Perché la Natura ci fa star bene?

di Valentina Ivancich
Il paesaggio ha un effetto diretto sulle nostre emozioni: il verde e gli alberi riducono quelle negative, come la rabbia, ed esaltano la gioia. Ecco gli studi che lo dimostrano.
Nelle città, per definizione, molte persone vivono a stretto contatto in poco spazio, in condizioni artificiali e più o meno distanti da ciò che sarebbe ideale. Siamo circondati da un paesaggio costruito, in cui tutto richiede attenzione, scelte, decisioni: le luci, la folla, gli schermi, le pubblicità, il traffico, il rumore…
“Ce ne accorgiamo appena, ma in questo ambiente siamo perennemente sotto stress”, spiega Yoshifumi Miyazaki, docente di architettura del paesaggio all’Università di Chiba, in Giappone. La vita urbana comporta vantaggi (se no non esisterebbe), ma è un po’ una forzatura e può creare disagi.
“Da che siamo diventati umani, abbiamo passato più del 99% della nostra storia in mezzo alla natura; e alla natura ci siamo adattati”, chiarisce l’esperto. Eppure, sempre di più ce ne allontaniamo: i dati dell’Onu dicono che il 50% della popolazione mondiale vive ormai in zone metropolitane, e la proporzione è in rapido aumento. Curare il design delle città per assicurare le migliori condizioni possibili, diventa dunque fondamentale…

Vai all’articolo

La Poltrona Magnetica di Ighina che curava tutte le malattie

“È stata studiata e costruita per curare tutti i casi di malattia. Essa irradia atomi magnetici regolabili tramite pulsazioni variabili di luce”.
“Poichè ormai è un fatto accertato che il corpo umano, al pari di quello di ogni essere vivente, possiede un campo magnetico particolare, corrispondente alle funzioni organiche e cellulari, e che in caso di malattia, trauma o infezione questo campo subisce una alterazione, il bombardamento magnetico effettuato sui malati che si siedono sulla poltrona, ristabilisce l’equilibrio ridonando la salute”. (Tratto dall’Allegato N.1 dell’ottobre 1969).
Gli ostacoli della Medicina “ufficiale”
“Negli anni ’60, nel laboratorio di Imola, avevamo costruito una poltrona magnetica che dava dei risultati veramente notevoli. Una sera venne a trovarci un medico di Bologna che era molto aperto nei confronti delle cure alternative. Il medico ci disse che la teoria era affascinante, ma che lui voleva vederne la validità nella pratica…

Vai all’articolo

Consigli per mangiare sano e spendere poco

“Il cibo sano e biologico costa troppo, non me lo posso permettere”, questa è l’affermazione più comune da parte di chi, giustificandosi, molto probabilmente segue uno stile alimentare tutt’altro che sano e di conseguenza anche poco ecosostenibile.
Quali sono i giusti consigli per mangiare sano senza doverci svenare economicamente? Per prima cosa dobbiamo intenderci su cosa significa mangiare sano.
Cosa significa mangiare sano
Mangiare sano non significa solo acquistare prodotti biologici al supermercato. Sarebbe riduttivo. Mangiare sano significa scegliere una varietà di alimenti freschi e naturali o poco elaborati. Certo meglio se con certificazione biologica, ma chi ha la possibilità di rivolgersi a piccoli produttori, può verificare l’origine degli alimenti al di là delle certificazioni.
Mangiare sano significa anche alimentarsi con cibi naturali e preparati nel rispetto della natura. I metodi di allevamento intensivi non lo sono, e non mi riferisco solo alla carne, ma anche al latte e alle uova. Anche le coltivazioni intensive non sono sane, perché fanno uso di concimi chimici e pesticidi che si depositano su frutta e verdura. Indovinate da dove arriva la maggior parte dei prodotti della grande distribuzione?…

Vai all’articolo

I danni dell’Alcool: non esiste una quantità sana!

