Gli effetti delle Scie Chimiche sui prodotti ortofrutticoli biologici

Ho prelevato alcuni campioni di ortaggi dal mio orto e dal giardino di casa. Quindi, ho preso contatti con l’A.R.T.A. affinché verificasse se in essi vi fossero tracce di metalli. Sia l’Alluminio che il Bario sono risultati contaminare i prodotti.
Pubblichiamo una ricerca della gentilissima Luigina Marchese, già autrice di un dossier sulle scie chimiche, pubblicato dalla rivista X Times: i risultati delle analisi sono eloquenti. I soliti negazionisti asseriranno che non è possibile dimostrare un collegamento tra il Bario e l’Alluminio rintracciati nei prodotti biologici e le scie chimiche nei cieli. Il nesso, invece, esiste, come è stato dimostrato da Clifford Carnicom e da altri insigni scienziati.
Ecco cosa dice Luigina Marchese:…

Vai all’articolo

Ripulire i Propri Organi: un facile fai-da-te. Metodi efficaci e sicuri per disintossicare il tuo corpo...
È una cosa risaputa che il nostro corpo agisce come un filtro nei confronti di tutto ciò con cui viene a contatto (cibo, acqua, ma anche aria ed emozioni) e accumula tossine e parassiti che divengono disturbi fisici...
Ma come depurare al meglio l'organismo?
Lo spiega l'esperto naturopata Pierre Pellizzari nel suo bestseller "Ripulire i propri Organi".
In tutti questi anni migliaia di persone hanno apprezzato gli efficaci metodi riportati nel libro, rendendo questo un bestseller sulla salute naturale irrinunciabile.
Ci sono almeno tre motivi per i quali devi assolutamente leggere il libro:
  1. ripulendo fegato, intestino, polmoni, sangue e stomaco la vita diventa facile e leggera;
  2. sono spiegate pratiche semplici che potrai svolgere in autonomia;
  3. puoi imparare come mantenere il tuo corpo in condizioni di ottima salute.
Troverai metodi efficaci e sicuri per disintossicare il tuo corpo e iniziare finalmente a vivere con maggiore leggerezza. ›››

Nelle Marche il primo passo verso un ecovillaggio sostenibile e autosufficiente

di Elena Risi 
Un ecovillaggio completamente autosufficiente dal punto di vista energetico ed economico situato nello splendido contesto delle colline marchigiane, tra mare e montagna. Nasce dall’impresa sociale Montefauno, azienda agricola di prodotti biologici, il progetto dell’ecovillaggio “La Magione”, un esempio concreto di un nuovo modo di abitare e vivere su questo pianeta.
L’impresa sociale Monte Fauno è un’azienda agricola marchigiana che produce prodotti biologici certificati, “con l’intento di racchiudere in un vasetto” si legge sul sito, “tutti gli odori e i sapori della migliore cucina italiana”. Nata su iniziativa di Luigi Quarato, la Montefauno è il primo passo per un progetto molto più ampio che sta poco a poco prendendo vita, quello di costruire…

Vai all’articolo

Mangiare bio riduce l’intossicazione del corpo

Mangiare bio riduce l'intossicazione del corpo

di Beatrice Salvemini
Cosa succede ai membri di una famiglia, che solitamente non mangia biologico, quando comincia a mangiarne? È la domanda a cui ha risposto uno studio di Coop Svezia. Guardate i risultati.

Coop Svezia è stata così colpita dai risultati dello studio commissionato, che ha deciso di realizzare addirittura un video che ha come protagonista la famiglia che ha accettato di sottoporsi alla ricerca.

Cosa è accaduto? «Volevamo sapere cosa succede nell’organismo umano quando si passa dal cibo convenzionale a quello biologico – dicono i responsabili di Coop Svezia­ – e i risultati sono stati così interessanti, che abbiamo deciso di realizzare un filmato da divulgare.

Lo studio è stato condotto in collaborazione con lo Swedish Environmental Research…

Vai all’articolo

Agricoltura 100% biologica: in Italia è pura utopia?

Bhutan - Vallata

di Roberta Ragni
Agricoltura 100% biologica: in Italia è pura utopia?

Il Bhutan, piccolo regno situato sulla catena montuosa dell’Himalaya – famoso per aver introdotto come parametro di sviluppo, la felicità della popolazione – ha deciso di diventare la prima nazione al mondo biologica al 100%, entro il 2020. Verranno dunque aboliti tutti i pesticidi e i diserbanti, mentre il Ministero dell’Agricoltura si adopererà per rendere il passaggio graduale nel tempo, ma completo.

Così, dopo la delusione della Pac e mentre – tra l’altro – anche la Francia dichiara di voler raddoppiare…

Vai all’articolo

La Danimarca potrebbe diventare il primo Paese del mondo 100% bio

danimarca biologico

di Marta Albè
L’8% di tutti i prodotti venduti in Danimarca è bio. Una percentuale che è già diventata la più alta in Europa. Inoltre, le esportazioni del biologico danese sono salite del 200% dal 2007 ad oggi.

Secondo Organic Denmark, un’associazione di imprese, agricoltori e cittadini, i consumatori danesi sono anche i più attenti alla scelta bio negli acquisti quotidiani.

Il Governo danese si sta impegnando ad aumentare sempre più l’offerta bio. Lo scorso anno il ministro dell’alimentazione, dell’agricoltura e della pesca, ha pubblicato un piano molto ambizioso…

Vai all’articolo

Torneremo tutti agricoltori, e potrebbe essere la nostra salvezza

Ragazzo agricoltore

Pochi se ne sono accorti in questi anni, ma l’agricoltura è una delle poche vere eccellenze che sono rimaste a questo paese. Torneremo tutti agricoltori?
Negli anni ’50 eravamo una terra di agricoltori diventati operai. Nel giro di vent’anni gli operai sono diventati impiegati. Il problema sono i figli degli impiegati, cui era stata promessa la luna di un lavoro creativo, senza cravatte, gerarchie, noia. E che, complice la crisi economica, si sono ritrovati, molto più prosaicamente, senza un lavoro. Molti di loro ancora non si sono rassegnati, a cercare il loro personale eldorado nella giungla del terziario avanzato. Altri, invece, sono tornati al punto di partenza, ai campi e alla terra.
Pauperismo, anti-capitalista? Decrescita felice? Niente di tutto questo. Al contrario, in questi ultimi anni, mentre il PIL italiano cadeva, il valore aggiunto dell’agricoltura italiana è cresciuto, compreso l’export, il quale è decaduto in altri settori. Questa crescita agricola ha avuto effetti benefici anche sull’occupazione, ma non è riuscita ad influire più di tanto su quella generale del paese, determinata da un forte calo in tutti gli altri settori…

Vai all’articolo