrezione: “Siccome lo studio di fase tre prevede il follow up dei partecipati per due anni, per la sua chiusura si parla del 2023”

Vai all’articolo

Vogliono Vaccinare i Senzatetto: no Green Pass, no Mensa!

Il Green Pass non mette a repentaglio il sostentamento dei soli lavoratori. Esso crea un problema enorme anche a chi il lavoro non ce l’ha.
Dall’entrata in vigore del lasciapassare sanitario lo scorso 6 agosto, per entrare alle mense per i poveri è necessario essere in possesso del marchio verde.
Alcune province “virtuose” si sono già mosse, approntando un piano di vaccinazione del bisognoso, in cui l’adesione al programma dà diritto di accedere a mense e rifugi come prima. Se invece non si aderisce al piano, le modalità cambiano, anche se non siamo riusciti a capire come…

Vai all’articolo

Stanno boicottando i Tamponi Salivari perché inficerebbero lo scopo del Green Pass…

di Claudio Martinotti Doria
Prima hanno soppresso le cure domiciliari, ora stanno impedendo l’uso dei tamponi salivari perché inficerebbero lo scopo del Green Pass.
Prima hanno soppresso le cure domiciliari e perseguitato e boicottato i medici che le praticavano, perché dovevano far autorizzare e inoculare i vaccini genici alla popolazione (uccidendo in tal modo svariate decine di migliaia di persone che si potevano salvare), favorendo in tal modo il business di Big Pharma e, contemporaneamente incrementando il potere dispotico di cui dispongono, grazie alla paura sociale artificialmente indotta da una pseudo-pandemia e da un virus creato in laboratorio.
Ora con lo stessa metodologia stanno impedendo l’uso dei tamponi salivari, che sono molto meno invasivi e costosi dei nasali, perché se si diffondessero non funzionerebbe più il ricatto del Green Pass…

Vai all’articolo

È Giunta l’ora di Muovere il Culo!

di Giulio Milani
Il 21 agosto il Cts ha chiesto al governo l’introduzione dell’obbligo vaccinale, anche se sarebbe più opportuno dire che il governo, tramite il Cts da lui stesso nominato, ha chiesto a se stesso di introdurre l’obbligo.
Oltretutto è arrivata l’approvazione (o presunta tale… ma in fondo non importa…) in via definitiva della FDA americana per Pfizer e Moderna, ossia il governo americano, attraverso il suo ente di certificazione, ha superato l’autorizzazione in emergenza. Così si crea una “verità ufficiale”.
Ma il punto non è questo, il punto è l’escalation a cui stiamo assistendo. In neanche due settimane, mentre ancora combattiamo contro il Green Pass – introdotto il 6 agosto – già si annuncia l’arma successiva: l’obbligo…

Vai all’articolo

La Tirannia è servita!

di Saura Plesio (Nessie)
Quelle che una volta venivano liquidate come “teorie della cospirazione”, sono diventate realtà. La possibilità di eventuali arresti di massa da parte di sedicenti governi democratici è un’orrenda distopia non lontana dalla realtà… e nessuno muove un dito per impedirla.
Mercoledi 11 agosto La Verità ospitava un articolo di Gianfranco Amato dal titolo “Senza dissenso la tirannia è servita”. Un articolo non lungo, di malapena 5 colonnine che sintetizzava bene come magistratura, sindacati e intellettuali se ne stiano tutti silenti davanti alle libertà violate. Non pare si siano levate grida manzoniane di fronte all’obbligo degli operatori sanitari a sottoporsi al vaccino, facendo da cavie. Se la cavano molto male anche quelle categorie lavoratrici un tempo “protette” dalla Trimurti, come operai metalmeccanici…

Vai all’articolo

Dai Giuristi arriva un secco “No” al Green Pass ed al Regime Sanitario! Per Draghi e Speranza è arrivata la Fine?

Il mondo dei giuristi in Italia è ancora dalla parte della Costituzione, del Popolo e in generale per la legalità.

Una costante che nella pandemia non è mai mancata, come dimostrato dai ripetuti accoglimenti dei ricorsi contro le sanzioni elevate sulla base di decreti e decretini dichiarati quasi sempre illegittimi. E ieri è arrivata un’altra conferma.

In un documento pubblicato su di una rivista di settore, è stata espressa la posizione sul green pass e le altre misure del regime sanitario da parte dell’Osservatorio Permanente sulla legalità costituzionale.

Il green pass esprime una violazione del dettato costituzionale voluta da un governo appiattito sulla logica emergenziale e realizzata attraverso un potere di polizia diffuso. Secondo il citato documento, il decreto…

Vai all’articolo

Luc Montagnier: “Questa è una Dittatura Sanitaria”

di Alessandra Nucci
ll Premio Nobel scopritore del virus dell’Aids arriva in Italia: “Ci troviamo in una dittatura sanitaria, non più in democrazia. Questi vaccini non sono dei veri vaccini, ma un montaggio complicato di biologia molecolare che è in grado di essere un veleno.
È un orrore costringere le persone, adesso i bambini, a farsi inoculare questo preparato molecolare. Rinnovo l’appello ai medici perché prescrivano le cure che funzionano. Il Green Pass? È un affare di marketing. Noi complottisti? No: sono loro a complottare!”.
Luc Montagnier, Premio Nobelper la Medicina 1983, ha l’aria fra il divertito e il gentile, di chi le battaglie di principio è abituato a farle senza scomporsi. Il più noto delle ormai migliaia di medici e scienziati di tutto il mondo riuniti in associazioni a contrastare la vulgata a senso unico trasmessa dai principali media riguardante le vaccinazioni…

Vai all’articolo

Green Pass bocciato in Spagna: dopo Andalusia e Cantabria arriva il no della Galizia!

La Spagna boccia il Green Pass.
Ieri l’ultimo tribunale locale, quello della Galizia, dopo gli altri giudici delle varie comunità autonome, ha dichiarato non valido il requisito di possesso del green pass covid per poter accedere a bar, ristoranti e locali notturni. La Galizia era l’ultima regione della Spagna in cui la misura era ancora considerata vigente.
Lo ha reso noto il tribunale regionale galiziano, la sede giudiziaria responsabile della decisione. Con questa sentenza, l’obbligo del green pass rimane escluso in tutte le regioni della Spagna, dopo le precedenti decisioni negative dei tribunali di altri territori come l’Andalusia e la Cantabria, in cui i governi regionali avevano tentato di applicare l’obbligo…

Vai all’articolo

La libertà “condizionata” non è Libertà!

Sono nato libero e me ne andrò libero… Sono disposto a…
Sono disposto a rinunciare a vedere spettacoli, anche artisti per i quali nutro una grande ammirazione. Sono pronto a non andare in ristoranti, caffè o bar.
Sono pronto a rinunciare a viaggiare, anche se è una cosa che mi piace molto. Sono pronto a rinunciare allo shopping nei centri commerciali.
Non mi arrenderò al ricatto del Green pass. La libertà sotto condizione non è libertà. I miei valori e le mie convinzioni non sono in vendita né commerciabili…

Vai all’articolo

Assist europeo a chi rifiuta l’Obbligo di Vaccino

di Redazione ilgiornale.it
L’Europa boccia l’obbligo del vaccino. E quindi di fatto indebolisce la legittimità del Green Pass.
Bruxelles va spesso controcorrente: mentre la Germania parte con la terza dose per i fragili, l’Ema la sconsiglia. E mentre Italia e Francia introducono l’obbligo del certificato verde per avere accesso a molte attività, la Ue vara un regolamento che di fatto considera illegittimo imporre regimi diversi per chi è vaccinato da chi non lo è.
“È necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate, per esempio, per motivi medici, perché non rientrano nel gruppo di destinatari per cui il vaccino anti Covid19 è attualmente somministrato o consentito, come i bambini, o perché non hanno ancora avuto l’opportunità di essere vaccinate o hanno scelto di non essere vaccinate

