• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

“Targeted Individuals”: Individui Presi di mira

Abbiamo (luogocomune.net) già pubblicato un articolo su questo argomento nel 2019. Oggi come allora, vale lo stesso avviso: si tratta di tesi non dimostrabili, e l’articolo viene quindi pubblicato per quello che è: uno sfogo da parte di una persona che vive queste problematiche, e vorrebbe che l’argomento fosse più conosciuto sulla rete. (Io stesso conosco da vicino una persona che soffre di questi problemi, e vi posso garantire che la sua vita è tutto meno che piacevole). (Massimo Mazzucco)

I “targeted individuals”, ovvero gli individui mirati, sono persone prese di mira da tecnologie ad onde elettromagnetiche chiamate “neuro weapons”, “psychotronic weapons”, “armi ad energia diretta”, “V2K” e “MKUltra”.

Questi individui subiscono maltrattamenti invisibili, quindi non dimostrabili, per cui alcuni di loro scrivono le proprie testimonianze sui social quali Facebook, Twitter e Instagram alla ricerca di altre vittime e per chiedere aiuto.

Sentono voci che li perseguitano, li insultano, li deridono, li tormentano; subiscono dolori fisici, perdita di memoria, annullamento del pensiero, molestie, difficoltà a ragionare, pensieri forzati, fantasie forzate e altri maltrattamenti.

Centinaia di persone da ogni parte del mondo affermano l’esistenza e l’utilizzo di queste tecnologie; persone che non si conoscevano prima, che vivono in città e nazioni diverse e lontane, con situazioni familiari e lavorative differenti, di età differente eppure con una cosa in comune: tutti affermano che qualcuno li sta torturando con armi insolite, che arrivano nel cervello, che colpiscono il fisico.

Le loro accuse sono rivolte al proprio governo, alla CIA, all’FBI. Soprattutto dopo la vicenda che ha coinvolto alcuni dipomatici che, mentre lavoravano nelle ambasciate, hanno avuto malesseri e problemi inspiegabili, riconducibili all’utilizzo di armi ad energia diretta. Per saperne di più è sufficiente fare una ricerca sulla “Sindrome dell’Havana” (Havana Syndrome).

Mentre in maniera ufficiale ci dirigiamo verso il Metaverso, verso situazioni virtuali, verso l’interfaccia uomo tecnologia, verso l’installazine di chip sottocutanei con cui magari comunicare col pensiero oltre che comandare la domotica di casa, gli individui mirati gridano a gran voce che tutto questo già esiste, che non servono il Metaverso e i chip sottocutanei o nascosti in finti vaccini. Esiste già una realtà grave e molto più sofisticata.

Non si possono ignorare queste grida. Qualcosa è nascosto tra le onde radio elettromagnetiche e centinaia, forse migliaia, di testimoni lo affermano.

Cosa sono le Armi Psicotroniche

Chiamo queste tecnologie armi psicotroniche perché durante le mie ricerche sulla comunicazione mentale, circa vent’anni fa, avevo trovato pochissime notizie di esperimenti con veggenti e medium in USA che utilizzavano onde psicotroniche per comunicare con il pensiero. Sono tecnologie spaventose, le loro capacità si avvicinano molto all’onnipotenza.

Servono principalmente al “controllo di massa”. Per controllo intendo un vero e totale dominio sui cervelli e sui corpi degli esseri viventi. Con esse è possibile controllare anche le cellule più microscopiche. Le neuro armi si servono di onde elettromagnetiche per colpire il cervello umano e fargli sentire suoni, voci, soffi, fischi; per fargli vedere immagini, ricordi, fantasie, sogni; per far provare dolori fisici come emicranie, crampi, fitte, intorpidimenti; per far provare sentimenti, sensazioni, emozioni.

Tutti sappiamo che il cervello invia e riceve impulsi elettrici per comunicare con il corpo; l’elettricità fa parte della natura umana ed ogni testo scientifico ne parla. Quindi non è difficile capire che se il cervello si avvale di impulsi elettrici questi si possono sostituire con altri impulsi elettrici per interferire sul normale e naturale funzionamento.

