10 consigli alimentari per abbassare la pressione sanguigna

di Marta Albè
La pressione sanguigna sale e si abbassa naturalmente, ma quando essa, a causa di diversi fattori, raggiunge livelli eccessivamente elevati e provoca il fenomeno denominato “ipertensione”, può trasformarsi nella causa scatenante di problemi al cuore, ai reni e persino al cervello.
I medici consigliano solitamente a coloro che soffrono di pressione alta, di ridurre il consumo di sale a tavola. Purtroppo, esso si nasconde in numerosi alimenti, alcuni dei quali dovrebbero essere eliminati, limitati o sostituiti con prodotti meno dannosi. Ecco dunque alcuni consigli utili in proposito.
1) Evitare i piatti pronti surgelati
I piatti pronti surgelati possono apparire come la soluzione più comoda a cui ricorrere, per chi non ha tempo di cucinare, quando arriva il…

Vai all’articolo

Vaccini: la pericolosa perdita dell’immunità naturale

di Marcello Pamio
Secondo la visione corrente la tecnologia vaccinale rappresenta il trionfo dell’umanità sui disegni “difettosi” di Madre Natura. Peccato che a quella scienza autoincensatasi “non democratica”, va ricordato che l’evoluzione naturale non produce meccanismi difettosi, anzi.
L’allattamento al seno, per esempio, è il metodo di protezione immunologica specificamente adatto a tutte le esigenze del neonato. Oggi sappiamo infatti che numerosi componenti bioattivi contenuti nel latte materno, conferiscono una determinata e importantissima protezione immunologica. Come il latte in polvere non può competere con il latte materno dal punto di vista nutrizionale, così i vaccini non possono competere con il latte materno dal punto di vista dell’immunità…

Vai all’articolo

Conservanti alimentari: se li conosci, li eviti… quasi tutti.

Nonostante l’Unione Europea abbia concesso l’utilizzo di 300 fra conservanti, additivi e coloranti alimentari, buona parte di questi possono essere nocivi e causa di problemi fra i più disparati, a partire da allergie e problemi respiratori. Conosciamoli meglio per imparare a riconoscere quelli nocivi e ad evitarli.

Conservanti
I conservanti sono sostanze utilizzate per aumentare il periodo di conservazione dei prodotti. Essi agiscono sui microrganismi responsabili del deterioramento e delle alterazioni a livello chimico e fisico. Il problema consiste principalmente nel fatto che non tutte le alterazioni sono dannose; alcune infatti sono responsabili della fragranza e del sapore caratteristico. I conservanti vengono principalmente sfruttati per difendere i prodotti da muffe, funghi…

Vai all’articolo

I super maiali che hanno sconvolto il mondo

In Cambogia vengono allevati alcuni super maiali che assomigliano a Hulk e che hanno sconvolto il mondo.

Arrivano dalla Cambogia i super maiali che hanno sconvolto il mondo. Si tratta di animali che non sembrano affatto suini, ma assomigliano più a dei piccoli Hulk. Gli esemplari infatti presentano dei muscoli sviluppati all’inverosimile e particolarmente definiti. I maiali muscolosi vengono allevati in una fattoria in Cambogia, denominata Duroc Cambodia. I proprietari della struttura si vantano di avere degli animali straordinari e sulla loro pagina Facebook pubblicano le foto che ritraggono i suini Hulk.

Secondo la Peta gli esemplari sarebbero il frutto di alcune mutazioni genetiche. Tutto sarebbe iniziato nel 2015, quando alcuni scienziati hanno creato per la prima…

Vai all’articolo

Parto: un milione di mamme maltrattate in ospedale durante il travaglio

Negli ultimi 14 anni, un milione di mamme italiane ha vissuto un’esperienza di violenza ostetrica durante il travaglio o il parto.

A rivelarlo è la prima ricerca nazionale realizzata dalla Doxa, per conto dell’Osservatorio sulla Violenza Ostetrica in Italia, in collaborazione con le associazioni La Goccia Magica e CiaoLapo Onlus. Durante l’esperienza che dovrebbe essere la più emozionante nella vita di una donna, il 21% delle madri, con figli di età da zero a 14 anni, dichiara di aver subito un maltrattamento fisico o verbale durante il primo parto e quattro su dieci raccontano di aver subito azioni lesive della dignità personale.

