Falsa Narrazione e fantomatica “Minaccia nera”

di Cesare Sacchetti
Se apriamo le prime pagine dei giornali di regime troviamo la stessa identica falsa narrazione.
Questo non deve sorprenderci affatto perché ormai da tempo abbiamo visto che non esiste alcuna informativa. Esiste una macchina di menzogne saldamente nelle mani di cinque famiglie, ognuna delle quali è fedele all’agenda del Nuovo Ordine Mondiale. L’ultima falsa narrazione in questione è quella che descrive la fantomatica “minaccia nera”.
Le false opposizioni del Parlamento ormai non riescono più a contenere il dissenso nei confronti del regime mondialista. Il dissenso è ormai uscito dal Parlamento e sta correndo rapidamente verso i confini del sistema. Il regime pertanto per cercare di contenere nel perimetro della Matrix il popolo che ormai non crede più alla truffa della democrazia liberale, ha tirato fuori l’ultima risorsa a guardia del sistema: la falsa destra patriottica…

Vai all’articolo

Abbandonare l’Italia, oppure resistere alla “Dittatura”?

Ormai la stessa voce si rincorre ovunque… abbandonare l’Italia! Per scappare dove? Ovunque i cittadini non siano obbligati a subire il ricatto psico-sanitario, degno di una dittatura.
Tutto era cominciato con il grottesco Conte, capace di imporre il lockdown e di invitare a Roma gli “specialisti” cinesi per farsi spiegare (da loro) come gestire la Grande Emergenza, che da noi è letteralmente esplosa dopo aver ignorato il piano pandemico dell’Oms, proibito le autopsie e negato le cure nel frattempo messe a punto dai medici.
Poi è arrivato Draghi, con un imperativo categorico: riaprire il paese. Ma a una condizione: prima, sottoporre l’intera popolazione alla “timbratura digitale” corporea, presentata come “campagna vaccinale” (mutuando quindi il termine da un presidio sanitario che appartiene alla storia della medicina moderna: il vaccino, ossia l’inoculo dell’agente patogeno depotenziato).
Stavolta la faccenda è diversa: niente patogeno. In compenso, nei preparati compare l’ossido magnetico del grafene, virtualmente adatto a “dialogare a distanza” con le antenne 5G nel frattempo installate in tutta la penisola. Chi chiama “no vax” i tanti cittadini che ancora resistono all’imposizione del Tso, magari accusandoli di avere “paura del vaccino”, forse dimentica che a scatenare l’indignazione dei più è semmai il disprezzo che il governo mostra nei loro confronti, calpestando le libertà elementari: fino al punto di arrivare all’ingiunzione ricattatoria più estrema, la perdita del posto di lavoro…

Vai all’articolo

Mattarella sputa sulla Costituzione: cosa è arrivato a dire contro chi rifiuta il Vaccino. Ha superato ogni Limite!

Sergio Mattarella: “Non si invochi la libertà per sottrarsi alla vaccinazione!”.
Ha scelto l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Pavia, domenica 5 settembre, il presidente Sergio Mattarella per lanciare un duro monito sui vaccini. “Non si invochi la libertà per sottrarsi alla vaccinazione perché quell’invocazione” equivale a “mettere al rischio la salute altrui”, ha detto il capo dello Stato.
No a vie di mezzo, ribadisce Mattarella, perché il concetto di “salute come bene pubblico” consente di sottolineare il “richiamo alla responsabilità sociale e al dovere morale e civico della vaccinazione”. Insomma, farsi il vaccino anti-Covid è un dovere morale. “Questo è lo strumento che con grande velocità la comunità scientifica ci ha consegnato per sconfiggere il virus e che sta consentendo di superare le conseguenze economiche e sociali della pandemia”

Vai all’articolo

Lettera agli Insegnanti

Prof. Francesco Benozzo
Care colleghe, cari colleghi, da più di un anno e mezzo mi trovo, direi ormai mio malgrado, in prima linea per combattere la versione monocorde della storia “pandemica”.
Ho pubblicato circa 30 interventi di carattere militante, ho pubblicato tre libri – due dei quali tradotti ora in più lingue, l’ultimo dei quali scritto a quattro mani con un professore, Luca Marini, ben più autorevole di me – su un’idea evidentemente non allineata di scienza, dissidenza e poesia. Ho fatto concerti, alcuni credo importanti, per raccontare una storia diversa.
All’Università di Bologna, dove ho – o ho avuto – l’onore di insegnare, sono stato censurato per avere espresso la mia libertà di pensiero, dalle stesse autorità accademiche che mi chiedevano di organizzare manifestazioni pubbliche, in nome della libertà di pensiero, per il nostro sventurato studente Patrick Zaki (che un qualche dio benedica te, ragazzo, insieme a chi si trova nella tua condizione in modo anche più anonimo).
Insegno con grande consapevolezza la Filologia sulla cattedra che fu prima di Giosue Carducci e poi di Giovanni Pascoli. In nome di questa consapevolezza, vengo ora al punto…

Vai all’articolo

Se ci pensate è facile Prevedere le prossime Mosse dei Detentori del Potere, in Italia e non solo

di Claudio Martinotti Doria
Non ci voleva un genio per prevedere quale sarebbe stato il passaggio successivo della narrativa mainstream per perseguire gli obiettivi dell’élite dominante e globalista che sta attuando il piano del Great Reset di Davos.
Dopo il Green Pass e il riscontro dell’importante zoccolo duro della popolazione che non è disposta a farsi iniettare l’intruglio OGM che spacciano per vaccino (che si è già rivelato inutile e dannoso e che hanno fatto credere miracoloso, innocuo e immunizzante), non potevano che falsare i numeri dei ricoverati in ospedale alterando i dati.
L’Italia, per quanto possa essere un paese anomalo, non può essere molto diverso dal punto di vista sanitario rispetto ai paesi esteri occidentali (dell’OCSE, per intenderci), tipo Israele, dove la stragrande maggioranza dei ricoverati in terapia intensiva per COVID-19 sono vaccinati, si parla del 95%.
Se in Italia fornissero questi dati, tutta la falsa narrativa sull’esigenza di vaccinarsi per risolvere il problema del virus crollerebbe. E allora basta falsificare i dati, come fanno da un anno e mezzo. Intanto chi andrà mai a controllare?…

Vai all’articolo

Apartheid all’italiana

di Riccardo Pizzirani
E così, nell’inerzia e nell’apatia, tra un europeo di calcio ed un oro alle olimpiadi, da oggi entra in vigore in Italia la Segregazione: il disperato tentativo del Governo di BCE e Big Pharma di estorcere il libero consenso vaccinale, tramite il ricatto e le privazioni.
La norma è molto semplice: per tutti i cittadini che non hanno voluto dotarsi di lasciapassare governativo rimarranno fissi tutti i doveri, ma caleranno fortemente i diritti. A costoro:
– Sarà proibito l’accesso ai ristoranti al chiuso.
– Sarà proibito visitare i propri parenti in ospedale.
– Sarà proibito l’accesso agli spettacoli all’aperto, agli eventi sportivi, a sagre, fiere, convegni e congressi.
– Sarà proibito l’accesso a musei, mostre e biblioteche.
– Sarà proibito l’accesso a piscine, palestre e centri benessere al chiuso, a centri termali, parchi tematici e di divertimento.
– Sarà proibito l’accesso a centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso, a sale gioco, sale scommesse, e casinò.
– Sarà proibita la partecipazione a concorsi pubblici.
E poi, da settembre, sarà proibito salire su treni, navi ed aerei. E ai professori universitari che non piegheranno la testa, dopo 5 giorni di trasgressione sarà loro negato lo stipendio.
Questa mossa dell’esecutivo genera due importanti riflessioni:…

Vai all’articolo

No Pass, no Marriage!

di Saura Plesio (Nessie)
Questo è l’incredibile coraggioso discorso della deputata Dagmar Belakowitsch (FPO) al parlamento austriaco (youtu.be/b61D7WmE5Jc) Ascoltatelo e leggete la traduzione in Italiano. Nessun deputato o deputata dei nostri ha finora dato prova di una simile tempra.
L’ “oppofinzione” vuole addirittura rivaleggiare e primeggiare con il Pd e il M5S su chi vaccina di più e chi mette più pass. Salvini giubila per l’oretta in più del coprifuoco (alle 23.00) ottenuta “grazie alla Lega”. Mamma mia, quanta libertà ad un popolo stremato per 15 mesi! Che ne faremo dell’ora in più? La Gelmini vuole i comitati sanitari anche ai matrimoni (si parla addirittura di un manager sanitario) per verificare chi si è vaccinato e chi no. Chi dopo essersi vaccinato ha ottenuto il Pass, potrà aver diritto a sposarsi o a far parte del banchetto di nozze. Altrimenti: No Pass, no Marriage!

Vai all’articolo

Clown, Draghi e Trasformisti finalmente gettano la “Maschera”

di Dinaweh 
Facciamo una riflessione semplice e chiara sulla conclamata truffa pseudo-psico-pandemica in cui questi criminali hanno gettato il mondo.
Nel paradosso kafkiano in cui ci hanno fatto tutti precipitare, mentre hanno imposto a noi le maschere con l’unico scopo simbolico non dichiarato di umiliarci alla stessa stregua dei cani (che peraltro dalle museruole sono esenti!), loro hanno finalmente “gettato la maschera”! 
Eh sì… perché di questi clown, di questi servi e maggiordomi dello stesso sistema che infine li trangugerà, nient’altro ormai si può dire, almeno agli occhi di chi ha cominciato a svegliarsi dall’inebetimento generale. Rimangono gli stolti, i decerebrati, i lobotomizzati da mammativvù, o quelli che vanno ancora sotto i Palazzi del potere ad “implorare il lavoro” che un anno fa barattavano per non pagare le multe: incostituzionali e illegittime, di governi di nominati, anticostituzionali e illegittimi…

Vai all’articolo

La Pazienza è finita!

di Claudio Romiti
Con tutta probabilità passeremo un’altra Pasqua infernale, all’insegna delle restrizioni e dei divieti, continuando ad indossare le mascherine all’aria aperta in segno di obbedienza ad un Regime sanitario che, soprattutto in Italia, ha oramai assunto i caratteri di una dittatura.
Francamente mi piacerebbe scrivere d’altro, tornando ad occuparmi dei temi che approfondisco da una vita. Tuttavia, dal momento che la questione delle libertà conculcate è in questo momento il problema dominante, continuerò a battermi senza tregua, anche sulle pagine dell’Opinione, contro le sistematiche violazioni dei nostri diritti civili. Violazioni perpetrate da oltre un anno nell’insensato e vano tentativo di bloccare la circolazione di un virus caratterizzato da una relativa bassa letalità…

Vai all’articolo

Draghi: dai Burattini ai Burattinai

di Roberto Pecchioli
In alto hanno deciso: basta Conte, arriva Mandrake, “l’uomo-drago”. Che bella democrazia, in cui non si vota! Comico parlare di sovranità; i sovranisti della domenica troveranno il modo di allinearsi con la volontà di lorsignori.
“Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole e più non dimandare”. In alto hanno deciso: basta Conte, arriva Draghi. Passiamo dai burattini ai burattinai. Il potere scende in campo direttamente: la gravità della situazione italiana deve essere peggiore delle più nere previsioni, e non solo per il crollo del PIL.
Non riusciamo però a condividere l’entusiasmo di chi si consola per la fine del governo giallo fucsia. Pessima gente, per carità, povera patria in mano a don Fofò Bonafede, il disc jockey ministro di giustizia, a Giggino Di Maio, ministro degli esteri digiuno di storia e geografia che neppure sospetta l’esistenza della geopolitica. E che dire di un prefetto agli Interni, dell’imbarazzante signora De Micheli ai trasporti, del povero Speranza (nomen omen) alle prese con il “contagio” e di tutta l’improbabile brigata…

Vai all’articolo

Controllo e Incertezza nello Stato Paternalista

di Davide Cavaliere
Il Governo e la sua corte di virologi stanno adottando i medesimi meccanismi di controllo che venivano adottati nei lager nazisti.
Lo psicanalista Bruno Bettelheim, sopravvissuto ai campi di sterminio di Dachau e Buchenwald, si chiese com’era possibile che un numero sparuto di guardie tenesse a bada migliaia e migliaia di persone incarcerate nei lager. La risposta che si diede è illuminante nella sua crudele semplicità: incertezza e angoscia fiaccavano i deportati e sbarravano la strada alla coscienza e a ogni pensiero di rivolta.
I kapò mantenevano gli uomini in un limbo di eterna incertezza, eterna indeterminazione, eterno rischio, impedendo il formarsi di nessi di causalità nella mente dei prigionieri. Nessuna azione era possibile perché il carceriere non era prevedibile.
Il governo e la sua corte di virologi stanno adottando i medesimi meccanismi di controllo. Come nel lager, ora un’azione viene premiata (bonus vacanze), ora la stessa viene punita (restrizioni perché la gente è andata in vacanza)…

Vai all’articolo

La nostra Civiltà distrutta da una “Pandemia di asintomatici”

di Ilaria Bifarini
Siete pronti? Stasera i media di regime vi comunicheranno (come sempre) con toni apocalittici un numero elevatissimo di nuovi contagi. Ovviamente ometteranno di dirvi che il 95% di questi sono asintomatici o paucisintomatici (cioè consintomi lievi) che, in altri tempi, non avrebbero destato alcuna preoccupazione.
Ma le pecore impaurite si uniranno al coro degli allarmisti e dei catastrofisti, che stanno distruggendo un’economia e una democrazia in modo irreparabile. Lo so che è l’effetto della suggestione che si propaga nelle masse e che la manipolazione mediatica è molto potente, ma ormai non ho più compassione di queste pecorelle ottuse che stanno contribuendo alla fine della civiltà e si illudono pure di avere una superiorità morale.
Ognuno di noi che non manifesta il proprio dissenso, ciascuno a seconda delle proprie possibilità e modalità, davanti al disegno criminale in corso, dovrà sentirsi responsabile di quanto accadrà…

Vai all’articolo

L’Ombra del Coprifuoco e delle Consegne militari

di Ruggiero Capone
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha convocato il Consiglio Supremo della Difesa per il 27 ottobre. I contenuti di questo importante vertice rimangono sconosciuti ai cittadini.
Ma il piccolo uomo di strada, che forse non ha memoria e conoscenza delle punizioni militari, che probabilmente non ha fatto servizio di leva, che non ha ascoltato i discorsi degli anziani spettatori di guerre e tragedie varie, potrebbe anche domandarsi perché avvengano queste riunioni. Certamente in quella sede il presidente della Repubblica toccherà l’argomento “coprifuoco”.
Quest’ultimo è un termine italiano, comprensibile ai più, e non lascia dubbi esotici ed elastiche interpretazioni quanto il tristemente noto “lockdown”. In molti sorge allora il dubbio che, il vertice serva anche a prevedere militarmente eventuali rivolte, a pianificare come soffocare in tempo aneliti di piazza antigovernativi. Scopriamo così il volto militarmente cinese dello Stato italiano?…

Vai all’articolo

Ragazza senza mascherina arrestata a Napoli da tutti questi agenti!

di Denise Baldi
Sta diventando virale il video di una ragazza arrestata in pieno centro a Napoli perché era senza mascherina.
In Campania dal 24 settembre è in vigore l’ordinanza regionale che obbliga all’uso della mascherina anche all’aperto. Non tutti hanno recepito il messaggio del presidente “sceriffo” di Regione De Luca, che usa tutti i fondi esistenti per fare tamponi inutili a persone perfettamente sane, costringendo però persone malate di altre patologie gravi e povere a rinunciare alle cure (guarda video di F. Amodeo in fondo all’articolo).
Ieri 6 ottobre, in Via Toledo, a Napoli, i passanti si sono trovati di fronte alla scena surreale di un arresto nei confronti di una ragazza che non portava la mascherina…

Vai all’articolo

Un Viaggio in treno nella assurda “Civiltà della Mascherina”

di Valdo Vaccaro
Tutti in attesa del “Messia”, ovvero del Vaccino: in questi giorni sto verificando e toccando con mano il livello mostruoso di diseducazione e di istupidimento della gente di fronte al problema virus.
Dopo anni e anni di bombardamento mediatico, di terrorismo pianificato e portato avanti con perfetto cinismo da un coacervo di interessi, non ci sono ragionamenti che tengano. La massa dei popoli del mondo vive nel panico e nella paura. Siamo arrivati a un punto di non ritorno. Tutti mascherati e tutti in ginocchio nell’attesa ansiosa del “messia”, cioè del primo vaccino disponibile in arrivo, comunque esso sia, qualunque cosa esso contenga, chiunque lo abbia fabbricato.
Cronistoria di un viaggio in treno
Racconto in breve il mio primo tragitto in treno per l’andata a Imola da Udine in dato 19 Settembre e il mio ritorno da Imola il 21 Settembre. Una esperienza letteralmente allucinante. Venivo da diversi mesi di vita sana e rustica, rurale, campestre. Mai messo una mascherina in vita mia. La mia compagna di vita Kathleen me ne ha infilata una in tasca, perché non si sa mai. Il maggiore dei miei figli mi ha salutato dicendomi “Papi, se indossi davvero quella mascherina io ti disconosco come mio padre”. Con questo spirito ho preso il treno per Imola…

Vai all’articolo

I Negazionisti e… i Creduloni

di Marco Bassani
Il termine “Negazionismo” e tutti i suoi derivati nascono in un contesto molto specifico e dovrebbero essere usati con grande cautela.
Già nell’ambito degli studi sull’Olocausto bisogna essere molto attenti a non dare del “negazionista” a uno storico, solo perché sta esprimendo opinioni controverse. Negazionista è solo ed esclusivamente chi nega un accadimento storico preciso, ossia nello specifico lo sterminio degli ebrei ad opera del regime nazista. Poi ognuno la pensi come vuole nei confronti di chi crede che l’Olocausto non sia mai avvenuto.
L’estensione del termine al di fuori dell’Olocausto è però davvero vergognosa e moralmente inaccettabile. Mira a creare un’ortodossia indegna di una comunità di esseri liberi e senzienti e a delineare i paletti di un dibattito sempre più angusto, nel quale il potere diventa inattaccabile…

Vai all’articolo

Difendere la Costituzione in Italia non va bene!

di Marcello Pamio
“No Vax a Firenze, denunciati gli organizzatori della manifestazione in piazza Santa Croce: assembramenti senza protezioni”. Così titola il Fatto Quotidiano del 22 giugno 2020, sottolineando ed evidenziando le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella: “Una massa di irresponsabili proveniente da tutta Italia ha invaso Santa Croce in spregio ad ogni regola di sicurezza”.
Posizione questa del primo cittadino più che comprensibile, visto che arriva dalle fila del partito maggiormente colpevole della devastazione economica italiana, il partito che nell’attuale governo ha gestito con i piedi l’emergenza sanitaria: ovviamente mi riferisco al PD.
Il suo quindi è un atto “più che dovuto”, anche se a livello ufficiale gli organizzatori della manifestazione non hanno ancora ricevuto nulla di concreto, a parte le chiacchiere da bar dei megafoni del Potere: gli zerbinati media mainstream, sempre pronti a leccare la mano del padrone che da loro la pappetta

Vai all’articolo

Roma come Pechino: la Dittatura sanitaria pronta a sferrare un altro duro colpo al cuore dell’Italia

di Ruggiero Capone
I romani si preparano alla “vita alla cinese”: Lockdown, Riconoscimenti facciali e “Città proibita”.
Ormai ci hanno abituati allo Stato di Polizia e alla repressione, ora sono pronti a nuovi e pericolosi attacchi. Roma, cuore d’Italia e faro del mondo, è il prossimo obiettivo della dittatura sanitaria globale. Con la complicità dello Stato italiano (Che di italiano ha solo il nome ormai).
I vertici dello Stato stanno accarezzando l’idea, e non tanto velatamente, di bloccare Roma. Perché vorrebbero scongiurare le proteste della gente e che passino sotto i riflettori i veri problemi della Capitale.
Così un “lockdown romano” concentrerebbe i media sul virus, omettendo di parlare di trasporti pubblici non a norma, dell’impossibilità di risarcire chi ha subito danni in autobus e metro, del cattivo uso che fa l’amministrazione dei milioni che incassa con Imu, Tasi, Tari, Cosap…

Vai all’articolo

È ormai Dittatura!

di Conoscenze al Confine
È Dittatura! Non possiamo più usare questa parola in senso solo provocatorio.
Qui non ci sono più parole, perché le parole non servono più, non c’è più alcuna comunicazione, alcuno scambio di idee possibili, con chi ha in pugno il potere. Hanno il potere politico, giudiziario, militare, “sanitario”… anche se non sapevamo che esistesse un “potere sanitario”. E soprattuto, hanno il potere sulle menti della gran parte della massa, grazie all’occupazione completa dei media mainstream.
Molti si faranno fare la puntura. Non gli è bastato perdere la libertà, si faranno marchiare “volontariamente”, con il rischio di rovinarsi la salute in modo irreversibile, o di morire. Neanche un allarme di tale gravità serve più a niente…

Vai all’articolo