di Roberto Todini
La ricerca proveniente dalla Scuola di salute pubblica dell’università di Washington e pubblicata su The lancet, è molto categorica e lascia poche speranze a popoli come il nostro o quello francese, che hanno la cultura del vino tra quelle più radicate nella propria tradizione.
Lo studio indaga i danni da alcool e conclude che non esiste una quantità “sana” di alcool sotto la quale il rischio è zero. In altre parole, ferme restando le proprietà benefiche di alcune delle componenti del vino già note da tempo, l’alcool è un veleno che non ha effetti positivi. Alcune ricerche precedenti affermavano che al di sotto di una certa quantità, il veleno diventa praticamente innocuo e dunque i benefici delle altre componenti del vino portavano decisamente in area positiva il bilancio tra effetti positivi e negativi…

Vai all’articolo

La prima terapia anti tumore con cellule del paziente arriva in Europa

La cura per i tumori chiamata “Car T”, che prevede l’uso delle cellule del paziente “addestrate” a riconoscere quelle tumorali, è arrivata in Europa. La Commissione Ue ha infatti approvato il “tisagenlecleucel”, la prima terapia basata su questa tecnica, per due neoplasie.
Il via libera, spiega il comunicato dell’azienda Novartis che l’ha messa a punto, è arrivato per la leucemia linfoblastica acuta (LLA) a cellule B nei pazienti pediatrici e fino ai 25 anni di età e il linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL) negli adulti, e in entrambi i casi va usata per le forme che non rispondono alle terapie tradizionali.
La “Cart-t therapy” consiste nel prelevare i “linfociti T” del paziente, un tipo di cellule del sistema immunitario, modificandoli perché riconoscano le cellule tumorali e quindi reinserendoli dopo averli fatti replicare…

Vai all’articolo

Sessualità biologica o immaginaria? Siamo alla follia!

di Patrizia Stella
L’ultima trovata dei profeti della Teoria Gender: “curare” la “disforia di genere” (patologia inventata).
In un periodo di ferie come quello estivo dove la gente vorrebbe pensare solo positivo per potersi ritemprare dalle varie preoccupazioni, non è stata data sufficiente importanza a uno dei provvedimenti più gravi e pericolosi di sempre, voluti dal Comitato Nazionale per la Bioetica (CNB) riguardo la liberalizzazione dell’uso di un farmaco dagli effetti devastanti che è la triptorelina, ormone che ha la possibilità di bloccare la pubertà in preadolescenti, cui sarebbe stata diagnosticata la cosiddetta “disforia di genere”, cioè l’incertezza riguardo alla propria sessualità, per metterli poi in grado di decidere “con cognizione di causa!” a quale sesso o categoria appartenere!…

Vai all’articolo

Gli USA alle prese con la mortalità infantile

La mortalità infantile negli Usa è superiore a quella di Cuba e dai dati dell’Agenzia federale per il controllo e la prevenzione delle malattie, emerge anche un divario razziale… che “dice molto”.
Gli Stati Uniti vantano alcuni dei più famosi centri medici di eccellenza al mondo. Molto conosciuti sono ad esempio la Mayo Clinic a Rochester, nel Minnesota, e il Johns Hopkins Hospital a Baltimora, nel Maryland. Altrettanto famose sono anche alcune strutture pediatriche, come il Children’s Hospital a Boston, Massachusetts, e il Children’s Hospital Medical Center a Cincinnati, Ohio.
Ciononostante, nella prima economia mondiale il tasso di mortalità infantile [1] è superiore a Paesi come Australia, Canada, Cuba, Francia, Germania, Giappone, Nuova Zelanda o Regno Unito. Infatti, per quanto riguarda l’anno 2015 – con 5,90 decessi per ogni 1.000 bambini nati vivi – il tasso è negli USA circa il doppio rispetto all’Italia (approssimativamente 3 per ogni 1.000 nati vivi)…