Esperienze così traumatiche, stando alle testimonianze raccolte, che avrebbero spinto il 6% delle donne negli ultimi 14 anni, a scegliere di non…

Vai all’articolo

Rimedi naturali per sostituire aspirina e tachipirina

Aspirina e tachipirina sono medicinali dotati di una certa tossicità ed effetti collaterali anche gravi. Allora, invece di ingerire periodicamente farmaci tossici e dannosi, perché non sostituirli con rimedi naturali altrettanto efficaci ma innocui?
In post precedenti abbiamo parlato dei rischi che si corrono assumendo tachipirina e aspirina. Abbiamo parlato degli effetti collaterali e tossici della tachipirina, sia nei negli adulti che per i bambini, in concomitanza con i vaccini, e anche dei rischi dell’assunzione di aspirina a scopi preventivi, oltre che della Sindrome di Reye, associata al consumo di aspirina in tenera età.
Assodato, quindi, che questi due medicinali, molto usati (di cui spesso si abusa) da adulti e bambini per lenire i tipici sintomi dell’influenza, mal di testa, dolori muscolari, etc… sono dannosi per l’organismo, soprattutto se assunti da piccoli e specialmente se presi con sistematicità, perché non considerare alternative naturali e altrettanto efficaci?…

Vai all’articolo

Omega 3 si… ma Vegetali

Gli Omega 3 dai quali possiamo trarre beneficio, devono essere di provenienza vegetale e non di derivazione animale.
Alla fine di questa lettura apparirà evidente che il nostro organismo può infatti produrre gli acidi grassi Omega 3 a lunga catena, cioè quelli presenti nel pesce, a partire dal loro precursore naturale, l’acido alfa-linolenico (ALA), l’unico acido grasso Omega 3 essenziale, il quale deriva da fonte vegetale (semi e olio di lino, chia, noci, rosmarino, semi di zucca, origano, basilico, soia, legumi, cereali e in generale frutta e verdura).
È salutare integrare Omega 3… ma senza scomodare i pesci, per coltivare la nostra salute, nel rispetto dell’ambiente e della fauna marina…

Vai all’articolo

I 10 peggiori alimenti da evitare assolutamente!

Ecco qui elencati 10 tra i peggiori alimenti da evitare sicuramente, i peggiori tra quelli di uso più comune. Naturalmente ne esistono molti altri…
DADO: Il dado così tanto acclamato e utilizzato riesce a dare sapore a ciò che non ha sapore, riesce a migliorare notevolmente il gusto delle pietanze… Peccato però che contenga glutammato monosodico, un additivo che può causare anche il cancro! Attenzione anche ai dadi che riportano scritto sulla confezione “Senza glutammato”.

CHEWINGUM E CARAMELLE VARIE: Si tratta di qualcosa che viene consumato ogni giorno, più volte al giorno. Se è la dose che fa il veleno, in questo caso è davvero facile superare la dose… I Chewingum e le caramelle contengono, nella quasi totalità dei casi, dolcificanti nocivi come l’aspartame e…

Vai all’articolo

Chi sono i più grandi consumatori di formaggi? Quale incidenza su obesità e osteoporosi?

dal Blog: “Papille Vagabonde”
Esiste una relazione evidente tra un alto consumo di formaggi e problemi di salute come obesità e osteoporosi?
Ho voluto confrontare i dati di una classifica del 2014 del Wall Street Journal, relativa ai paesi con più alto consumo di formaggio, con le statistiche di alcune patologie tipo obesità e osteoporosi, che sono in qualche modo collegate, nella cultura comune, al consumo di formaggi, per vedere se a livello statistico, ci sia una relazione evidente.
Chi sono i più grandi consumatori di Formaggi nel mondo?
1. Francia: 25,9 kg per abitante nel 2013

2. Islanda: 25,2

3. Finlandia: 24,7

4. Germania: 24,3

5. Estonia: 21,7

6. Svizzera: 21,3

7. Italia: 20,7

8. Lituania: 20,1

9. Austria: 19,9

10. Svezia 19,8
Il consumo pro

Vai all’articolo

Smartphone ai bambini? Dannoso come la cocaina

di Gino Favola
L’esperta in dipendenze: lo Smartphone ai bambini è dannoso come la cocaina.
Lo smartphone crea dipendenza come la cocaina. Non usa mezzi termini Mandy Saligari. Lasciare in mano uno smartphone a bambini e adolescenti, equivale a “dargli un grammo di cocaina”. Durante una conferenza, la psicologa spiega gli effetti dei cellulari intelligenti sui più giovani. E lo fa dall’alto della sua esperienza nel trattamento di tutti i tipi di dipendenza. Anche quelle da social network, sempre più diffuse tra i ragazzi. Ecco le sue parole, riportate dal quotidiano britannico The Independent

Vai all’articolo