Cosa credete che farebbe un gruppo di criminali se si trovasse tra le mani una tecnologia in grado di obbligare tutti a fare ciò che essi desiderano? Esattamente quello che è successo negli ultimi cento anni e forse più. In molti ci chiediamo perché un’alta percentuale del popolo si è lasciato abbindolare in questi ultimi anni ed ha accettato di farsi iniettare sostanze non sperimentate, nonostante i tentativi da parte di scienziati e medici seri di farli desistere.

Tutti mascherati per proteggersi da un virus che nessuno ancora ha ben analizzato e che, se curato con antinfiammatori, è facilmente gestibile. Eppure, sembra che in pochi ragionino e capiscano. Chi li domina con le onde condizionanti ha deciso per loro. Le vittime non possono capirlo perché i loro pensieri naturali e la loro padronanza di sé è sostituita da comandi artificiali.

Storia delle Tecnologie Condizionanti (Deduzione personale)

Tanti anni fa un gruppo di tecnici-scienziati, studiando il cervello umano e le onde radio, riuscì a costruire una tecnologia in grado di dominare la mente umana. I ricchi dell’epoca pagarono moltissimo per portare avanti le ricerche con l’unico obiettivo nel futuro di soggiogare gli altri per aumentare il proprio dominio. Così fu.

Le onde elettromagnetiche furono diffuse ovunque fosse possibile e la loro presenza fu giustificata dall’utilizzo militare, radiofonico, televisivo e, attualmente, telefonico e satellitare. Cominciò così il più grande crimine della storia umana. L’umanità fu totalmente soggiogata.

Con l’ausilio di computer sempre più sofisticati e di programmi precisi fu stabilito come dovevano essere le persone. Interferirono sul dna plasmando il corpo e sostituirono il pensiero e il carattere, attivando programmi specifici per ogni persona. Il modo di parlare e di muoversi, le idee, le passioni, le scelte di vita, i sentimenti, i pensieri, i pregi, i difetti, gli orientamenti sessuali, la salute e tutto ciò di cui è composto l’essere umano era scritto, ed è tutt’ora scritto, nei programmi.

Così hanno deciso la storia umana nell’ultimo secolo (o più) gestendo il commercio, la politica, le guerre, le carestie, ecc. Anche le condizioni atmosferiche non furono risparmiate e dominandole hanno potuto causare siccità e alluvioni, tempeste e mutamenti climatici.

Ma dove si nascondono gli spietati criminali che usano queste tecnologie? Come fanno a non rimanere condizionati anch’essi? Dove sono le armi psicotroniche?

Il sospetto che parte delle armi si trovino su alcuni degli oltre 2000 satelliti esiste (se non su tutti). Ripetitori di onde radio e satelliti captano le onde psicotroniche e le divulgano su tutto il pianeta. Tutti gli esseri viventi sono sotto controllo ovunque sono presenti le onde radio. Negli ultimi anni, tuttavia, numerose vittime sono state messe a conoscenza della situazione e riunite sotto il nome di “targeted individuals”.

Chi gli crederà senza prove? Come possono provare crimini invisibili? Essi stessi e quello che dicono sono le prove e devono bastare. Siccome queste tecnologie utilizzano onde radio non è impossibile per le tecnologie militari di oggi poter individuare quali sono e da dove vengono trasmesse. Individuati i covi delle organizzazioni criminali si potrà procedere alla loro cattura con la conseguente liberazione dai condizionamenti.

Sorgono comunque altre domande importanti: è davvero possibile liberare gli esseri umani assoggettati senza arrecargli danni fisici o la morte? Se fossero proprio le onde elettromagnetiche a tenerli in vita?

L’autrice di questo articolo ha chiesto di restare anonima.

Introduzione: Massimo Mazzucco

Fonte: https://www.luogocomune.net/30-scienza-e-tecnologia/6117-targeted-individuals-individui-presi-di-mira

GUIDA PRATICA PER RIDURRE LE ONDE ELETTROMAGNETICHE
Proteggersi dall'elettrosmog: tutti i rischi per la salute e come difendersi
di Carl De Miranda

Guida Pratica per Ridurre le Onde Elettromagnetiche

Proteggersi dall'elettrosmog: tutti i rischi per la salute e come difendersi

di Carl De Miranda

Le 7 del mattino: diamo un'occhiata alla radiosveglia, ci alziamo, accendiamo la stufetta elettrica in bagno, controlliamo lo smartphone, andiamo in cucina e ci facciamo un caffè con la macchinetta elettrica. Infine, accendiamo il computer... La giornata è appena iniziata e ci ritroviamo immersi in un mare di onde elettromagnetiche, che con il passare delle ore aumentano sempre di più, nella nostra vita governata dalla tecnologia.

Cosa sono i campi elettromagnetici? Qual è il loro impatto sulla salute? Guida pratica per ridurre le onde elettromagnetiche illustra quanto queste frequenze possano influire sul nostro benessere e su quello dei nostri familiari, in particolare i bambini.

Esaminando in dettaglio le varie fonti di radiazioni, dalle frequenze più basse, tra cui la rete elettrica tradizionale, alle alte frequenze, dai collegamenti wireless e Bluetooth alla telefonia mobile e alle antenne, Carl de Miranda spiega come limitare l'esposizione e offre consigli mirati per l'adozione di semplici accorgimenti a tutela della nostra salute.

Alcuni rischi evidenziati dagli studi scientifici:

  • Diminuzione della fertilità maschile
  • Mutazioni del DNA
  • Indebolimento del sistema immunitario
  • Aumento di patologie degenerative quali Alzheimer e sclerosi multipla
  • Formazione di cellule cancerose
  • Leucemie infantili
  • Stanchezza cronica
  • Mal di testa
  • Irritabilità
  • Disturbi emotivi
  • Disturbi dell'attenzione e della memoria
  • Effetti sul feto durante la gravidanza
...

2 commenti

  1. La musica. Temono il suono limpido degli strumenti senza tasti e accordati a orecchio da chi sente bene. Ci sono certi musicisti, pochi, che sanno e che quando suonano con poco sforzo riaccendono il sentire assopito che già anchessi dovettero cercare di risvegliare con grande abilità, e facendolo per loro stessi ora potrebbero farlo anche per gli altri: questo se non venissero eliminati, questo se fosse possibile diffondere conoscenze senza nascondersi, questo se non dovessimo continuamente ricostruire su ciò che già si è fatto e se potessimo attribuirlo a chi lo ha fatto in vero senza per questo accusare gli uni di voler derubare chi non ne ha avuto l’occasione. Posto che in uno scenario diverso da quello descritto, e paragonabile a quello presente, nel concreto oggi essere in grado di farsi del bene da soli è già un atto di grande saggezza, nella moltitudine delle scelte autolesionistiche che spesso scambiando per opportunità siamo noi stessi ad autoinfliggerci. Perciò quando si insinuano nelle coscienze questi episodi la risposta potrebbe essere proprio cercare di tenere traccia di quelli reali, che spesso sono al principio, e in autocoscienza impedirne la proliferazione a metastasi poiché ad ogni impulso che si riceverà in futuro sarà condizionato da quello iniziale, quindi riconoscibile. Cantateci sopra mantra, non è necessario per forza saper suonare, fate vibrare le corde vocali generando armoniche in tutte le frequenze che riuscite a coprire e farete un campo abbastanza potente da allontanare almeno quelle che recano disturbo. Quando cominceranno a tremare i muri? Beh… contro quello purtroppo da soli non si può fare molto. Ricordatevi sempre che gli attacchi non sono mai prolungati perchè chi li fa oltre un certo limite reca danno anche a se stesso. Queste tecniche sono progettate per iniziare una offesa che si impadronisca di voi a tal punto che siate voi a continuarla. È difficile e ci vuole coraggio… e la cosa più agghiacciante sono i comportamenti della gente che con autocompiacenza usa questi casi per convincersi di quanto sìa retta buona e giusta la vìa di coloro che non ne sono colpiti

  2. Si ma… Ci sono spiegazioni più psicologiche sul fatto che molta gente abbia accettato limitazioni delle libertà e abbia obbedito credendo a tutto ciò che sentiva da Draghi e dalla TV…
    Non diamo colpa tutto a queste tecnologie ..
    Comunque c’era nel Veneziano un signore che ha denunciato queste armi dal satellite che colpivano attraverso lo smartphone ..facendo andare fuori di testa la gente ! C’erano video su YouTube ora non li ho più trovato .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *