Difficile Dimenticare e Perdonare…

di WI
Nonostante molte cose paiono essere tornate alla “normalità”, è molto difficile dimenticare e perdonare.
Nella quotidianità ci ritroviamo spesso seduti nello stesso tavolo con persone che fino a qualche mese fa avallavano i provvedimenti criminali e ricattatori del governo. Così accade che mentre si discute di argomenti di vario genere, nello stomaco ribolle sempre quell’amarezza, quella voglia di rivalsa, quel sentimento che vorrebbe esplodere per far notare a costoro la vigliaccheria e l’imbarazzante codardia che li caratterizza.
Se capita di finire sulla tematica “pandemica”, spesso i nostri docili “amici” liquidano il tutto con il fatto di essere stati ricattati sul lavoro e ci tengono a sottolineare che non erano d’accordo con certe forzature ma erano “le regole”…

Vai all’articolo

Obbligo vaccinale: Governo vuole Prorogare il Termine per la Riscossione delle Sanzioni

di Bianca Laura Granato
“Non ti vaccini, non ti ammali, non muori, ti multo! Se la multa è in scadenza allungo la durata della sanzione!”
In questi giorni le commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera dei Deputati stanno esaminando il cosiddetto Decreto aiuti (Ddl A. C. 3614 – Governo – DL 50/2022 ), emanato il 16 maggio 2022. Naturalmente non poteva mancare un emendamento dei relatori ultroneo (estraneo per materia) al provvedimento che riguarda le sanzioni per gli over 50 che non hanno rispettato gli obblighi vaccinali.
A meno che non intendano la vaccinazione un “aiuto” a lasciare al più presto il mondo infame che stanno costruendo per noi…
Ricordiamo che il ciclo primario per gli over 50 doveva essere espletato entro il 1 febbraio, altrimenti entro 180 giorni, ovvero entro il 1 agosto, sarebbe stata irrogata una sanzione di 100 euro. Evidentemente il termine era troppo breve per la nostra pubblica amministrazione e per beccare anche i renitenti al veleno che si sono nel frattempo ammalati, e quindi per completare l’opera infame hanno pensato bene di concedersi una proroga per maggiore agio di riscossione…

Vai all’articolo

Canada: La prima Provincia si muove per porre Fine alle Restrizioni… Effetto Freedom Convoy?

di David Giles
Gli ordini di sanità pubblica per mitigare la diffusione del COVID-19 stanno volgendo al termine nel Saskatchewan.
Il premier Scott Moe ha dichiarato che l’obbligo di fornire la prova della vaccinazione o un test COVID-19 negativo per aziende, luoghi di lavoro e altri luoghi pubblici terminerà il 14 febbraio. L’ordine di sanità pubblica che richiede l’uso di mascherine negli spazi pubblici interni rimarrà in vigore fino alla fine di febbraio.
“La prova della vaccinazione è stata una politica efficace, ma la sua efficacia ha fatto il suo corso”, ha dichiarato Moe martedì. “I benefici non superano più i costi. È tempo di sanare le divisioni create dalla vaccinazione nelle nostre famiglie, nelle nostre comunità e nella nostra provincia. È tempo che la prova dei requisiti di vaccinazione finisca”

Vai all’articolo

I Vaccini sono la Malattia: tutta Israele in Ospedale con la Quarta Dose!

di ilsimplicissimus
Israele, il Paese guida delle vaccinazioni, adesso ha gli ospedali sovraccarichi come non mai…
Quello che è stato il Paese guida delle vaccinazioni, quello che ha fatto le due prime dosi a tempo di record, poi visto che i contagi continuavano, è passato in maniera massiccia alla terza dose e poi alla quarta, visto che il booster era insufficiente: adesso ha gli ospedali sovraccarichi come non mai, nonostante la variante omicron sia assolutamente mite; e dal momento che medici e infermieri sono essi stessi contagiati, i pazienti sono abbandonati a sé stessi.
A questo punto le chiacchiere stanno a zero e un fenomeno simile non può essere spiegato se non con l’ipotesi più volte formulata che la vaccinazione stessa, assolutamente inutile contro le varianti anche ammesso che fosse utile con il virus originario (mai isolato peraltro… -ndr), deprime il sistema immunitario…

Vai all’articolo

Il Grande Maligno

di Saura Plesio (Nessie)
C’è una situazione geopolitica  molto fluida per il mondo. Una situazione che crea grandi aspettative e lascia sperare che il mondo venga a patti col Covid convivendoci. Si tratta delle cosiddetta “endemia”. Riassumiamo in che modo. La prima notizia giunge dagli Stati Uniti. La Corte Suprema ha abolito l’obbligo vaccinale  che avrebbe voluto Biden nelle grandi aziende. In buona sostanza, nessuna società può pretendere che i suoi dipendenti si facciano inoculare.  E nemmeno che i lavoratori si sottopongano a test. Notizia non ben rilanciata dai nostri servi pennivendoli che hanno fatto acrobazie per mimetizzarla con l’eccezione di pochi (la solita Verità e pure il Fatto).
Poi c’è l’affare Fauci, messo alle strette dai militari. Poi c’è l’affare Fauci, messo alle strette dai militari. E anche qui le notizie filtrano col contagocce, tra conferme e smentite…

Vai all’articolo

In diverse Città italiane i Cittadini sono in fila per Denunciare Draghi

di Raffaele De Luca
In questi giorni in diverse zone d’Italia i cittadini si stanno recando presso le Procure della Repubblica o in alternativa presso le caserme delle Forze dell’Ordine con il fine di denunciare il governo Draghi, accusato del reato di violenza privata.
Si tratta di un’iniziativa messa a punto dall’avvocato Marco Mori che, assieme al partito Italexit, ha messo a disposizione dei cittadini italiani un atto di denuncia precompilato che ognuno può facilmente scaricare e – dopo aver ovviamente inserito i relativi dati personali e la firma – consegnare.
Così, in diverse città gli italiani hanno aderito all’iniziativa. Tra queste c’è quella di Bologna, dove i cittadini – documento “unificato” alla mano – si sono recentemente messi in coda per sporgere denuncia nei confronti del Presidente del Consiglio Mario Draghi e dei ministri del suo governo, ma non solo. Anche a Como alcune persone hanno deciso di denunciare l’esecutivo…

Vai all’articolo