Sta Arrivando la “Stangata” in Italia… per Bruxelles e per Zelensky

di Augusto Grandi

Dopo l’estate, non basteranno le menzogne del governo per nascondere la mega stangata.

Giancarlo Giorgetti vorrebbe fuggire in Europa. Subito. Ad occuparsi di qualsiasi argomento, fosse anche l’organizzazione dei tornei di freccette. L’importante è scaricare a qualcun altro la responsabilità dei tagli imposti da Bruxelles con la procedura di infrazione. Perché, dopo l’estate, non basteranno le menzogne del governo per nascondere la mega stangata.

Certo, il compagno Gentiloni ha assicurato che non sarà una riedizione dell’austerity, però sarà molto somigliante. C’è solo l’imbarazzo della scelta, ma in realtà sarà colpito praticamente tutto per arrivare a 13 miliardi di euro di tagli all’anno, anche per i prossimi anni.

Forse, per pura demagogia, si deciderà di non eliminare il bonus per le famiglie più povere, e pazienza se a beneficiarne saranno soprattutto le famiglie dei migranti. Tanto a pagare provvederà il ceto medio, sempre più povero, sempre più tartassato. Nessuna riduzione delle tasse, magari anche qualche penalizzazione sulle pensioni. Le accise sui carburanti? Non si toccano! Via le mance una tantum, utili per le elezioni ma costose per le casse pubbliche.

Ovviamente ci si guarda bene dall’analizzare le conseguenze della nuova austerità. Si finge di non sapere che la produzione industriale è in calo da mesi. E difficilmente aumenterà la produzione a fronte di un calo della domanda provocato dall’impoverimento. Mentre la crescita del lavoro povero non favorisce l’incremento dei consumi. Soprattutto se la guerra commerciale ai prodotti cinesi a basso costo porterà ad avere a disposizione solo prodotti a prezzi elevati. Saranno prodotti di maggior qualità e durata, forse, ma la quantità si ridurrà con effetti sulla produzione, sull’occupazione, sul PIL.

L’austerità ha dimostrato già in passato di essere un’assurdità, ma forse a Bruxelles si vogliono proprio queste conseguenze disastrose per ridurre in povertà l’Italia, nuovo Bangladesh d’Europa.

E la povertà, ovviamente, sarà accentuata dallo spreco di risorse italiane per sostenere la banda Zelensky. Ridurre la spesa sociale in Italia per aumentare la ricchezza dei mercanti di armi. L’importante è saperlo.

Articolo di Augusto Grandi

Fonte: https://electomagazine.it/sta-arrivando-la-stangata-in-italia-per-bruxelles-e-per-zelensky/

QUANDO IL SOFFIO SI RIVELA
Conoscere il passaggio della Morte per riconnettersi alla Vita
di Chantal Dejean

Quando il Soffio si Rivela

Conoscere il passaggio della Morte per riconnettersi alla Vita

di Chantal Dejean

Dal regno degli esseri della Natura, al mondo dei defunti, dalle anime dei suoi figli prima che nascessero, alle Luci che ci fanno da Guide, Chantal Dejean allena il suo essere alla raffinatezza e alla bellezza necessarie per poter entrare in risonanza con i mondi sottili ed in questo modo poterli vivere.

La nascita e la morte condividono lo stesso percorso. In questo libro Chantal Dejean, attraverso il racconto delle proprie esperienze a contatto con i mondi dell'aldilà, narra del viaggio che un'anima intraprende verso quello che è oggi la nostra vita sulla terra.

Il mistero che avvolge il senso dell'esistenza, il luogo da cui veniamo e ciò che siamo venuti a fare, crea grandi lacune nel nostro vivere e nelle fasi successive del Dopo vita.

Questo libro vuole essere una guida, un illuminatore di quel viaggio che tutti stiamo già affrontando.

Con conoscenze che provengono da una visione medianica e chiaroveggente l'autrice descrive e accompagna tappa dopo tappa il lettore in tutte le fasi che l'anima affronta prima e dopo la vita terrena.

Dal proprio vissuto, a consigli pratici, dall'incarnazione alla dipartita, alle fasi pre-morte e post-mortem questo scritto diventa una mappa pratica per meglio saper vivere e morire.

"Ed è così che mi sono lasciato catturare dal Romanzo di una vita ma, allo stesso tempo, da un Manuale e da una Guida che garbatamente aprono dei varchi sulla dimensione dell'aldilà e dell'aldiquà, riuscendo a fornire le chiavi di due Portali in costante contatto tra loro."
Raymond Moody

...

Un commento

  1. Nulla di nuovo alla luce del sole…
    Tenere bassi in tutti i modi possibili i salari x poter restare sempre più competitivi possibile nell’export!
    Cosi il mercato interno muore!
    Tutto sempre nell’ottica della CONCENTRAZIONE della ricchezza, del potere, delle propietà.
    Sarà sempre più economico a lor signori impossessarsi della ricchezza residua della popolazione sempre più alla fame, che però non si lamenta, non sciopera, continua a pagare sempre tutto……
    Avanti cosi verso la nuova crisi del prossimo anno….quella alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *