• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Voi che ci Chiamavate Complottisti!

di Alberto Medici

Voi che ci chiamavate complottisti… Riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che non era un vaccino, e che non poteva essere stato prodotto e testato così velocemente, e che ci sarebbero stati effetti collaterali, adesso che vedete la strage di atleti, l’esplosione di morti improvvise e di patologie mortali come tumori, riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che esiste un piano per la riduzione mondiale della popolazione, e che il cosiddetto “vaccino” sarebbe stato funzionale a questo, adesso che vedete i picchi di mortalità e la riduzione delle nascite (1 milione di nati in meno nella sola Europa nel 2022), riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che il global warming e le politiche green erano solo una scusa per attuare piani di impoverimento dei popoli e distruzione di economie, adesso che vedete che anche gli alberi, oltre agli animali, secondo loro devono essere abbattuti perchè producono troppa CO2, riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che l’immigrazione era un mezzo per indebolire le nostre culture, indebolire le nazioni ricche di materie prime, e che tutto era stato previsto e pianificato da Kalergi (Piano Kalergi), adesso che vedete l’invasione a Lampedusa di giovani sani e forti, che hanno lasciato a casa madri, mogli, sorelle, e che non scappano da nessuna guerra, riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che le banche creano denaro dal nulla, e con il meccanismo del denaro creato a debito si impossessano di tutti i beni e schiavizzano l’umanità, adesso che anche la Bank of England lo ha scritto e dichiarato in un paper ufficiale, e che avete visto che durante la cosiddetta pandemia le nazioni hanno prodotto denaro a valenghe, creandolo dal nulla, riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che le scie chimiche nel cielo erano un fenomeno artificiale e voluto, forse per controllare il clima, forse per inquinare l’aria, adesso che lo stanno dicendo apertamente, che per controllare il clima usano la geoingegneria, riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che la medicina moderna era uno strumento di controllo, e che tutte le teorie o tecniche alternative venivano censurate per non intaccare i profitti di Big Pharma, adesso che con la pandemia avete visto a cosa sono arrivati, censurando e proibendo le cure efficaci e imponendo una iniezione di morte, riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che la conquista della Luna nel 1969 presentava troppe incongruenze, adesso che avete sentito anche la NASA dire che si è persa la tecnologia degli anni ’60, riconoscete che avevamo ragione?

Voi che ci chiamavate complottisti, quando dicevamo che l’informazione era in mano a pochi grandi gruppi che avevano il potere di censurare tutte le voci dissenzienti, adesso che avete visto che anche Google, Youtube, Facebook, Twitter ecc. censurano le notizie scomode, cancellano account con milioni di iscritti solo per aver menzionato qualcosa di scomodo e contro la narrativa ufficiale, riconoscete che avevamo ragione?

Ma noi non ci siamo offesi. Non era colpa vostra: legati con le mani dietro la schiena, in una grotta buia, costretti a vedere i giochini di luce proiettati sul muro, credevate fosse quella la realtà. Non era colpa vostra.

La colpa sarà vostra se… La colpa sarà vostra se, a fronte di tutte quello che vi abbiamo fatto vedere, continuerete a preferire di stare là, nella grotta, a credere alla narrativa proiettata su uno schermo.

Articolo di Alberto Medici

Fonte: https://www.ingannati.it/2023/09/19/voi-che-ci-chiamavate-complottisti/

QUANDO IL SOFFIO SI RIVELA
Conoscere il passaggio della Morte per riconnettersi alla Vita
di Chantal Dejean

Quando il Soffio Si Rivela

Conoscere il passaggio della Morte per riconnettersi alla Vita

di Chantal Dejean

La Vita è talmente immensa che ogni giorno mostra di sé un volto nuovo e noi possiamo solo cogliere una parte di Lei, sapendo sempre che è Infinità.

Dal regno degli esseri della Natura, al mondo dei defunti, dalle anime dei suoi figli prima che nascessero, alle Luci che ci fanno da Guide, Chantal Dejean allena il suo essere alla raffinatezza e alla bellezza necessarie per poter entrare in risonanza con i mondi sottili ed in questo modo poterli vivere.

La nascita e la morte condividono lo stesso percorso

In questo libro Chantal Dejean, attraverso il racconto delle proprie esperienze a contatto con i mondi dell’aldilà, narra del viaggio che un’anima intraprende verso quello che è oggi la nostra vita sulla terra.

Il mistero che avvolge il senso dell’esistenza, il luogo da cui veniamo e ciò che siamo venuti a fare, crea grandi lacune nel nostro vivere e nelle fasi successive del Dopo vita.

Questo libro vuole essere una guida, un illuminatore di quel viaggio che tutti stiamo già affrontando.

Con conoscenze che provengono da una visione medianica e chiaroveggente l’autrice descrive e accompagna tappa dopo tappa il lettore in tutte le fasi che l’anima affronta prima e dopo la vita terrena. Dal proprio vissuto, a consigli pratici, dall’incarnazione alla dipartita, alle fasi pre-morte e post-mortem questo scritto diventa una mappa pratica per meglio saper vivere e morire.

...

Un commento

  1. No, non c’é rischio che lo riconoscano, semplicemente perché-salvo poche eccezioni- continuano beatanente a dormire abbeverandosi con il letame che sgorga copioso da tv, giornali, politici e medici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *