Tre piccoli consigli per iniziare a Meditare

Imparare a meditare

La meditazione è la base di ogni pratica esoterica, ma molti si avvicinano a questo mondo nel modo sbagliato.
Cominciano subito a meditare per troppo tempo, senza ottenere la giusta presenza nè la corretta profondità. Non vedendo, quindi, alcun risultato, dopo un po’ smettono e rinunciano. Il mio consiglio è cominciare con piccoli passi.

Comincia con un minuto. Un solo minuto in cui non farai altro che osservare il tuo respiro o i tuoi pensieri. Anche una sequoia gigantesca è stata una piccola piantina all’inizio… e così dobbiamo trattare la nostra pratica… come una piantina…

Vai all’articolo

Come ripulire la propria Energia per stare meglio

Bagno rilassante

di Rehael
Come persone sensibili e ricettive, spesso e volentieri siamo confrontati con le energie degli altri e, in generale, con l’ambiente che ci circonda.
Noi assorbiamo costantemente energie sia positive che negative. Quando lavoriamo, ad esempio, e magari ci ritroviamo in un contesto poco sereno o ostile, il nostro corpo ne risente molto, assorbendo energie negative e squilibranti. 

Come fare quindi per ripulire, di volta in volta, il nostro corpo dalle energie negative e tossiche?

Qui di seguito suggeriamo alcuni metodi – tra l’altro anche economici – che servono per…

Vai all’articolo

Scuola sostituisce la Punizione con la Meditazione… i risultati sono incredibili!

Bambini che meditano

Cosa accade quando un alunno si comporta male a scuola? Viene messo in punizione, mandato dal preside oppure sospeso. Ma tutto ciò è davvero utile a migliorare lo stato mentale degli alunni?
La punizione consiste spesso nello stare in piedi in un angolo a fissare la parete oppure qualche altra cosa, ma sicuramente non funziona per far riflettere sulla propria condotta, anzi viene considerato qualcosa di stupido e ingiusto. Il Prof. Robert W. Coleman della scuola elementare di Baltimora ha ideato qualcosa di diverso per gli studenti che si comportano male: la meditazione.

Invece di…

Vai all’articolo

Li Ching Yuen, l’uomo ultra bicentenario che morì a 256 anni

Li Ching Yuen, l'uomo ultra bicentenario che morì a 256 anni

Li Ching Yuen, maestro taoista cinese, visse 256 anni e divenne un riferimento nel mondo delle pratiche spirituali.

L’uomo bicentenario nato in Cina nel 1677 e morto nel 1933 di causa naturale, era praticante di Qi Gong, un’arte legata alla medicina tradizionale cinese, che comprende esercizi fisici, di meditazione e respirazione. Li Chiung Yuen si sposò 23 volte ed ebbe 180 figli.

Anche se sembra impossibile che un essere umano possa vivere così a lungo, alcune delle tecniche praticate da Li Ching Yuen, sono state effettivemente riconosciute come valide per migliorare e prolungare…

Vai all’articolo

La risata come meditazione

Ridere di gusto

La risata fa affiorare energie latenti nella tua fonte interiore. L’energia inizia a scorrere, segue la risata come un’ombra. Ci hai fatto caso? Quando ridi di gusto, in quei brevi istanti sei in uno stato di profonda meditazione.
Il pensiero si arresta. È impossibile ridere e pensare allo stesso tempo. Sono cose diametralmente opposte: puoi o ridere o pensare! Se ridi di gusto, il pensiero si arresta; se invece ancora pensi, la risata sarà di circostanza, sarà un po’ fredda. Sarà una risata monca.

Quando ridi di gusto, all’improvviso, la mente scompare. A mio avviso, la danza…

Vai all’articolo

Meditare… andando in bicicletta

Andare in bicicletta

Ci sono molti modi di meditare. Nella meditazione Zen si resta seduti immobili, con la schiena dritta e le gambe “incrociate”, cercando di svuotare la mente. Ma non è l’unico metodo.
Io ho cominciato con la meditazione zen, ogni giorno alle 5 andavo nel deserto, con un telo, mi sedevo e cercavo di svuotare la mente. Certe volte ci riuscivo, ed era meraviglioso…sentivo il sole, ogni essere vivente che camminava, sentivo il cielo sopra di me, mi sentivo in contatto con l’energia creatrice. Altre volte invece c’era una mosca che mi dava fastidio, il sole troppo caldo e non riuscivo…

Vai all’articolo

Curate l’ansia con la meditazione, non con gli ansiolitici!

Meditazione contro l'ansia

Anseren, Lexotan, Roipnol, Tavor, Xanax, Oxapam: sono solo alcuni dei nomi degli ansiolitici più diffusi che incrementano il “bussiness dell’ansia” con cui le case farmaceutiche fanno affari d’oro.

Sono tra i prodotti più acquistati nelle farmacie, anche perché è diventato estremamente facile ottenerne la prescrizione farmacologica direttamente dal proprio medico curante. A partire dall’ultimo rapporto Osmed, Istituto che si occupa di monitorare il consumo dei farmaci in Italia, l’inquietante annuncio: dal 2008, le sostanze psicoattive occupano il terzo posto…

Vai all’articolo

La Civiltà del Sole: un futuro radioso

Un futuro radioso

di Elisabetta Mastrocola

«Anche nel posto modesto in cui vi trovate, potete contribuire al bene di tutta l’umanità. Ogni giorno, consacrate almeno qualche minuto a pensare come, in avvenire, essa non sarà che una grande famiglia in cui tutti i membri si comprenderanno, si ameranno, si sorrideranno. Ci sono talmente tante cose buone alle quali si può pensare per il bene di tutta la terra! Che gli uomini vadano a contemplare il sorgere del sole… Che tutti si incontrino per danzare e cantare in coro degli inni di gioia e di riconoscenza al Creatore… Non è meraviglioso formulare

Vai all’articolo

La meditazione riduce la perdita di materia grigia durante l’invecchiamento

Meditazione sul lago

La meditazione aiuta a mantenere più ampio il volume della materia grigia del cervello.

Questa è la conclusione raggiunta da alcuni ricercatori della School of Medicine, University of California di Los Angeles, che hanno studiato la relazione tra età e materia grigia, in un esperimento effettuato su due gruppi di persone.

Gli scienziati hanno messo a confronto il cervello di 50 persone che hanno meditato per molti anni e di 50 persone che non lo hanno mai fatto. Una perdita di materia grigia è stata osservata con l’avanzamento dell’età in entrambi i gruppi, ma in misura meno…

Vai all’articolo

L’Amicizia… prima di tutto con se stessi

Amicizia profonda

di Marco De Biagi 
L’amicizia “vera” di questi tempi è, senza forse, uno dei beni più preziosi che si possa desiderare… o possedere.

Infatti quando ci sentiamo veramente soli, quando ci sembra che le cose non vadano bene, quando non abbiamo più risposte da darci… a chi mai potremmo appellarci? Ad un amico, ad un’amica. Questo perché l’amicizia è circondata da valori come la lealtà, il supporto, la fiducia, che sono ossigeno puro per l’anima.

Esiste, tuttavia, oltre all’amicizia anche la meditazione, che se praticata con sincerità e costanza, può portarci a…

Vai all’articolo

La progressione non-lineare del processo meditativo

Meditazione

di Jason Siff
In genere, la meditazione viene considerata un mezzo finalizzato a un obiettivo. Per questo è facile pensare che ci sia una progressione lineare dall’ignoranza all’illuminazione, e che tutto ciò che un meditatore deve fare per raggiungere l’obiettivo è seguire le istruzioni.
Tale concezione ha provocato un grande fraintendimento per tutto quello che riguarda lo sviluppo naturale del processo meditativo.

Un processo meditativo naturale, secondo la mia opinione, è composto di tre fasi successive: eliminazione, coltivazione e sviluppo. Esse possono comparire in…

Vai all’articolo

L’elisir per vivere a lungo, ma soprattutto bene

Perdono padre e figlio

di Vincenzo Bilotta 
Per quale motivo ci si trova, a volte, a non essere in perfetta forma, nonostante si segua un regime alimentare vegano, si mediti due ore al giorno e si creda nell’amore universale?
“…Era giovane ed in salute, mangiava sano, faceva sport ma, nonostante tutto, è morto giovane all’improvviso”. Quante volte avrete sentito dire ciò, magari da chi si consola del fatto che non serva a nulla essere dei salutisti, solo per prenderlo come pretesto per continuare a vivere ed alimentarsi in maniera errata?
Cosa fa, in realtà, la differenza tra il vivere in perfetta…

Vai all’articolo

La pratica e i benefici della Meditazione

Meditazione

di Elisa Cappelli
La meditazione serve a creare uno spazio intatto dentro di sé, con cui mettersi in comunicazione in ogni istante: che la si faccia da sdraiati, in piedi, a fiore di loto o qualsiasi altra posizione, poco importa.

Cos’è la meditazione?
Meditazione è una parola che arriva dal latino meditatio, ovvero “riflessione”; si tratta di una pratica di concentrazione della mente su uno o più oggetti, immagini, pensieri, o anche su nulla, a scopo religioso, spirituale, filosofico.

La meditazione è in sostanza un metodo per conoscersi a fondo e lavorare con sé stessi, …

Vai all’articolo

La Meditazione riduce del 50 per cento il rischio di attacco cardiaco

Meditazione

di J.D.Heyes
Secondo il National Institute of Mental Health (L’Istituto Nazionale di Salute Mentale), la meditazione, attraverso la continua ripetizione di un mantra, può ridurre l’ipertensione, l’ispessimento delle arterie e il colesterolo. I ricercatori sostengono che può perfino aiutare a proteggere dal diabete.

