Berlino, la Polizia Interrompe il Congresso sulla Palestina

La cieca difesa di Israele sta portando la Germania a livelli di intolleranza indegni di uno Stato in teoria democratico.

Dopo settimane di martellante campagna terroristica da parte dei media e della politica tedesca contro un incontro definito “intollerabile” dal sindaco di Berlino, il congresso di tre giorni (che doveva iniziare il 12 aprile) organizzato per discutere del massacro in corso a Gaza e del ruolo tedesco nel supportarlo, è stato bloccato e vietato dalla polizia dopo pochi minuti dall’inizio del secondo intervento.

Udi Raz, ebreo tedesco portavoce di Jewish Voice for Peace in Germania, è stato arrestato. La polizia ha tagliato l’elettricità alla sala e ha avvisato partecipanti, organizzatori e speakers che sarebbero stati perseguiti legalmente.

Definiti “odiatori di Israele”, non si trattava certo di facinorosi o antisemiti, ma di noti professori universitari, politici, medici, scrittori e ricercatori.

Due di loro non hanno potuto nemmeno entrare nel Paese: il governo tedesco ha infatti notificato a Yanis Varoufakis il divieto di ingresso in Germania e persino di parlare in collegamento. Il medico chirurgo palestinese e rettore dell’Università di Glasgow, Ghassan Abu Sitta, che per 43 giorni ha prestato soccorso a Gaza con Medici Senza Frontiere, è stato fermato all’aeroporto di Berlino e letteralmente deportato.

La polizia ha arrestato anche dei cittadini che protestavano per il trattamento a lui riservato e gli ha proibito di tornare all’aeroporto per un anno.

Il senso di colpa per la Shoah e la cieca difesa di Israele stanno portando la Germania a livelli di intolleranza indegni di uno Stato in teoria democratico.

Fonte: https://www.sovranitapopolare.org/2024/04/15/berlino-e-la-paura-della-cia/

IL TEST KINESIOLOGICO QUANTISTICO TKQ
di Francesco Oliviero, Corrado Barba

Il Test Kinesiologico Quantistico TKQ

di Francesco Oliviero, Corrado Barba

Il Test Kinesiologico Quantistico è una tecnica di indagine interiore che origina da teorie molto antiche e si rivela prettamente pratica.

Esso va a scandagliare le memorie del nostro passato, recente e remoto, quindi si espande in un campo di Coscienza con molte sfaccettature, che vanno dal rivivere il ricordo fino allo scoprire qualcosa di totalmente nuovo ed inaspettato.

Quando siamo nel campo della memoria, siamo già nel “mare magnum” dell’inconscio, con tutto quel suo fascino e quel senso di nascosto che genera curiosità e meraviglia.

In considerazione di tali evidenze, sarebbe utile, prima di intraprendere un viaggio di questo tipo, informarsi attraverso la lettura di questo libro sulle enormi potenzialità del TQK, per poterlo effettuare in piena consapevolezza e coerenza e, solo successivamente, partecipare ad uno dei corsi che vengono organizzati in tutta Italia.

L’esperienza del TKQ smuoverà emozioni che sono la nostra prima forma di interazione con l’ambiente esterno e con la nostra capacità introspettiva.

Essere consapevoli di cosa ci sta accadendo è l’unico modo per non farci assalire dalle paure collegate con la vita e per continuare il nostro percorso verso le profondità della nostra anima.

In copertina il simbolo ZAKTI, una struttura geometrica multidimensionale tra le più complesse mai realizzate e genera onde torsionali collegate con la geometria aurea. Porta armonia in emozioni e pensieri, stimola un aumento delle capacità extrasensoriali ed attua un’immediata centratura del sistema energetico della persona.

Estratto dal libro

Questo particolare momento storico che stiamo vivendo, nel quale il tempo è diventato accelerato, ci spinge sempre di più alla comprensione di noi stessi ed alla pulizia energetica del nostro personale vissuto, al fine di evolvere e di dare un contributo essenziale al senso della nostra incarnazione presente come Anime.

A tale proposito, il TQK si pone come uno dei migliori strumenti utili al cambiamento ed alla trasformazione delle nostre vite, con la consapevolezza che le memorie che ci bloccano si manifestano più concretamente nelle nostre vite per aiutarci a liberarcene definitivamente.

Nel momento in cui liberiamo noi stessi da quelle memorie pesanti, quasi magicamente liberiamo anche le altre persone coinvolte, permettendo a tutti di riprendere le basi essenziali della propria vita, in un valzer di gioia e di felicità.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *