Disclaimer

Conoscenzealconfine.it non è un “prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata”, come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità.

Questo sito ricondivide articoli, di diversi autori e studiosi. Tra i tanti argomenti trattati nel sito, c’è quello sanitario in generale. La nostra passione consiste proprio nella ricerca di punti di vista non ordinari, al confine appunto, e quindi spesso in contrasto con le disposizioni della medicina ufficiale.

Si ricorda che le informazioni ricondivise in questo sito non sono un consulto medico, e non sostituiscono, in nessun caso, un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico, e quindi non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o la sospensione di un farmaco senza che prima venga consultato un medico di medicina generale o uno specialista. Quindi, l’utilizzo di tali informazioni è sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione unica dell’utente.

Il sito non è in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti da siti terzi collegati tramite link.

LA TERAPIA VERBALE - LA MEDICINA DELLA CONSAPEVOLEZZA
di Gabriella Mereu

La Terapia Verbale - La Medicina della Consapevolezza

di Gabriella Mereu

"Questo mio volumetto sulla cura delle malattie non ha niente di "scientifico"; ogni volta che intraprendo una cura non ho nessuna analisi di laboratorio davanti, non ho nessuna misurazio­ne, sto agendo nell'imponderabile: la coscienza del paziente. Non ha senso, per me esporre casi­stiche perché i casi clinici sono tra i più dispa­rati e perché agisco su un terreno che si manife­sta attraverso una risposta dall'inconscio.

Que­sta varia da persona a persona e, nella stessa per­sona è variabile nel tempo (ma il paziente spes­sissimo viene curato). Agisco proprio al contra­rio dell'opinione comune: "L'intervento è anda­to scientificamente bene, ma il paziente è mor­to". Ho cercato di esprimermi in un linguaggio chiaro e semplice, che è il linguaggio della verità, perché mi possano capire tutti. Vorrei trasmettere un importante messaggio: la terapia migliore è quella che segue tre parametri: agire nel minor tempo possibile, essere la meno traumatica possibile e la meno dispendiosa possibile.

Curano tutti: i medici con i farmaci, gli omeopati con i rimedi, i chirurghi, gli ago-puntori, gli sciamani, la medicina popolare. Dietro questo fenomeno vi è un fatto molto semplice: che il paziente si cura da solo. Questo mio libretto, che descrive una tecnica tratta da anni di ricerche, vuole dimostrare essen­zialmente che la medicina ed il medico sono solo dei veicoli e che il medico dovrebbe funzionare solo da guida, perché la guarigione fìsica si attui insieme alla consapevolezza ed alla evoluzione del paziente."
Gabriella Mereu

...

I commenti sono chiusi