La Calabria è l’Area 51 d’Europa?

di Manlio Lo Presti

Questa regione è l’unica a possedere le caratteristiche morfologiche dell’Area 51.

Non ci sono filiere commerciali decenti, nessuna attività manifatturiera privata salvo rarissimi impianti pubblici, nessun ceto operaio e quindi nessun flusso di reddito che potrebbe spingere i consumi e un decente sviluppo economico. Mortalità scolastica elevatissima. E coloro che arrivano alla laurea emigrano immediatamente, continuando l’emorragia di lavoratori qualificati nei Paesi dove vengono acquisiti a costo zero!

Allo stesso tempo, la ex-italia riceve flussi più o meno migratori di gente priva di istruzione qualificata o comunque sottoutilizzata per attività manuali di scarso valore aggiunto a cui sono collegate paghe da fame imposte da un dilagante caporalato. Le strutture esistenti sono tenute in piedi per  far credere che esiste qualcosa che si muove, ma è solo rappresentazione di stile, ma in senso negativo.

Rispetto alla media dei territori che patiscono i medesimi deficit economici, sociali, sociali, produttivi, il suo livello di desertificazione è insolito, è più vasto comprendendo tutta la regione in modo omogeneo.

Per la regione Calabria tutto ciò che avviene è diverso, più contorto, più estremo, anche a causa della sua particolare posizione geopolitica. Un fatto, questo, che dovrebbe suscitare più di un sospetto e dovrebbe altresì indurre i politici (quali?) a porre rimedio.

Come avviene per quasi tutto il territorio dello Stato italiano, anche in questa regione sono installati congegni militari segretissimi della N.S.A. di cui non si conosce né l’ubicazione né il loro numero, né la reale diffusione di radiazioni sulla scarsa popolazione locale. I dati sanitari in merito sono una chimera, ovviamente.

Le strutture segretissime sono catalogabili nel comparto della guerra elettronica e sono puntati contro obietti situati nell’est Europa, con particolare concentrazione contro località della Russia. Per questo motivo, la N.S.A (National Security Agency – Agenzia per la Sicurezza Nazionale) intorno ai suoi impianti sconosciuti non vuole turisti, traffici automobilistici, treni, movimenti di persone, commercio, filiere distributive, ecc. Tutto quello che dovrebbe avere una regione con un normale sviluppo democratico, economico e sociale. Insomma, nessuno deve intromettersi, nessuno deve creare ostacoli agli americani. Questo è il vero motivo che nessuno intende citare.

L’organizzazione criminale della regione è la più violenta, la più feroce e brilla per sua efficiente pericolosità anche rispetto alle altre sette mafie liberamente operanti nella ex-italia. Anche questa struttura non fa eccezione: opera in esecuzione di precise direttive dei servizi nazionali e di via Veneto 121. Si è ben inserita nei punti di snodo della finanza del nord. Ricicla, compra, vende, uccide anche se recentemente in misura minore. Nel 1991 ha creato e duramente controllato un ben noto partito nel nordest.

Questa bellissima regione sembra non avere alternative se non quella della desertificazione e della inerzia totale per non disturbare i manovratori nemici eterni della Russia. Tutto calcolato, ma intanto una parte della ex-italia muore nella totale indifferenza dell’intera classe politica italiana che pensa esclusivamente alla propria sopravvivenza.

Articolo di Manlio Lo Presti

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://www.lapekoranera.it/2024/05/11/la-calabria-e-larea-51-deuropa/

GUARIRE CON LA VITAMINA C
Malattie curate, effetti benefici, tipologie e modalità di assunzione
di Stefano Pravato

Guarire con la Vitamina C

Malattie curate, effetti benefici, tipologie e modalità di assunzione

di Stefano Pravato

Una guida straordinaria per conoscere l'efficacia della vitamina C
i suoi eccezionali poteri terapeutici
le indicazioni e le modalità pratiche per un'integrazione efficace

In questa pratica guida tascabile troverai le straordinarie virtù curative della Vitamina C:

  • come sono state scoperte
  • le diverse forme di assunzione (pastiglie, polvere, ecc.)
  • le posologie di assunzione
  • come attuare la corretta integrazione vitaminica
  • le diverse tipologie (acido ascorbico, ascorbato di sodio, calcio ascorbato ecc.)
  • le malattie che cura (infezioni, cardiopatie, intossicazioni, cancro, disturbi respiratori, malattie autoimmuni, ecc.)
  • preconcetti della comunità scientifica
  • la questione sulla scelta tra sintetico e naturale
  • le megadosi
  • l'ignoranza dei medici su questa panacea così efficace
  • gli ostacoli posti dall'industria del farmaco in quanto non è brevettabile

Introduzione a "Guarire con la Vitamina C"

Esistono già diversi libri sulla vitamina C che elencano e spiegano le numerosissime applicazioni preventive e curative di questa sostanza....

...In questo libro provo a indicare la via per un approccio pratico, per introdurre effettivamente nella propria routine quotidiana l’integrazione di vitamina C, sfruttando la mia storia di apprendimento, indicando possibili passi falsi da evitare e ponendo al centro dell’attenzione le indicazioni e le modalità pratiche per una supplementazione efficace....

...

Un commento

  1. IO sono calabrese, questo che ho letto è un tantino esagerato e fantascientifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *