La Guerra Invisibile

di Laura RU

Perché gran parte dell’Occidente ha perso la capacità di pensare in modo logico e razionale e reagisce agli stimoli senza consapevolezza, come il cane degli esperimenti di Pavlov?

Sarò sintetica per mancanza di spazio. L’argomento è complesso ma questa non è la sede per accademicismi.

Da decenni gli esseri umani sono sottoposti a stimoli sempre più sofisticati – la manipolazione spesso avviene sotto la soglia della coscienza – per indurli ad acquistare servizi, esperienze e prodotti.

L’Homo Consumens vive in un perenne stato di ansia, dipendenza e insoddisfazione che paralizza la coscienza. Trova sollievo solo nel conformismo, quello della massa o quello del gruppo di riferimento, ma nulla lo salva dalla sua condizione atomizzata e solipsistica.

Ormai si parla di una vera e propria mutazione antropologica che riguarda la sfera psico-emotiva.

L’Homo Consumens non deve ragionare e comprendere, solo rispondere a stimoli.

La digitalizzazione, il bombardamento mediatico e la sempre maggiore velocità di reazione a cui l’uomo è chiamato, hanno esacerbato un habitus mentale che esclude la riflessione.

La guerra è anche e soprattutto guerra cibernetica, psicologica, cognitiva e dell’informazione. La guerra dell’informazione è una guerra per il controllo di ciò che il pubblico vede, legge, ascolta. Quella psicologica per ciò che il pubblico sente (feeling). Quella cibernetica serve a colpire le capacità tecnologiche e informatiche dei Paesi bersaglio. La guerra cognitiva mira a controllare il modo in cui il pubblico pensa e reagisce.

Si tratta di guerre invisibili e per questo motivo ancora più insidiose.

Articolo di Laura RU

Fonte: https://t.me/LauraRuHK

IL CIBO CHE CURA - IL CIBO CHE AMMALA
di Maria Rosa Di Fazio

Il Cibo che Cura - Il Cibo che Ammala

di Maria Rosa Di Fazio

L’alimentazione è una potente arma di prevenzione contro le malattie più gravi e anche un aiuto sinergico alle rispettive terapie.

Questo libro propone un regime alimentare fortemente innovativo, con molti NO e molti SÌ che in un primo momento vi sorprenderanno. Ma, una volta acquisito come abitudine, vi cambierà la vita. In meglio.

Perché leggere questo libro:

  • Se anche tu sei convinto che mangiare in modo sano sia il primo passo per vivere in salute.
  • Per conoscere il parere professionale di una grande oncologa italiana.
  • Per imparare a mangiare risparmiando anche sulla spesa.

Dalla quarta di copertina

Dimenticatevi quella logora battuta che in tanti si divertono a ripetere, ignorando però del tutto quello che dicono. Sì, ci riferiamo a quelle parole che avrete sentito o letto tante volte e che suonano più o meno così: "Non si può vivere da malati per morire sani".

Dimenticatevela perché è una battuta fondamentalmente sbagliata, oltre che poco rispettosa verso chi, seriamente malato, vorrebbe invece poter avere il dono di morire sano. Di conseguenza è una battuta anche un po' stupida.

Pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo, questo libro nato dall'esperienza professionale di più di un quarto di secolo di una grande oncologa italiana di statura internazionale vi rivelerà invece qual è la vera Verità. E cioè che mangiare in modo sano per investire sul bene più grande che abbiamo - la Salute - non comporta rinunce impossibili e al tempo stesso risulta gradevole tanto al palato quanto all'occhio, come scoprirete da voi in una ricca sezione finale dedicata alle ricette, dagli antipasti ai (pochi) dolci.

Senza dimenticare che seguire i suggerimenti alimentari della dottoressa è anche più economico per il bilancio familiare: sia perché mangiando così si evita di acquistare tanti prodotti che nella migliore delle ipotesi sono del tutto inutili - se non addirittura dannosi - sia perché vivere in salute oggi significa anche meno spese mediche domani.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.