Von der Leyen Perde la Causa in Tribunale, un Duro Colpo per la sua Candidatura al Secondo Mandato

di Claudia Chiappa
La presidente della Commissione europea è stata criticata per la sentenza sulla trasparenza dei vaccini, un giorno prima del voto cruciale sul suo futuro.
La candidatura di Ursula von der Leyen per un secondo mandato a capo della Commissione europea ha subito un duro colpo dopo che una corte distrettuale dell’UE ha stabilito che non è stata sufficientemente trasparente con l’opinione pubblica in merito ai contratti per i vaccini anti-Covid-19.
Il Tribunale dell’Unione europea si è pronunciato contro la decisione della Commissione di censurare ampie parti dei contratti prima di renderli pubblici.
La sentenza è arrivata poco più di 24 ore prima che il futuro politico di von der Leyen venga deciso dai membri del Parlamento europeo. Ha bisogno di 361 dei 720 legislatori dell’UE per sostenerla in un voto segreto che si prevede sarà serrato…

Vai all’articolo

Il Kansas Accusa Pfizer!

La reazione a catena innescata dal Kansas e dagli altri Stati che lo hanno seguito è inarrestabile ed è destinata a travolgere tutti quelli che sapevano ed hanno taciuto.
Lo Stato del Kansas (il primo dei 5 Stati americani a fare causa a Pfizer) ha delineato le diverse accuse:
1. Pfizer ha ingannato l’opinione pubblica dicendo di avere un vaccino contro il COVID-19 “sicuro ed efficace”.
2. Pfizer ha affermato che il suo vaccino contro il COVID-19 è sicuro anche se sapeva che era collegato a gravi eventi avversi, tra cui miocardite e pericardite, gravidanze fallite e decessi. Pfizer ha nascosto al pubblico queste informazioni critiche sulla sicurezza.
3. Pfizer ha affermato che il suo vaccino contro il COVID-19 era efficace anche se sapeva che il suo vaccino contro il COVID19 diminuiva nel tempo e non proteggeva dalle varianti del COVID-19. Pfizer ha nascosto al pubblico queste informazioni critiche sull’efficacia…

Vai all’articolo

Lo Scandalo Pfizer-UE: Ursula von der Leyen ha Guadagnato 760 Milioni di Dollari dai Vaccini?

di Cesare Sacchetti
Questa è una storia di quelle che non è stata raccontata dai media mainstream. Non è stata raccontata fino in fondo perché i suoi risvolti sono troppo ingombranti e scomodi per i suoi protagonisti.
Il giornalista rumeno, Adrian Onciu, ha condotto un’inchiesta sulla genesi di questa trattativa e il sito sul quale l’ha pubblicata, Mediafax, non ha tardato a farla rimuovere.
Evidentemente le conclusioni sono troppo scomode per il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, per il colosso farmaceutico americano presieduto da Albert Bourla, e per tutti gli altri membri della Commissione che avrebbero taciuto su quello che appare come un enorme scandalo che vedrebbe la von der Leyen invischiata in un macroscopico conflitto di interessi…

Vai all’articolo

Generale Figliuolo: “Stellette” poco Trasparenti!

di Andrea Caldart
Non che se ne sentisse la mancanza, ma il Generale Figliuolo sembrava sparito dai radar finché ora, non ricompaiono le sue poco brillanti “stellette”.
Anche se già tempo fa i deputati di Alternativa, Pino Cabras e Andrea Vallascas, avevano presentato un’interrogazione all’ex primo ministro Draghi, sulla gestione economica commissariale di Figliuolo, oggi “penna bianca” torna sotto i riflettori perché si è opposto alla pubblicazione del contratto stipulato il 27 gennaio 2022, tra Italia e la Pfizer per la distribuzione di 600 mila trattamenti dell’antivirale Paxlovid.
Una “bellissima” azione di piena trasparenza da parte di colui che voleva venire militarmente nelle nostre case per sottoporci, contro la nostra volontà, ad una somministrazione di un siero sperimentale, violando la Costituzione italiana, dove, anche lui, dovrebbe aver giurato da militare di servire e rispettare…

Vai all’articolo