Von der Leyen Perde la Causa in Tribunale, un Duro Colpo per la sua Candidatura al Secondo Mandato

di Claudia Chiappa
La presidente della Commissione europea è stata criticata per la sentenza sulla trasparenza dei vaccini, un giorno prima del voto cruciale sul suo futuro.
La candidatura di Ursula von der Leyen per un secondo mandato a capo della Commissione europea ha subito un duro colpo dopo che una corte distrettuale dell’UE ha stabilito che non è stata sufficientemente trasparente con l’opinione pubblica in merito ai contratti per i vaccini anti-Covid-19.
Il Tribunale dell’Unione europea si è pronunciato contro la decisione della Commissione di censurare ampie parti dei contratti prima di renderli pubblici.
La sentenza è arrivata poco più di 24 ore prima che il futuro politico di von der Leyen venga deciso dai membri del Parlamento europeo. Ha bisogno di 361 dei 720 legislatori dell’UE per sostenerla in un voto segreto che si prevede sarà serrato…

Vai all’articolo

L’Occidente Prepara un “Maidan” (Rivoluzione Colorata) in Georgia per l’Autunno

di Vladimir Karasev
Bruxelles ha condannato la legge sugli agenti stranieri adottata in Georgia e ha aumentato la pressione su Tbilisi.
Fino a poco tempo fa, i media occidentali definivano democratico il governo georgiano. Ma non appena i georgiani hanno difeso la loro sovranità approvando una legge sugli agenti stranieri, l’Occidente ha già definito il governo georgiano come repressivo.
La vera isteria è in corso nei media europei: l’Europa sta perdendo la Georgia, la Georgia si sta rivolgendo a Mosca, la fine della democrazia georgiana

Vai all’articolo

La Pfizer e Israele Lavoravano ai Vaccini Digitali 7 Anni Prima della “Pandemia”

di Cesare Sacchetti
È emersa una strettissima collaborazione tra le case farmaceutiche e lo stato ebraico per far sì che questi “farmaci” (così pericolosi da mettere a rischio persino la salvezza spirituale della persona… ) arrivassero al maggior numero di persone nel mondo.
Riguardo al contenuto dei sieri, c’è un acceso dibattito tra i lettori. Sono in molti a confermare che effettivamente quando si accende il Bluetooth e ci si accosta ai vaccinati, si rilevano quei singolari codici alfanumerici che non corrispondono a nessun dispositivo riconoscibile, a differenza di quanto accade per gli altri telefoni cellulari, computer o orologi cosiddetti “smart”.
Sono i cosiddetti codici MAC, Media Access Control, che sono presenti all’interno del corpo dei vaccinati poiché questi sono stati iniettati con dei vaccini che contenevano nanobot e grafene…

Vai all’articolo

Zelensky: “Russia Partecipi al Prossimo Summit per la Pace”

Proposto un calendario di incontri preparatori da qui a novembre.
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è detto favorevole alla partecipazione della Russia al prossimo summit sulla pace in Ucraina.
Durante una conferenza stampa svoltasi ieri a Kiev, dopo i primi colloqui di metà giugno in Svizzera senza Mosca, Zelensky ha detto:”Penso che i rappresentanti russi dovrebbero partecipare a questo secondo vertice”, sperando che un “piano” per un simile incontro possa essere pronto a novembre…

Vai all’articolo

Attentato a Trump

di Massimo Mazzucco
Il 13 luglio Trump ha vinto le elezioni.
Lo scarto di un centimetro, nella traiettoria del proiettile, poteva determinare la sua morte oppure la sua santificazione. Gli è andata bene, e ora Donald Trump, agli occhi dei suoi sostenitori, è santo a tutti gli effetti.
E la sua presenza di spirito, nel sollevare subito il pugno e gridare “Fight! Fight! Fight!” mentre lo portavano via sanguinante, ha dimostrato come sia dotato di un istinto primordiale che gli permette di trasformare qualunque attacco alla sua persona in qualcosa che lo rende eroico agli occhi del suo pubblico.
Che siano le accuse diffamanti di Stormy Daniels o un proiettile alla testa, Trump riesce sempre ad apparire come vittima eroica delle avversità che incontra sul suo cammino…

Vai all’articolo

“Quarta Rivoluzione Industriale”

di LB (Weltanschauung Italia)
Ci stiamo ritrovando il territorio totalmente industrializzato ma non abbiamo più industrie!
Siamo in una fase di nuova industrializzazione, la quarta rivoluzione industriale si esprime però in forme e modalità del tutto diverse, per cui le fabbriche italiane tendono a chiudere e ad essere fisicamente abbandonate (le zone industriali stanno diventando delle lugubri città fantasma) ma intanto cresce la nuova industrializzazione del territorio, con i poli della logistica e con gli impianti energetici da eolico e fotovoltaico.
Solo chi vive chiuso nel suo appartamento nella metropoli non sa cosa sta accadendo ai nostri territori, che stanno venendo in molte zone letteralmente divorati da questo nuovo Nulla industriale…