Vai all’articolo

Apartheid all’italiana

di Riccardo Pizzirani
E così, nell’inerzia e nell’apatia, tra un europeo di calcio ed un oro alle olimpiadi, da oggi entra in vigore in Italia la Segregazione: il disperato tentativo del Governo di BCE e Big Pharma di estorcere il libero consenso vaccinale, tramite il ricatto e le privazioni.
La norma è molto semplice: per tutti i cittadini che non hanno voluto dotarsi di lasciapassare governativo rimarranno fissi tutti i doveri, ma caleranno fortemente i diritti. A costoro:
– Sarà proibito l’accesso ai ristoranti al chiuso.
– Sarà proibito visitare i propri parenti in ospedale.
– Sarà proibito l’accesso agli spettacoli all’aperto, agli eventi sportivi, a sagre, fiere, convegni e congressi.
– Sarà proibito l’accesso a musei, mostre e biblioteche.
– Sarà proibito l’accesso a piscine, palestre e centri benessere al chiuso, a centri termali, parchi tematici e di divertimento.
– Sarà proibito l’accesso a centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso, a sale gioco, sale scommesse, e casinò.
– Sarà proibita la partecipazione a concorsi pubblici.
E poi, da settembre, sarà proibito salire su treni, navi ed aerei. E ai professori universitari che non piegheranno la testa, dopo 5 giorni di trasgressione sarà loro negato lo stipendio.
Questa mossa dell’esecutivo genera due importanti riflessioni:…

Vai all’articolo

Ci hanno Confuso e Diviso ma non siamo del tutto Disarmati e impreparati a Reagire…

di Claudio Martinotti Doria
“Loro” sono solo dei parassiti e se voi smetterete di nutrirli e sostenerli si daranno alla fuga. I deboli sono loro, non voi. Non svendete la vostra libertà e dignità per un piatto di lenticchie e per false lusinghe.
La situazione assurda e allucinante che stiamo vivendo e che nessuno fino a pochi mesi fa avrebbe mai potuto prevedere, mi rammenta quei film americani (che definisco americanate, e credo di non essere il solo) che per nascondere l’assenza d’idee valide e creatività, di trame elaborate e intelligenti, di capacità narrative, ecc. ricorrono a frequenti colpi di scena e scene d’azione dai ritmi frenetici, abusando degli effetti digitali (CGI) per rendere impossibile al pubblico cogliere ogni particolare della dinamica, stordendolo con un vortice di spettacolarizzazione, a scapito ovviamente di qualsiasi realismo e congruità.
Questi film americani apparentemente realizzati molto bene, professionalmente impeccabili dal punto di vista tecnico e della confezione dello spettacolo, sono penosi come contenuti, non comunicano nulla a livello intellettuale ed emotivo. Sono solo armi di distrazione di massa e denotano una certa “debolezza” di valore…

Vai all’articolo

Con il “Green Pass” muore lo Stato di diritto

di Tommaso Alessandro De Filippo
Dal prossimo 5 agosto subiremo un vertiginoso cambiamento (in peggio) delle nostre vite, data l’entrata in vigore del “green pass”.
Strumento controverso, su cui si è ampiamente discusso all’interno dell’agorà politica e mediatica, essendo un metodo fortemente lesivo delle libertà personali. Infatti, più che menzionare le modalità introdotte dall’esecutivo per poter condurre una vita sociale effettiva, è doveroso denunciare la discriminazione che esso comporterà.
Il Green Pass non è una misura di Salute “pubblica”
In primis, il green pass non ha garanzie d’efficacia (contro che cosa poi… – ndr). Anzi, anche in numerose nazioni Ue misure simili non sono prese in considerazione. Inoltre, è necessario concentrarsi sulla tutela dello Stato di diritto e della libertà di scelta che andrebbe salvaguardata…