Ci sono numerose alternative naturali, scientificamente provate, per ridurre il rischio di attacco di cuore, ma una delle più efficaci, dimostrata da una nuova ricerca, è la meditazione.

Secondo il National Institute of Mental Health (L’Istituto Nazionale…

Vai all’articolo

Guarire con le campane tibetane

Campane Tibetane

Le campane tibetane sono strumenti originari del Tibet, Nepal e India, ma vengono prodotte anche in altri paesi come Cina, Giappone e Corea; i primi esemplari però sono senza dubbio stati prodotti in Tibet, nella regione Himalayana anche se la storia è ancora avvolta dal mistero. Per questo motivo le campane tibetane provenienti dal Tibet sono quelle più ricercate sia per la loro qualità costruttiva e sonora, sia per la loro manifattura.

Questi strumenti sono considerati da molti popoli come una forma pura di suono, ovvero di vibrazione poliarmonica e per questo sono considerati come…

Vai all’articolo

Super cibi a chilometro zero

Riscopriamo le proprietà nutrizionali e terapeutiche dei super cibi di casa nostra, ovvero cereali integrali, agrumi, broccoli, semi, frutti rossi, germogli…
Con il termine supercibi si è soliti indicare alcune piante con elevato contenuto nutrizionale, funghi, tuberi o radici provenienti dall’altro capo del mondo, alghe provenienti da mari e laghi lontani, bacche e frutti ancora più esotici, magari rintracciabili in polvere o essiccate.

Sono sicuro del loro valore nutrizionale elevato, ma sono altrettanto certo che siamo circondati da super cibi provenienti dalla nostra terra e…

Vai all’articolo

Ciò di cui hai bisogno – Osho

Un mistico Sufi, Bayazid, pregava Dio ogni giorno, esprimendo riconoscenza e gratitudine. A volte non aveva nulla di cui essere grato.

Una volta, lui e i suoi discepoli, rimasero senza niente da mangiare per tre giorni. In ogni città davano loro la caccia, i musulmani ce l’avevano con loro. Ma anche quella sera, Bayazid ringraziò Dio. Un discepolo disse: “Questo è troppo. Non lo tolleriamo più. Per cosa ringrazi Dio?”. Bayazid aveva appena detto: “Sei così buono, mio Signore. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno ce lo dai sempre”. Il discepolo disse: “Ora stai esagerando….

Vai all’articolo

Incredibile: in vita dopo 200 anni. Ritrovato il corpo di un monaco buddhista ancora in meditazione

E’ possibile che dopo 200 anni un monaco mummificato sia ancora vivo? Secondo alcuni buddhisti può accadere se un credente riesce a raggiungere una profonda meditazione.
Alcuni scienziati in Mongolia stanno esaminando il corpo di un monaco trovato la scorsa settimana nei pressi del distretto di Songino Khairkhan, a nord ovest di Ulan Bator. L’uomo è stato ritrovato nella posizione del loto, ovvero con le gambe incrociate, ricoperto da una pelle animale, non è ancora chiaro se si tratta di cammello, cavallo o mucca.
Saranno necessari ulteriori studi per chiarire dettagli che potrebbero…

Vai all’articolo

Ridere mette il cervello in “stato meditativo”, rinforza la memoria e riduce i danni da stress

Ridere è certamente una delle caratteristiche che meglio distingue gli esseri umani dalle altre specie animali.

I meccanismi psicologici che provocano una risata sono ancora poco compresi, anche se gli esperti ritengono che facciano riferimento all’intelligenza simbolica tipica dell’uomo. Tuttavia, anche se non si sa ancore bene cosa provochi una risata, i numerosi studi prodotti negli ultimi tempi sicuramente sono riusciti a valutarne gli effetti benefici sulla nostra salute.

L’ultima ricerca prodotta dai ricercatori della Loma Linda University della California ha rivelato che…

Vai all’articolo

La guarigione spontanea del corpo umano

Con il termine di Autoguarigione è stato riconosciuto scientificamente quel processo autonomo del corpo umano, tendente a salvaguardare la vita stessa del corpo. Quante depressioni, attacchi di panico o stati ansiogeni potrebbero trovare soluzione se soltanto ci si orientasse all’ascolto dei propri bisogni. Queste comuni manifestazioni psicosomatiche, sono supportate da un’iperattività del sistema nervoso autonomo, in particolare dalla sezione simpatico.
Non solo ansia e attacchi di panico! Stress, forte autocontrollo, producono le stesse molecole le quali indeboliscono il nostro…

Vai all’articolo