Vai all’articolo

Zelensky cerca all’estero nuove legioni di concittadini da spedire al fronte

Pochi giorni fa Vladimir Zelensky, in visita a Varsavia, ha annunciato la formazione di una legione Ucraina pensata per i volontari ucraini residenti all’estero.
La Polonia ha promesso di equipaggiare ed addestrare i volontari che poi torneranno in Patria a combattere.
Oggi – dopo soli tre giorni dall’annuncio – il ministro degli Esteri polacco Radoslaw Sikorski ha affermato che “diverse migliaia di persone hanno gia presentato la domanda di adesione alla Legione Ucraina in Polonia”.
Tutto ciò suona piuttosto strano, considerato che le centinaia di migliaia di cittadini ucraini in Polonia ci sono arrivati in primis proprio per evitare il richiamo alle armi, spesso corrompendo le guardie di frontiera con grandi somme di denaro o rischiando la vita…

Vai all’articolo

I Quotidiani Europei Concentrati su Marine Le Pen ma, alla Fine, il Vero Sconfitto è Emmanuel Macron

di Diego Fusaro
La situazione politica in Francia, alla luce delle ultime elezioni nazionali, risulta letteralmente esplosiva, dinamitarda e altamente instabile.
I principali quotidiani europei, non solo quelli italiani, parlano unicamente della sconfitta della Le Pen e omettono di segnalare che in realtà il vero sconfitto è Emmanuel Macron. Il quale ha battuto, è vero, la Le Pen, ma è stato a sua volta superato nettamente da Mélenchon e dal Fronte Popolare.
Insomma, i francesi hanno detto in larga parte “no” al neoliberismo imperialistico del prodotto in vitro dei Rothschild. Colui il quale, peraltro, voleva addirittura inviare le truppe in Ucraina a combattere e magari anche a immolarsi sull’altare dell’imperialismo della civiltà del dollaro. In un mondo vagamente sensato e finalmente libero dallo schema proditorio di destra e sinistra, Mélenchon e Le Pen dovrebbero allearsi e governare insieme…

Vai all’articolo

Ospedale Pediatrico di Kiev: Quello che Sappiamo Finora e a Chi Giova il “Terrorismo dell’Indignazione”

di Alberto Fazolo
I tragici fatti dell’ospedale pediatrico di Kiev impongono una ferrea presa di posizione e il netto rifiuto di ogni strumentalizzazione. Proprio per questo motivo bisogna analizzare i fatti e disarticolare le narrazioni distorte.
La quasi totalità dei media mainstream ha parlato di una giornata di bombardamenti su Kiev in cui sarebbe stato colpito un’ospedale pediatrico causando decine di morti. I media più spregiudicati hanno raccontato di decine di bambini ricoverati uccisi dai russi. Ciò è assolutamente falso.
La notizia corretta è che c’è stato un attacco missilistico russo su Kiev che ha causato decine di morti, quasi tutti addetti di una industria militare (colpita e distrutta), poi un missile – che al momento non si sa se sia russo o della contraerea ucraina ricaduto al suolo dopo aver mancato l’obiettivo – ha colpito dei locali tecnici di un complesso ospedaliero. In questo secondo episodio (ben distinto dall’altro, cioè il bombardamento dell’industria militare) sono morti due tecnici dell’ospedale e sono rimasti feriti tre bambini ricoverati. Nessun bambino ricoverato nell’ospedale è morto. I media italiani che dicono il contrario stanno mentendo…

Vai all’articolo

Keir Starmer e il Famigerato Pedofilo Britannico Jimmy Savile

Nell’ottobre 2012, un documentario rivelava come il veterano personaggio dei media britannico Jimmy Savile, abitualmente abusava sessualmente di ragazze minorenni vulnerabili. Keir Starmer deve affrontare un riesame accurato sulle accuse di aver protetto Jimmy Savile.
Mentre il nuovo Primo Ministro del Regno Unito, allineato all’intelligence, si insedia al potere, riemergono le domande su come i file cruciali sul famigerato pedofilo britannico Jimmy Savile, siano scomparsi sotto il suo controllo.
Tutto questo, mentre una quantità di segnalazioni di abusi, che abbracciano decenni, e inchieste ufficiali su molteplici istituzioni a cui Savile era collegato, vengono alla ribalta. Ad oggi, la piena portata dei suoi crimini e il numero totale delle sue vittime sono sconosciuti…

Vai all’articolo