Vai all’articolo

“Tai Chi”: benefici per la mente e per il corpo

di Claudio Schirru
Il Tai Chi o Tai Chi Chuan è una pratica di origine cinese le cui radici si ritiene affondino nel diciassettesimo secolo. Sviluppatasi come corpo di tecniche marziali, finalizzate alla difesa personale, col tempo ha assunto sempre maggiori connotazioni salutistiche.
Le attività del Tai Chi (o anche Taiji quan) non sono vincolate agli spazi interni. Al contrario, sono piuttosto diffusi corsi che prevedono la sua pratica all’aria aperta, più a contatto con la natura e l’ambiente che ci circonda.
Cos’è?
Il Tai Chi fa affidamento su movimenti lenti e consapevoli, con l’obiettivo di ottenere attraverso l’armonia del corpo quella dello spirito. La loro esecuzione servirà a comporre le varie “forme”, sequenze che mimano il combattimento con un ipotetico…

Vai all’articolo

La Monsanto condannata per aver diffuso il Cancro con i suoi pesticidi

La Corte Suprema ordina alla Monsanto di pagare 289 milioni di dollari alla California, in un processo sugli effetti del “Roundup” “probabilmente cancerogeno”.
Una prima condanna per la multinazionale dei veleni, Monsanto, che da anni inquina l’ambiente con i suoi pesticidi per trarre i suoi profitti. Un giardiniere che ha sviluppato il “linfoma non Hodgkin”, dopo aver usato per anni i prodotti di Monsanto, ha otttenuto il diritto ad essere risarcito per $ 39 milioni e $ 250 milioni in danni punitivi, così ha deciso una giuria della California.
La giuria della Corte Suprema della California a San Francisco, ha deliberato per tre giorni prima di condannare la Monsanto, per non aveva avvertito il signor DeWayne Johnson, 46 anni, e altri acquirenti dei rischi di cancro derivanti dall’uso dell’erbicida.
Johnson ha intentato la causa nel 2016, sostenendo che gli erbicidi “Roundup” e “Ranger Pro” della Monsanto sono responsabili del suo cancro. Il processo è stato accelerato perché i suoi medici hanno detto che era improbabile che il Johnson potesse sopravvivere fino al 2020…

Vai all’articolo

La nostra cattiva salute è molto “salutare” per l’industria farmaceutica

di Anita Botwin
“Buona salute? Cattiva salute? Tutto dipende dal punto di vista. Dal punto di vista della grande industria farmaceutica, la cattiva salute è molto salutare”. (Eduardo Galeano)
Qualche tempo fa ho visto un documentario realizzato dall’ONG “Salud Por Derecho” che parlava dei fallimenti dell’attuale sistema di ricerca, sviluppo e innovazione dei farmaci. Quando, invece, sono uscita dalla sala di proiezione di “Houston abbiamo un problema”, il documentario che non vogliono che tu veda, un misto di rabbia e tristezza mi ha invaso. Sapevo allora che la mia malattia autoimmune, come quella di molte altre persone, sarebbe stata cronica per il resto della mia vita. Non ci sarebbe stata una cura e se ce ne fosse stata una, non sarebbe stata redditizia per il mostro farmaceutico. Curare le malattie non è redditizio per l’industria farmaceutica e i pazienti non sono altro che dollari nelle tasche dei lupi di Wall Street.
Il mercato farmaceutico supera i profitti delle vendite di armi o delle telecomunicazioni: per ogni dollaro investito nella produzione di un farmaco, se ne ottengono mille di profitti…

Vai all’articolo

Il respiro dell’Anima

di Maria Cristina Caccia
Nell’opinione comune, il respiro è semplicemente un atto meccanico e ripetitivo che permette all’uomo di sopravvivere.
In realtà l’ “alito vitale”, così definito dai grandi maestri d’Oriente, racchiude un significato simbolico, che rimanda ad uno scambio continuo tra noi e ciò che ci circonda, attraverso il ciclo inspirazione/espirazione.
L’armonia del ritmo respiratorio sottende a una inconscia volontà di “accogliere” la vita in tutte le sue manifestazioni. È un atto di condivisione reciproca con l’energia che permea noi stessi e l’universo. Contrariamente, un ritmo respiratorio bloccato e affannoso nasconde una evidente difficoltà ad accettare la realtà e le esperienze nel loro divenire, proiezione di un radicato disagio emotivo…

Vai all’articolo

Sistema Immunitario: ecco cosa lo distrugge

L’habitat, gli alimenti, i farmaci assunti e lo stile di vita, possono incidere negativamente sul nostro sistema immunitario.
Avere un’idea delle modalità con cui ciò accade, può fare una notevole differenza nella prevenzione di molte patologie.
Zuccheri. Il saccarosio deprime il sistema immunitario e drena minerali preziosi dall’organismo. Anche in piccole dosi lo zucchero è dannoso per la salute. Assumere 100 grammi (8 cucchiai) di zucchero, equivalenti a circa due lattine di una bibita, può ridurre del 40% l’attività germicida dei nostri globuli bianchi. L’effetto di depressione immunitaria provocato dallo zucchero ha inizio circa 30 minuti dopo l’assunzione e dura fino a cinque ore. Al contrario l’ingestione di carboidrati complessi o amidi non produce alcun effetto sul sistema immunitario. Se si assume zucchero di mattina, pomeriggio e sera, l’organismo resta cronicamente in uno stato di caos, che alla lunga diventa nocivo. Inoltre, lo zucchero è un killer di nutrienti…

Vai all’articolo

Analizzati i vaccini: peggio del previsto!

di Marcello Pamio
I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note, perché coperte dall’inviolabile segreto industriale, quasi a livello militare. Ma dietro a sigle e acronimi si celano materiali che potrebbero giocare un ruolo prioritario nell’eziologia di gravissime e incurabili patologie neonatali e non solo.
Da oggi il quadro generale sta prendendo forma… decisamente una forma molto inquietante. Ad accendere il lumino e portare luce nella tenebra più oscura ci ha pensato il “Corvelva”, il Comitato veneto che da oltre vent’anni si occupa di fare corretta informazione nell’ambito delle libertà vaccinali.
A proprie spese hanno infatti commissionato l’analisi delle contaminazioni biologiche e le verifiche delle sequenze genomiche. Le motivazioni di tali analisi ce le spiega Nassim Langrudi, una responsabile del Corvelva: “siamo stati costretti a farlo, dal momento che si sente ripetere da tutti che i vaccini sono i farmaci più sicuri ed efficaci al mondo; che non presentano effetti collaterali, senza però averne mai avuto una dimostrazione tecnico-scientifica. Abbiamo voluto verificare empiricamente se queste affermazioni fossero fondate o meno”

Vai all’articolo

Benessere individuale e Sistemi di Controllo sociale

Dott. Roberto Slaviero
“L’amore è l’unica religione, tutto il resto è solo spazzatura”. (Osho Rajneesh)
Inizio questo questa mia riflessione citando questa frase del maestro spirituale indiano, che inoltre affermava: “la nuova religione dovrà essere una religione di amore e non di leggi, una religione della natura e non della disciplina, una religione di totalità e non di perfezione, una religione di sentimenti e non cerebrale”. “Ogni essere umano viene programmato dalla nascita ad essere cristiano, hindù, ebreo, mussulmano etc. Il bambino nasce innocente e viene appesantito da migliaia di concetti… Il mio lavoro fondamentale è renderti un individuo, non un semplice ingranaggio del sistema, voglio darti una libertà dell’anima… “.
Voi direte… cosa c’entra questo con lo stato di salute personale?…

Vai all’articolo

Studio di Harvard: “latte pastorizzato sta causando il cancro nella popolazione”

La verità ha ancora una volta scosso le fondamenta della “American Tower of Babel” che è la scienza mainstream, con un nuovo studio dell’Università di Harvard che rende noto come il latte pastorizzato prodotto dalle fattorie, è collegato all’insorgenza di tumori ormono-dipendenti.
Si scopre che il modello CAFO (Concentrated Animal Feeding Operations) per allevare mucche nelle fattorie, produce latte con livelli pericolosamente alti di estrone solfato, un composto di estrogeni legato a tumori del testicolo, della prostata e della mammella.
Il dott. Ganmaa Davaasambuu, Ph.D. e i suoi colleghi hanno identificato specificamente il “latte dei moderni caseifici” come il colpevole, riferendosi alla procedura diffusa su larga scala in cui le mucche vengono munte 300 giorni all’anno, anche mentre sono in stato di gravidanza. Rispetto al latte crudo della sua Mongolia natia, che viene preso solo durante i primi sei mesi dopo che le mucche hanno già partorito, il latte di fabbrica pastorizzato è stato trovato contenere fino a 33 volte più solfato di estrone.
In sostanza il latte diventa un potenziale cancerogeno a causa della nostra abitudine di berlo quotidianamente…

Vai all’articolo

Vitamina K: un’indispensabile sconosciuta

di Alessandra Spaziano
Le vitamine sono alla base del corretto funzionamento del nostro corpo. Esse aiutano le nostre cellule nelle varie attività enzimatiche e sono indispensabili per la vita stessa.
La vitamina “K” è alla base di alcuni sistemi di coagulazione, cioè quel processo che permette alle ferite di cicatrizzare e che quindi limita la perdita di sangue. Il ruolo di questa vitamina è quello di fungere da co-attivatore di alcune proteine della coagulazione, tra cui la protrombina e quelle definite “fattori VII, IX e X”. Inoltre, la vitamina K funge da attivatore della osteocalcina, una delle proteine che ha il ruolo di mineralizzare le ossa, cioè di “fissare” i minerali e il calcio di cui hanno bisogno le nostre ossa per essere sane e funzionali.
Quante vitamine K esistono?

Vai all’articolo

Perché noi abbiamo le allergie e i nostri nonni non le avevano?

Vi siete mai chiesti come mai i nostri nonni non soffrissero di allergie alimentari, o comunque perché questo disturbo non fosse così frequente come oggi?
Le allergie alimentari stanno diventando una preoccupazione per quasi ogni famiglia e sono in netta crescita. Oltre a rendere difficile la vita a coloro che soffrono di questa moderna epidemia, ciò produce un ulteriore costo sia per il sistema sanitario che per le tasche di tutti.
Ogni 3 minuti una reazione allergica alimentare manda qualcuno al pronto soccorso, che in un anno significa 200.000 visite al pronto soccorso. Secondo uno studio pubblicato nel 2013 dal CDC, le allergie alimentari tra i bambini negli Stati Uniti, sono aumentate di circa il 50% tra il 1997 e il 2011. E in Italia le cose non vanno meglio.
Sembra che l’allergia al latte sia la più diffusa, probabilmente perché nel prodotto si trovano diversi ormoni della crescita e i residui di antibiotici, di cui si abusa negli allevamenti intensivi…

Vai all’articolo

Cannabis prescrivibile per tutti i tipi di dolore: “Un piccolo passo avanti”

di Mario Catania
La cannabis terapeutica in Italia potrà ora essere prescritta per ogni tipo di dolore, senza più alcuna distinzione tra uso oncologico, non oncologico o neuropatico.
È quanto stabilisce il decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 12 luglio (e che quindi diveneterà attivo dal 27 dello stesso mese) voluto dal ministro della Salute Giulia Grillo. Si tratta di una piccola modifica che nella sostanza cambia poco, visto che diversi medici già la prescrivevano per il dolore in generale, senza attenersi alla lista di patologie indicate dal decreto dell’ex ministro Lorenzin. Con il decreto la cannabis è stata inserita nell’allegato IIIbis, una parte del DPR 309/90 (la legge che regola le sostanze stupefacenti), che permette alcune semplificazioni nella prescrizione di farmaci nella terapia del dolore.
Oltre ad un piccolo segnale a livello politico, il primo aspetto di cui tener conto è il fatto di “liberalizzare” l’uso della cannabis nella terapia del dolore una volta per tutte; inoltre c’è la possibilità che il ministro abbia voluto…

Vai all’articolo

Alimentazione e pH: scopri come ottenere l’Equilibrio Alcalino

di Stella Bellomo e Barbara Lupi
“Siamo ciò che mangiamo”, diceva Ludwig Feuerbach, ovvero il cibo che scegliamo di consumare, ogni giorno e l’acqua che beviamo, di rubinetto o in bottiglia, oltre a trasformarsi nella materia prima che costituisce il nostro corpo, influisce positivamente o negativamente sul funzionamento e benessere del nostro intero organismo.
La chimica stessa del nostro sangue, per esempio, è fortemente condizionata da ciò che mangiamo, così come il pH delle nostre cellule, che varia molto in base al tipo di sostanze nutritive introdotte con l’alimentazione e può essere:
-Ph acido, se il suo valore è inferiore a 7
-Ph basico, se il suo valore è superiore a 7
-Ph neutro, se il suo valore corrisponde a 7
Nelle abitudini della nostra società contemporanea, ci sono tendenze particolarmente favorevoli al manifestarsi di un’acidosi metabolica, ovvero di uno stato di acidità corporea continuo…

Vai all’articolo

La cravatta è dannosa per la salute: ecco perché è così pericolosa

Indossare la cravatta può far male alla salute. I motivi spiegati da uno studio della University Hospital Schleswig-Holstein, Germania.
La cravatta è sicuramente un indumento classico da utilizzare in ufficio ma anche in altre circostanze, come in matrimoni, battesimi o colloqui di lavoro, dove la sua assenza è considerata un grave sgarbo all’etichetta. Ma quello che molti non sanno è che indossare la cravatta può comportare gravi rischi alla salute.
La ricerca condotta dalla University Hospital Schleswig-Holstein, ha visto impegnati 30 ricercatori che si sono sottoposti ad una risonanza magnetica, quindici di loro portavano l’accessorio, mentre altri quindici non l’avevano al momento dell’analisi. I risultati statistici, tracciati dal dottor Lüddecke sono stati molto curiosi:…

Vai all’articolo

Il più potente Antibiotico Naturale

La medicina moderna ha lavorato molto sulla lotta ai batteri, grazie appunto agli antibiotici e non c’è dubbio che in questo campo siano stati fatti grossi passi in avanti. Avolte, però, non si può negare che se ne abusi, portando quindi i batteri a rinforzarsi ed evolversi.
Ecco perché ne esistono di resistenti agli antibiotici, come per esempio i temutissimi “super batteri”. Inoltre, gli antibiotici hanno anche degli effetti indesiderati, distruggono per esempio la flora dello stomaco, ossia quei batteri che ci aiutano a digerire il cibo (e in parte regolano anche il sistema immunitario) e la flora intestinale.
In alcuni casi, non gravi, il nostro sistema immunitario potrebbe riuscire a sconfiggere l’infezione senza antibiotici sintetici. A questo riguardo, c’è un modo per tonificare e pulire il nostro sistema immunitario, che funziona a meraviglia contro parassiti, virus, batteri e infezioni da funghi. La cosa migliore? Non ci sono effetti collaterali…

Vai all’articolo

ll potere di guarigione dell’abbraccio e del contatto fisico

di Stephen Littleword
Non immagineresti mai cosa provoca nel nostro organismo il contatto fisico: un abbraccio, una carezza, un massaggio o semplicemente una stretta di mano.
Negli ultimi tempi, a causa della tecnologia digitale sempre più persone sono carenti di contatti fisici. Baci, abbracci, strette di mano sono spesso sostituiti dalle reazioni di Facebook o di altri social network. Molti pensano che in ambito emotivo un “saluto digitale” e un saluto fisico siano la stessa cosa, ma non è affatto così.
A causa di ciò, molti passano molte ore, spesso anche alcuni giorni senza contatto fisico. Questo può avere un impatto molto negativo sulla nostra salute, molto più di quello che possiamo immaginare…

Vai all’articolo

8 abitudini che non sono salutari per il Cervello

Prendersi cura del proprio cervello è fondamentale. Il cervello è, infatti, l’organo più importante, in quanto controlla tutte le funzioni e i sensi di una persona.
Mantenerlo sano è importante quanto mantenere il cuore, i polmoni, i reni o qualsiasi parte del tuo corpo in buona forma. Alcune delle tue attività quotidiane, tuttavia, potrebbero compromettere la salute del tuo cervello. Queste abitudini, se non interrotte immediatamente, potrebbero nel tempo causare anche gravi danni cerebrali. Scopri di più su questi atti pericolosi e inizia a sbarazzartene ora.
1) Non dormire abbastanza
Dopo una giornata lunga e stressante, il tuo cervello e il tuo corpo hanno bisogno di riposare. Il modo migliore per farlo è dormire. Ore di sonno adeguate sono essenziali per poter lavorare al meglio il giorno successivo. Privartene continuamente, può portarti a gravi danni cerebrali. Scopri di più su questi atti pericolosi e inizia a sbarazzartene ora…