Vai all’articolo

“La Guardia Repubblicana non protegge più Macron!”, dice una Deputata

La Guardia Repubblicana è l’unità militare addetta alla protezione personale del presidente francese. S’è sparsa la voce che abbia dato le dimissioni in massa. Ma è vero?
La fonte della notizia è una deputata di République En Marche (il partito di Macron), Martine Wonner. “È pazza?” si domanda il blog Wikistrike, informando che di fatto si è dimesso solo Antoine Langagne, il capo della banda musicale (!) della Garde Républicaine.
Non abbiamo fonti indipendenti che confermino o smentiscano. Ma se non è vero, è un sintomo del clima in cui vivono Macron e i macroniani. Nel terrore di trovarsi senza protezione dei pretoriani, ma tuttavia non rinunciano ad indurire le norme del GreenPass: Il Senato francese, ha infatti approvato il #PassSanitaire con 199 voti contro 123…

Vai all’articolo

La Campagna Vaccinale si sta fermando?

di Massimo Mazzucco
La grande campagna vaccinale nel mondo sembra di colpo essersi arrestata.
Partita con gran fanfara nel gennaio di quest’anno, sembrava che in pochi mesi il magico vaccino avrebbe liberato l’umanità dalla maledizione del Covid, e avrebbe riportato tutto alla normalità.
Invece la campagna vaccinale ha subito un primo, duro contraccolpo in primavera, quando i gravi effetti avversi causati da AstraZeneca (e non soltanto) sono diventati di pubblico dominio. Per la prima volta, milioni di persone che riponevano una fiducia cieca della vaccinazione hanno cominciato ad avere dei dubbi. Ma il contraccolpo è stato presto riassorbito, poiché le agenzie del farmaco, ben supportate dai media a voce unificata, sono riuscite a far passare il nuovo slogan “i benefici superano i rischi”. E così la maggior parte della popolazione si è convinta comunque a proseguire…

Vai all’articolo

Green Pass come Arma per abbattere la Dittatura mondialistico-sanitaria

di Massimo Viglione
Il Green Pass (o diavolerie similari) sarebbe in realtà un’arma formidabile per iniziare ad abbattere la dittatura mondialistico-sanitaria…
Infatti, se tutti cominciassimo a non andare più da nessuna parte, a non comprare più nulla eccetto il mangiare, a non viaggiare all’estero, a non andare negli hotel e nei ristoranti, nel giro di poche settimane, forse di pochi giorni, l’intero sistema economico crollerebbe, e tutti coloro che vivono di commercio sarebbero costretti a insorgere contro il governo e le leggi affamatrici. Sarebbero costretti, volenti o meno, a rifiutare la schiavitù del Green Pass. Si tornerebbe immediatamente alla libertà.
Il problema, però, è che la stragrande maggioranza delle masse correrà a farsi il vaccino…

Vai all’articolo

Variante “Delta”, la circolare del Ministero della Salute: Ipotesi prime Chiusure dall’inizio di Agosto

Dopo aver pascolato per qualche settimana… si ritorna in stalla! I pastori hanno deciso e il gregge impaurito obbedirà anche stavolta…
La variante Delta fa paura (ce la stiamo facendo addosso…). In Italia come in tutta Europa, il coronavirus non molla. Tanto che anche se nessuno lo conferma ufficialmente, già si ragiona sul ritorno in alcune regioni alla zona gialla. Un pessimo auspicio, insomma. Un passo indietro anche rispetto alla scorsa estate.
Ed in questo contesto, ecco filtrare una circolare del ministero della Salute, il cui messaggio è chiarissimo: bisogna accelerare su vaccino e tracciamento dei contagi, altrimenti la famigerata variante Delta è destinata a salire al 70% delle infezioni già in agosto, per arrivare poi al 90% entro la fine del mese. Nella stessa circolare, inoltre, viene dato per scontato, nel caso si realizzi lo scenario, che aumentino anche ricoveri e decessi. Per arrivare poi alle prime chiusure, dall’inizio di agosto…

Vai all’articolo

Green Pass vaccinale per ristoranti e trasporti. La linea francese piace a Figliuolo

di Agata Iacono
Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha annunciato a reti unificate alla Francia l’estensione del pass sanitario da agosto, ai caffé, ai ristoranti, ai centri commerciali, agli aerei, ai treni, ai pullman di lunga percorrenza, e alle strutture mediche.
“La vaccinazione di tutti i francesi è l’unica via per un ritorno alla normalità – ha detto Macron nel suo messaggio di ieri sera – e per bloccare l’avanzata del coronavirus legata alla variante Delta”. Lo riporta il Sole 24 ore.
Già il parlamento francese aveva bocciato il passaporto sanitario, (nel resto d’Europa denominato green pass), con una votazione che fece scalpore, ma in piena notte furono richiamati tutti i parlamentari per ripetere la votazione, con esito opposto.
“Al momento in cui vi parlo, c’è una forte ripresa dell’epidemia legata al coronavirus che riguarda tutte le nostre regioni”, ha detto Macron, paventando un aumento dei ricoveri ad agosto e confermando l’obbligo vaccinale per tutto il personale sanitario, da espletare entro il 15 settembre…

Vai all’articolo

“Passaporto Vaccinale”, Ryanair dice no: “Sui nostri Voli non sarà richiesto”

di Ilaria Paoletti
L’idea del “Green Pass”, il passaporto vaccinale, per  poter viaggiare non piace alla “Ryanair” che mette le cose in chiaro: “Per viaggiare con noi non sarà richiesto”.
Green pass… no di Ryanair: “Non serve”. “Sui voli Ryanair non sarà richiesto un passaporto vaccinale, perché riteniamo che sotto il libero movimento che è garantito in Europa non dovrebbero esserci questi limiti”, spiega il direttore commerciale di Ryanair, Jason Mc Guinness, a proposito del progetto Ue “green pass”.
Non solo, il manager ha ribadito, durante la conferenza stampa di presentazione delle nuove rotte per l’estate dagli scali pugliesi di Bari e Brindisi, la scelta di occupare tutti i posti sui voli, poiché la sicurezza sarà garantita ai passeggeri “che indosseranno la mascherina come da disposizioni” in “aeromobili che hanno filtri che garantiscono ogni 3 minuti il ricambio dell’aria, con una qualità paragonabile a una sala operatoria”

Vai all’articolo

La Differenza tra il Regime di Conte e il Regime di Draghi è solo una…

di Cesare Sacchetti
Il regime di Draghi, persino peggiore di quello di Conte, sta portando a termine la seconda parte del piano: l’introduzione del Pass paccinale, chiamando la nuova schiavitù “libertà”.
L’anno scorso Conte, dopo aver fatto fallire migliaia di imprese, autorizzò le riaperture ma solamente per il fatto che era stato deciso di abbassare la manopola della falsa emergenza sanitaria. La manopola poi è stata rialzata ad ottobre del 2020 attraverso nuove chiusure e la comparsa delle varianti immaginarie.
Il regime di Draghi sta seguendo lo stesso identico copione con una differenza. Le cosiddette “riaperture” e gli spostamenti vengono condizionati dall’avere il “pass verde”, che non è altro che un pass vaccinale. In alcune zone d’Italia, Bolzano ad esempio, questo pass viene richiesto persino per entrare al ristorante…

Vai all’articolo

Il Governatore della Florida fa causa al CDC!

Prendiamo esempio dal patriota DeSantis. Potremmo portare questa idea anche in Italia.
DeSantis ha intentato una causa contro il Centers for Disease Control presso il tribunale federale, che mira a ritenere il CDC responsabile per aver inflitto danni economici alle imprese della Florida con misure di blocco draconiane.
Hai capito? DeSantis ritiene l’imposizione delle restrizioni anti-Covid-19 illegali, un danno all’economia delle aziende del suo Stato. Quando divevamo che la Costituzione italiana non permette allo Stato di chiudere delle attività private, non stavamo mentendo. Lo Stato non ha alcun potere per limitare la libertà di impresa, nemmeno in caso di emergenza pandemica. Non può limitare la libertà di impresa, non può limitare la libertà di circolazione. Qualcuno prima o poi, per queste decisioni, sarà severamente punito…

Vai all’articolo