Torna la Leva Obbligatoria?

di Alessandro Cipolla

Tornare alla leva obbligatoria (di 6 mesi): ecco la legge voluta da Salvini.

Matteo Salvini ha annunciato che la Lega sta per presentare in Parlamento un progetto di legge per reintrodurre la leva obbligatoria per tutti in Italia che sarà di 6 mesi.

Matteo Salvini e la leva obbligatoria… ci risiamo. Negli ultimi anni – molti dei quali passati al governo – il ministro ogni tanto è tornato sull’argomento del servizio militare rimpiangendo i vecchi tempi della naja per tutti gli uomini.

Questa volta però Salvini sembrerebbe volere fare sul serio, tanto da annunciare durante un’adunata degli Alpini a Vicenza che la Lega presto presenterà in Parlamento un progetto di legge per una sorta di ritorno della leva obbligatoria.

In Italia la leva obbligatoria è stata abolita a partire dal primo gennaio 2005: prima di allora ogni ragazzo al compimento dei 18 anni riceveva la famosa cartolina; adesso invece avviene tutto per base volontaria sia per gli uomini sia per le donne.

Alla base del testo della Lega però non ci sarebbe una necessità di rinfoltire le fila dell’Esercito – magari in virtù dei venti di guerra che spirano in Europa – ma un fine quasi educativo visto che Salvini ha parlato di un “grande progetto di educazione civica “.

L’idea sarebbe quella di una leva universale: 6 mesi obbligatori per ragazzi e ragazze, ma non si tratterebbe di imbracciare le armi visto che i giovani passerebbero questo tempo a servizio della comunità.

Questo progetto però non sembrerebbe piacere a tutti all’interno del governo, con Guido Crosetto che ha criticato duramente la mossa di Matteo Salvini: il ministro della Difesa si vocifera poi che non abbia gradito particolarmente la decisione della Lega di candidare alle elezioni europee il generale Roberto Vannacci.

La Nuova Leva Obbligatoria in Italia

Con la guerra in Ucraina che rischia di allargarsi al resto dell’Europa, diversi Paesi del Vecchio Continente di recente hanno deciso di rivedere i propri meccanismi relativi al servizio militare, il tutto per aumentare le fila dei rispettivi eserciti.

In Italia il ministro Guido Crosetto ha espresso la necessità di creare un corpo di 10.000 riservisti da utilizzare in caso di necessità, mentre il titolare del dicastero della Difesa nelle scorse ore si è scagliato contro la proposta fatta da Matteo Salvini su questa sorta di nuova leva obbligatoria.

Le forze armate non possono essere pensate come un luogo per educare i giovani, cosa che deve essere fatta dalla famiglia e dalla scuola – ha spiegato Crosetto. Le forze armate servono per fare professionisti, che difendono le istituzioni e la pace. Il servizio civile universale non è una cosa che riguarda le forze armate.

Nel dettaglio la proposta di legge della Lega sulla leva obbligatoria si dovrebbe snodare su base regionale, diventando obbligatoria per ragazzi e ragazze e dalla durata di sei mesi.

È una grande forma di educazione civica – ha aggiunto Salvini – con persone che si possono dedicare al salvataggio, alla protezione civile, al pronto soccorso, alla protezione dei boschi da svolgere vicino a casa“.

Ci sarà la possibilità di essere esonerati da questa leva universale? I ragazzi verranno pagati? Ci sono le coperture economiche per un progetto del genere? Tutte domande al momento senza risposta, ma ne sapremo di più quando la Lega presenterà in Parlamento il testo annunciato dal suo segretario.

Il sentore è che Salvini più che riportare in qualche modo in auge la leva obbligatoria voglia soltanto guadagnare qualche voto in più in vista delle elezioni europee, continuando così a cavalcare quell’onda inaugurata con la candidatura del generale Vannacci.

Articolo di Alessandro Cipolla

Fonte: https://www.money.it/torna-leva-obbligatoria-6-mesi-progetto-legge-salvini

TUTTO IL SAPORE DI ERBE E SPEZIE
Sane e gustose ricette in sintonia con la natura - Cucina Vegetariana
di Alberto Fiorito, Simona Pirrone

Tutto il Sapore di Erbe e Spezie

Sane e gustose ricette in sintonia con la natura - Cucina Vegetariana

di Alberto Fiorito, Simona Pirrone

Come utilizzare le erbe aromatiche e le spezie, l’importanza della stagionalità, le proprietà principali e ancora tante ricette suddivise tra colazione e merenda, primi, secondi, piatti unici. occasioni speciali per gustare frollini, muffin, zuppe, pasta, riso, cuscus, falafel, tortini, crostate, crumble...

Ricette genuine ed equilibrate, che spaziano attraverso i continenti, senza mai rinunciare al gusto:

  • Cuscus con zucchine, pomodori e zenzero,
  • Paccheri con fiori di zucca ed erba cipollina,
  • Riso Venere con latte di cocco e coriandolo fresco,
  • Babaganoush (crema speziata di melanzana),
  • Chips di barbabietola al rosmarino e pepe rosa,
  • Insalata di quinoa e spinaci con melagrana,
  • Tacos con chili vegetariano,
  • Biscotti di grano saraceno alla lavanda,
  • Golden milk alla curcuma,
  • Torta integrale al cacao e cardamomo…

Il meglio della cucina vegetariana: tante delizie a base di verdure, cereali, legumi, uova e formaggi per gustare tutto il sapore di uno stile di vita sano, che fa bene all’uomo e all’ambiente.

Scegliete i vostri piatti preferiti tra ricette genuine ed equilibrate, che spaziano dai grandi classici alle nuove tendenze, senza mai rinunciare al gusto.

La cucina naturale

La CUCINA NATURALE è sempre più al centro dell'interesse sia di chi è attento a uno stile di vita sano sia di chi predilige piatti genuini ed equilibrati senza rinunciare al gusto.

Ma cosa si intende per CUCINA NATURALE?

Un modo di cucinare in sintonia con le stagioni, senza l’abuso di conservanti e prodotti chimici, dando la preferenza a cibi biologici, non raffinati, evitando di eccedere con gli zuccheri e i grassi v e scegliendo le tecniche di cottura più adatte per preservare i principi nutritivi.

In Internet sono sempre più diffusi i siti e i blog dedicati a queste tematiche. Questa collana, arricchita da fotografie a colori, nasce dall'esperienza di singole blogger unita alle competenze di un medico nutrizionista, per offrire una panoramica completa, con tante ricette create ad hoc e testate.

...

Un commento

  1. Ti dirò, secondo me non è male..le famiglie non educano più..questi ragazzi passano il tempo sui telefoni, asociali e violenti..
    Quest’ esperienza può farli maturare un po’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *