Vaccinazioni Forzate: le motivazioni occulte

Perché numerosi governi mondiali si prodigano in modo ottuso e violento affinché la popolazione umana a loro sottoposta assuma più vaccinazioni possibile, con tutti i mezzi?
Non per denaro! Quelli là, i proprietari delle corporation che possiedono il pianeta, i soldi se li stampano da soli. Se hanno bisogno di qualche miliardo, gli basta fare un click sulla tastiera di un computer. Non si imbarcherebbero mai in lungaggini pericolose, con la prospettiva di doversi destreggiare tra politica, leggi, leggine, diktat e finte emergenze sanitarie solo per soldi.

Non per la profilassi ! In primo luogo, perché ai potenti dello stato di salute dei propri sudditi non è fregato mai un tubo, in secondo luogo, perché le moderne vaccinazioni sono solo veicoli di veleni neurotossici e non…

Vai all’articolo

Come tengono intrappolata la Ghiandola Pineale per evitare che l’uomo si evolva!

Ghiandola Pineale

C’è un piano accuratamente nascosto che cerca di tenere le persone sul filo del rasoio, determinando la mancanza di evoluzione spirituale, poiché se gli uomini si evolvessero non sarebbe più possibile usarli. Se l’ascensione fosse alla portata di tutti, verrebbe a mancare la materia prima al piano.
Quindi, la cosa migliore, è tenere le persone bloccate con carestie, malattie, burocrazia, problemi economici, guerre, criminalità. Questi sono tutti diversivi e distrazioni studiati per fare in modo che l’uomo, impegnato nel risolvere le necessità materiali, NON ABBIA TEMPO PER EVOLVERSI, verso il riconoscimento della propria natura spirituale.
Probabilmente il piano di controllo risale alla notte dei tempi, alla Torre di Babele e anche prima, e le forze in gioco sono grandi e inimmaginabili e hanno riversato, periodicamente, ondate di paura sull’umanità…

Vai all’articolo

“Smart Dust”, la polvere che spia e trasmette informazioni

Smart dust e nanotecnologie

Nel suo articolo “Ecco la polvere che spia” pubblicato sul quotidiano La Repubblica il 31 ottobre 2002, Federico Rampini descrive la polvere intelligente o “smart dust” come un pulviscolo composto di miriadi di microchip.
Di essa egli scrive: “Il Pentagono la definisce la tecnologia strategica dei prossimi anni” (…) Il pulviscolo intelligente è fatto di miriadi di computer microscopici. Ognuno misura meno di un millimetro cubo, ma incorpora sensori elettronici, capacità di comunicare via onde radio, software e batterie.
Invisibile e imprendibile, la polvere di intelligenze artificiali si mimetizza nell’ambiente e capta calore, suoni, movimenti. Può essere diffusa su territori immensi e sorvegliarli con una precisione finora sconosciuta…

Vai all’articolo

Scie chimiche: ecco quali sono gli oscuri scopi militari

Scie chimiche nel cielo

Ecco i principali scopi delle scie chimiche, espressi in forma molto essenziale.
Tra parentesi, viene indicato per ogni punto se si tratta, stando all’attuale stato degli studi, di un obiettivo accertato o solo congetturato:  

• Modificazione meteorologica e climatica finalizzate allo scatenarsi di eventi climatici catastrofici in certi determinati luoghi, come ad esempio una nazione da invadere… (scopo assodato, anzi riconosciuto ufficialmente. Si vedano i numerosi brevetti tradotti in tecnologie e le pur ambigue ammissioni ufficiali).

• Accecamento dei radar nemici per…

Vai all’articolo

Italia anni ’70/’80: Quando il cielo era blu e non spruzzavano Scie Chimiche!

Milanno anni 60 - Largo Cairoli

Per chi ancora non vuol vedere!
Prendendo spunto da un’attivista che ha postato su facebook immagini dei cieli degli anni ’70/’80, ho deciso di fare questo articolo con ulteriori immagini di città italiane del passato, anni ’70/’80, dove sono evidenti cieli completamente differenti da quelli odierni.

Cieli naturali, privi di scie bianche, incroci vari e velature artificiali. Mentre oggi trovare una giornata con il cielo naturale, come nelle immagini che seguono, è ormai rarità assoluta! Eppure sono ancora in tanti a non voler vedere e a negare l’evidenza. E tutto ciò è…

Vai all’articolo

Guerra alla vita terrestre con armi elettromagnetiche e sostanze tossiche irrorate nell’atmosfera!

Kylie Jenner - Chemtrails

di Dario Sardella
Strumenti di morte su scala planetaria. Esistono e sono vietati dalla Convenzione ENMOD dell’ONU, entrata in vigore il 5 ottobre 1978.

Ecco un dato ufficiale su cui riflettere, anzi una firma inconfondibile di un fenomeno innescato dalla mano armata dell’uomo: scarsa profondità, ovvero ipocentro anomalo. Il Corriere della Sera del 25 agosto 2016, recita testualmente: “C’è un’anomalia in questo terremoto (terremoto del 24 Agosto 2026 in Centro Italia), che ha portato per l’ennesima volta vittime e danni nella martoriata Penisola. È la scarsa…

Vai all’articolo

Inghiottito dalle scie chimiche

Franco Caddeo

di Gianni Lannes
Il primo uomo in Italia ad occuparsi attivamente del pericolo delle scie chimiche, è scomparso nelle acque della sua amata Sardegna il 28 agosto 2009.

Non risultano siano state condotte indagini accurate su questo caso inquietante. Un mistero mai chiarito. Soltanto un trafiletto sul giornale locale. Franco Caddeo aveva preso il largo a Putzu Idu, con il gommone in un giorno tranquillo, col mare calma piatta. E non è più tornato dai suoi cari, dalle sue figlie Stefania e Valeria, dalla sua famiglia.

Addirittura, dopo 4 anni di lui su internet non si trova più…

Vai all’articolo

Le scie chimiche sono un business miliardario per le case farmaceutiche!

Chemtrails

Le scie chimiche rappresentano un formidabile supporto al business colossale del sistema sanitario e delle industrie farmaceutiche, un circolo vizioso maledetto perpetrato ai nostri danni: più ci ammaliamo e più abbiamo bisogno di essere curati; più ci rechiamo dai medici, più paghiamo per esami e farmaci inutili che ci fanno ammalare.
E’ noto che le scie chimiche contengono elementi chimici e biologici dannosi. E’ quindi possibile collegare il massiccio spargimento di vari veleni nell’ambiente, sia all’insorgenza di nuove patologie sia all’incremento di malattie un tempo meno…

Vai all’articolo

Scudo Solare Chimico: l’alibi per la guerra climatica

Scie chimiche e geoingegneria

«Se partiamo dal presupposto che nel 2025 la nostra strategia di sicurezza nazionale includerà la modificazione del clima, il suo uso nella nostra strategia militare nazionale sarà la naturale conseguenza».

Modificare il clima: era l’orizzonte a cui già nel lontano 1996 puntava la Air University, una dépendance dell’aviazione USA, con sede nella base aerea di Maxwell, in Alabama.

A quanto pare, avvertono Giulietto Chiesa e Paolo De Santis, citando fonti delle Nazioni Unite, la “conquista” del clima è già cominciata: per l’Ipcc, il panel scientifico dell’Onu sul…

Vai all’articolo

Scie chimiche e umanità psicotronica

chemtrails

Siamo giunti sulla collina che sovrasta il paese delle meraviglie e con stupore vediamo più dettagliatamente i particolari che da lontano ci sembravano altra cosa…

Ad oggi molte persone pensano che una tra le ragioni per l’irrorazione tramite chemtrails, sia il progetto “Malthus” per diminuire la popolazione terrestre tramite le velenose sostanze biologiche e metalliche sparse sulla terra, nell’acqua e sulle popolazioni. Ma durante il corso degli anni, questo non ha di fatto portato ad una significativa diminuzione della popolazione mondiale. Anche se noi siamo sicuri che hanno…

Vai all’articolo