Vai all’articolo

Il Corpo ha capacità di Autoguarigione: 10 modi per aiutarlo

Dott.ssa Claudia Casalboni
Il corpo è tutt’altro che una macchina e non basta seguire le istruzioni per aggiustare le parti che lo compongono e per sistemare i processi che lo animano.
La moderna medicina fatica tuttora a riconoscere il ruolo fondamentale che emozioni, sentimenti e pensieri hanno nell’insorgenza della patologia e nel cammino verso l’autoguarigione.
Il modello olistico è la prospettiva medica che definisce la malattia come la conseguenza di una disarmonia interiore, e il sintomo, come un indice della necessità di cambiare per ristabilire l’equilibrio (omeostasi).
Disciplina olistica per eccellenza è la PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia), che studia le correlazioni fra il funzionamento del sistema endocrino, immunitario e nervoso, l’attività mentale e il comportamento. Secondo la PNEI, a causa dello stress, vengono sprigionati ormoni quali cortisolo e adrenalina che, se prodotti a lungo e in eccesso, indeboliscono il sistema immunitario…

Vai all’articolo

La Chemioterapia è cancerogena: l’Oms lo conferma

Sembra una barzelletta, purtroppo è tutto vero: la chemio è cancerogena. Sì, avete letto bene: la terapia che dovrebbe curare i tumori, in realtà spesso è un agente che ne scatena l’insorgere.
In realtà, c’è da dire che già da tempo si conoscono gli effetti collaterali di questa cura. Per fare un esempio, già nel 1938 il farmaco “DES”, usato principalmente per curare il cancro alla mammella, era stato messo in discussione per i suoi noti effetti collaterali, anche nel lungo termine. Tuttavia, il DES uscì fuori commercio solo nel 1970, sostituito dall’altrettanto discusso “TAMOXIFEN” farmaco antitumorale e antiestrogeno.
A proposito di TAMOXIFEN, il ricercatore canadese Pierre Blais lo descrive come “farmaco spazzatura che si pone ai vertici del mucchio di immondizia”, poiché promotore di cancri particolarmente aggressivi all’utero e al fegato, nonché responsabile di fatali coagulazioni di sangue e ostacolo ad altre numerose funzioni. È sconcertante e paradossale pensare a quei milioni di donne nel mondo che vengono indotte a curare il cancro alla mammella con la chemioterapia e altri farmaci pericolosi come il tamoxifen, ovvero con sostanze classificate proprio come cancerogene…

Vai all’articolo

Crimini e multe per Big Pharma, dal 1991 al 2017

Public Citizen, un’associazione statunitense che tiene sotto controllo le azioni delle lobby sull’amministrazione USA, riferendone ai cittadini, pubblica periodicamente un rapporto che riassume le sentenze del governo federale, contro le industrie farmaceutiche e i relativi pagamenti.
Riassumiamo qui sotto le informazioni più importanti dell’ultimo rapporto, concernente 38 casi per un totale di 2.9 miliardi di dollari, nel 2016 e 2017 (412 casi per un totale di 38.6 miliardi di dollari tra il 1991 e il 2017). I precedenti rapporti erano stati pubblicati nel 2010, 2012 e 2016.
Risultati principali
Nel biennio 2016-17, la multa maggiore è stata quella comminata alla Wyeth, ditta controllata dalla Pfizer: 785 milioni di dollari nell’aprile del 2016, per aver nascosto di aver dato illegalmente degli incentivi agli ospedali, affinché comprassero il “Protonix” (pantoprazolo) nell’ambito del programma “Medicaid” per le famiglie di basso reddito…

Vai all’articolo

Pancia gonfia: rimedi e tisane per sgonfiarla

di Daniele Pace
La pancia gonfia è un disturbo che molto spesso si può manifestare per cause diverse, che possono comprendere intolleranza alimentare, cattiva alimentazione, problemi della digestione ed anche uno stile di vita troppo sedentario.
Tale disturbo si manifesta nella maggior parte dei casi per accumulo di gas e liquidi intestinali, nel primo caso si tratta semplicemente di aerofagia, mentre nel secondo caso, vi è la tendenza a ingerire aria mediante la respirazione, o quando si stanno consumando i pasti.
Altre volte, alla base della pancia gonfia vi sono invece alterazioni della flora batterica intestinale che determinano fermentazione. Quando la pancia oltre ad essere gonfia è anche dura, tale manifestazione deriva dal meteorismo.
Per comprendere come risolvere questa situazione, è importante prestare attenzione al momento esatto in cui si manifesta il disturbo. Tra gli alimenti che provocano con maggiore frequenza pancia gonfia troviamo le bibite gassate, i legumi, i latticini e tutti i cibi che contengono zuccheri raffinati ed anche le verdure come i broccoli ed i peperoni ed il pane integrale…

Vai all’articolo

Tè verde, effetti rapidi sulla memoria

Uno Studio dell’Università di Basilea, ha concluso che il consumo regolare di tè verde potenzia le capacità cognitive, come l’attenzione, la concentrazione, ma soprattutto la memoria.
Gli autori suggeriscono che possano esserci importanti implicazioni positive anche per situazioni complicate, come può esserlo un inizio di demenza. Lo studio è stato fatto usando la risonanza magnetica (RM) per vedere che cosa accade nel cervello quando si prende il tè verde. Ai volontari hanno fornito estratti di tè verde e poi li hanno sottoposti a RM.
“I nostri risultati – afferma Stefan Borgwardt, della clinica psichiatrica dell’Università di Basilea – suggeriscono che il tè verde potrebbe aumentare la plasticità sinaptica a breve termine del cervello. In altre parole, si vede che il consumo di tè migliora la connettività cerebrale, ovvero quei circuiti neuronali in continuo cambiamento che permettono di avere dei ricordi…

Vai all’articolo

Arsenico nei cibi per neonati: polemica sui risultati choc dei controlli svizzeri

di Riccardo Quintili
Un silenzio che, se non sapessimo provenire dalla Svizzera, diremmo tipico delle autorità italiane.
Ci riferiamo a quello dell’agenzia federale elvetica, che ha trovato arsenico nei prodotti a base di riso per bambini; 105 gli alimenti a base di riso per neonati e bambini piccoli analizzati, ma ha preferito non fare nomi.
E, naturalmente, è scoppiata la polemica con le associazioni dei consumatori. Come KTipp che denuncia: “Il Parlamento preferisce proteggere l’industria alimentare piuttosto che tutelare i bambini”. Gli alimenti esaminati includevano bevande di riso, cracker, cialde e piatti pronti. In tutti i campioni, il laboratorio ha trovato l’arsenico. La maggior parte era arsenico inorganico. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è “cancerogeno” e “altamente tossico”…

Vai all’articolo

I pericoli nascosti di Sushi, Sashimi & Co

di Patrizia Maria Gatti
Diventato più che una moda oggi alla portata di tutti, il pesce crudo può nascondere qualche insidia. Ecco come difendersi.
Oggi mangiare sushi anche da noi non è più un problema. Anzi, i ristoranti giapponesi spuntano qua e là, e non soltanto nelle grandi città. È possibile reperire sushi e altri prodotti tipici giapponesi al supermercato o nei grandi store di cibi surgelati.
Così, gli amanti del pesce crudo possono assaporare cenette orientali anche a casa e, perché no, invitare gli amici per un “sushi-party”, evento che oggi va per la maggiore. Qualcuno, però, potrebbe storcere il naso all’idea di mangiare pesce crudo. Forse anche perché, a parte i gusti personali e il valore dietetico e nutrizionale di tali cibi, qualche rischio effettivamente c’è. E non sempre si vede…

Vai all’articolo