PFAS: i Residui in Frutta e Verdura più che Triplicati in Dieci Anni

I PFAS sono arrivati anche sulla nostra tavola. E da molto più tempo di quanto potremmo pensare.
A lanciare l’allarme è il report “Toxic Harvest” di PAN Europe (Pesticides Action Network) secondo cui la presenza di residui di PFAS in frutta e verdura europea è più che triplicata dal 2011 al 2021, con un tasso di crescita del 220% per la frutta e del 274% per la verdura.
I PFAS sono sostanze poli e perfluoroalchiliche usate in moltissimi prodotti di largo consumo e nelle applicazioni industriali. Sono sostanze chimiche di sintesi che non esistono in natura, e sono impiegate fin dagli Anni ’50 per le loro proprietà idrorepellenti e oleorepellenti.
Si definiscono “inquinanti eterni” perché sono praticamente indistruttibili: una volta dispersi in natura si degradano in tempi lunghissimi, si accumulano nell’ambiente e possono contaminare anche le risorse idriche, inclusa l’acqua potabile. Non solo:…

Vai all’articolo

Test per Identificare il Cancro Decenni Prima? Dio ce ne Scampi!

di Marcello Pamio
Gli scienziati del nuovissimo istituto oncologico dell’Università di Cambridge hanno iniziato un lavoro per individuare i cambiamenti degenerativi nelle cellule, decenni prima che si sviluppino in tumori!
L’Early Cancer Institut ha appena ricevuto 11 milioni di sterline da un mister X, un donatore anonimo per questa ricerca. Che sia lo psicopedofilantropo?
“Il periodo di latenza dello sviluppo di un cancro può durare anni, a volte un decennio o due, prima che la condizione si manifesti improvvisamente ai pazienti”, ha affermato la prof.ssa Rebecca Fitzgerald, direttrice dell’istituto…

Vai all’articolo

La Dengue e il Disastro Sanofi

Questa storia inizia con una bambina di circa 9 anni, seduta su una sedia su un palco a Manila e circondata da funzionari della sanità delle filippine.
Indossava una maglietta gialla brillante con la scritta “La dengue è pericolosa”. Stringeva gli occhi e si mordeva il labbro mentre il Segretario della Salute, la Dott.ssa Janette Garin, le faceva un’iniezione sul braccio.
Era l’aprile 2016 e 3 anni dopo Janette Garin e altri 38 funzionari, venivano incriminati per omicidio, proprio in relazione all’approvazione e alla massiccia vaccinazione infantile contro la dengue che causò la morte di diversi bambini.
Quell’iniezione ha dato il via ad una massiccia campagna vaccinale per quasi 1 milione di bambini con il vaccino “Dengvaxia” della Sanofi Pasteur. L’obiettivo era quello di salvare la vita di migliaia di bambini e prevenire circa 10.000 ricoveri in un periodo di cinque anni, alla fine, però, si stima che più di 100.000 bambini filippini abbiano ricevuto un vaccino che avrebbe aumentato il rischio di una condizione grave e talvolta mortale…

Vai all’articolo

Malato il 90% dei Polli Venduti da Azienda Leader della Grande Distribuzione

di Valentina Bennati
Il 90% dei petti di pollo venduti nei supermercati Lidl in Italia è risultata affetta da “White Striping”.
Si tratta di striature bianche parallele alle fibre muscolari che stanno a indicare la sofferenza patita dagli animali negli allevamenti e la bassa qualità della carne. La segnalazione arriva da un Report dell’Associazione “Essere Animali” che ha analizzato 603 campioni di confezioni di pollo di 38 punti vendita Lidl in 11 città del nostro Paese, da Torino a Bari.
Tutte le confezioni esaminate riportavano in etichetta definizioni riferite al benessere animale, ad esempio “prodotto certificato”, “filiera controllata”, “uso di luce naturale”, “arricchimenti ambientali per favorire comportamenti naturali”; tuttavia, l’analisi della carne ha mostrato in 9 campioni su 10 la presenza di queste striature bianche e, in base a quanto riferisce l’Associazione, metà dei campioni esaminatihanno evidenziato una condizione patologica con alti livelli di gravità.
Tali striature, infatti, sono indice di problematiche di salute. Possono essere riscontrabili non solo sui petti di pollo interi, ma anche sui filetti e sui muscoli delle cosce dei polli che vengono sottoposti a crescita rapida negli allevamenti intensivi…

Vai all’articolo

mRna e Spike Rilevati nella Placenta e nel Sangue del Cordone Ombelicale dei Feti

Una nuova ricerca ha scoperto che il vaccino COVID-19 diffonde il suo mRNA nella placenta e nel sangue del cordone ombelicale dei neonati!
CIÒ CHE ABBIAMO SEMPRE SOSPETTATO, DIVENTA REALTÀ. Il vaccino può influenzare lo sviluppo e la salute dei bambini non ancora nati, e che il CDC continua ha mentire sulla sicurezza dei vaccini per le donne in gravidanza!
Secondo lo studio, pubblicato sul Journal of Translational Science, l’mRNA del vaccino è stato rilevato nella placenta e nel sangue del cordone ombelicale di 13 donne che hanno ricevuto il vaccino durante la gravidanza…

Vai all’articolo

Non Solo Carne, anche Latte e Formaggi Sintetici. Un Business USA-Cina

di Gloria Callarelli
Dopo carne e pesce in provetta arrivano anche latte e prodotti caseari.
Dunque yogurt, formaggi, formaggi spalmabili: se avete paura di inquinare, ma non di rischiare di ammalarvi con prodotti fatti in laboratorio, eccovi accontentati.
Il mito panteista e satanista per cui la Natura sta andando in malora a causa dell’uomo e quindi va preservata e venerata come fosse una divinità sta producendo i nuovi mostri (mentre dell’uomo e dell’ordine naturale delle cose voluto da Dio chissene…, anzi non dimenticate: siamo troppi nel mondo); e così il foodkestein, come l’abbiamo ribatezzato, si allarga di nuovi prodotti. Tutti rigorosamente fatti in vitro…

Vai all’articolo

Il Potere del Popolo

di Gloria Callarelli
Se ne parla da mesi e dunque, anche se il via libera riportato in Gazzetta Ufficiale è arrivato solo ora, era già tutto scritto.
Quello che l’Europa, l’Oms, le lobby dettano è praticamente cosa fatta. A meno che il popolo non decida di dire basta.
Se anche solo per un attimo ne sentite parlare su qualche giornale mainstream, o in qualche programma, o esce dalla bocca di qualche personaggio famoso, sia che salga su un palco o che reciti in Parlamento, significa che hanno aperto la finestra di Overton e che tutto ciò che vogliono che entri, entrerà. È solo questione di tempo.
Inutile protestare sui social, inutile ribellarsi seduti comodamente sul divano o al tavolino di un bar. Tutto quello che chiamano transizione o nuova normalità è già qui o la faranno passare. Non ha più senso lamentarsi a meno che, appunto, non ci si attivi in prima persona…

Vai all’articolo

Farine di Insetti negli Alimenti Approvate in Italia: il Decreto va in Gazzetta Ufficiale durante le Feste

I decreti che regolano l’etichettatura di alimenti che contengono farine di larve di insetto e locuste sono andati in gazzetta ufficiale il 29 dicembre 2023.
Alla fine, nessuno stop in Italia all’uso di farine animali ricavate da insetti per la produzione di cibi destinati all’alimentazione umana.
Lo scorso 29 dicembre, senza particolare clamore mediatico, sono stati pubblicati in gazzetta ufficiale i decreti che regolano la commercializzazione di quattro diversi ingredienti a base di insetti, tre larve e un tipo di locusta, per la produzione di prodotti alimentari.
I decreti, datati 6 aprile 2023 ma promulgati in Gazzetta Ufficiale solo pochi giorni fa nel pieno delle festività, si occupano nello specifico di:
– Alimenti e preparati, destinati al consumo umano, ottenuti mediante l’utilizzo della polvere parzialmente sgrassata di Acheta domesticus ovvero di Acheta domesticus congelato, essiccato e in polvere…

Vai all’articolo

Il Fumo Restringe il Cervello e Smettere non lo Ripristina

Un recente studio pubblicato su Biological Psychiatry: Global Open Science ha rivelato che il fumo rimpicciolisce il cervello e smettere non ne ripristina le dimensioni.
Uno studio recente dimostra che il fumo provoca un restringimento del cervello e che smettere non annulla il danno. I risultati contribuiscono alla comprensione del motivo per cui i fumatori hanno maggiori probabilità di contrarre l’Alzheimer e il deterioramento cognitivo legato all’età.
La buona notizia è che il restringimento si interrompe non appena il fumatore smette di fumare…

Vai all’articolo

Glifosato: la Commissione Europea lo Autorizza per Altri Dieci Anni

di Valentina Bennati
Dopo averlo annunciato il 16 novembre, pare che nella giornata del 28 novembre, la Commissione Europea abbia ufficialmente rinnovato l’autorizzazione dell’erbicida glifosato per un periodo di altri 10 anni.
Al momento in cui scrivo non c’è ancora un comunicato ufficiale, ma la notizia sta iniziando a circolare: QUI e QUI, due articoli che ne parlano.
La Commissione Europea può decidere in autonomia quando non viene raggiunta la maggioranza qualificata (favorevole o contraria) da parte degli Stati membri dell’Unione Europea. E, infatti, sulla scottante questione glifosato, la maggioranza qualificata non è stata raggiunta in due precedenti occasioni: né durante il voto nel Comitato competente (Scopaff), né in sede di Comitato d’Appello…

Vai all’articolo