Come ridurre l’Acidità corporea con la Dieta Alcalina

di George Luis

Parliamo di dieta alcalina e cibi acidificanti. Conoscere la differenza fra questi cibi è qualcosa di molto importante per il nostro benessere e la nostra vitalità. E anche se non alcalinizziamo al 100% il nostro corpo è importante farlo almeno al 60- 70%.

Ma vediamo un po’ che cosa sono i cibi alcalinizzanti e i cibi acidificanti. A seconda delle loro caratteristiche nutrizionali, tutti i cibi possono essere classificati in alcalini o acidificanti. Il metro attraverso il quale si può misurare l’alcalinità o l’acidità dei cibi è il pH. Il pH il è una scala di valori che va da 0 a 14 e viene usato anche per misurare l’acidità e l’alcalinità all’interno del nostro corpo. Come? Analizzando liquidi organici come il sangue, la saliva o l’urina.

Come facciamo a capire se l’ambiente all’interno del nostro corpo è acido o alcalino?

È piuttosto semplice come concetto:

  • Se il pH all’interno del nostro corpo è compreso fra 0 e 7.06 l’ambiente all’interno del nostro corpo è acido.
  • Se è uguale a 7.o7 è neutro.
  • Se invece è compreso fra 7.o7 e 14.14 il pH si può definire alcalino o basico.
Libri e varie...

Come posso testare il livello di acidità nel mio corpo?

Ci sono svariati strumenti che puoi utilizzare, ma quelli che puoi facilmente trovare anche nella tua farmacia sono le strisce indicatrici di pH e il pH-metro (quest’ultimo utilizzato anche per misurare il pH degli acquari (ebbene si, anche i pesci, per vivere, hanno bisogno di un pH alcalino). Per fare il test usa un campione di saliva o urine.

Come alcalinizzare la propria dieta senza stress?

La dieta alcalina non è qualcosa di nuovo, è qualcosa di antico semmai. In passato, la nostra dieta era costituita per lo più da cibi alcalini o neutri come: legumi, verdure, frutta, noci, semi e tuberi. Oggi invece questi alimenti si sono ridotti a dei tristi contorni per alimenti acidificanti come: carne, latte, uova, formaggi, sale, cibi raffinati e cosi via. Questo cambiamento comporta che la maggior parte delle persone conducono uno “stile di vita acido”.

Dobbiamo capire che un ambiente acido nel nostro organismo non solo uccide la nostra vitalità, ma è anche un terreno fertile per ogni genere di parassiti, disturbi e malattie, tra le quali anche il cancro. Quello che mangi però non è l’unica ragione per cui il tuo organismo può essere acido.

Un secondo fattore importantissimo che dobbiamo considerare sono le emozioni: emozioni come paura, rabbia, frustrazione, risentimento, ci stressano e danno vita a reazioni biochimiche che aumentano l’acidità del nostro organismo.

Non è necessario seguire regole rigide, dobbiamo solo evitare alcuni cibi e privilegiarne altri. Possiamo tradurre questo processo di alcalinizzazione in 6 punti principali:

1. Mangia cibi vivi e naturali

Ovvero cibi crudi o non troppo cotti. Non troppo cotti significa che la temperatura di cottura non dovrebbe superare i 47°C. E poiché non è possibile cuocere i cibi a quella temperatura, si possono solo marinare o essiccare, usando un essiccatore.

2. Evita i veleni

Per veleni intendo sostanze inutili per l’organismo, elementi che non portano niente di buono e che il nostro corpo deve sforzarsi per eliminare come: caffè, alcool, fumo, bibite gassate, coloranti, conservanti, aromi artificiali, medicinali, farmaci (a meno che non sia strettamente necessario prenderli), e droghe di alcun genere.

3. Riduci considerevolmente il consumo di alimenti acidificanti

I cibi acidificanti come accennavo prima sono: carne, i dolci, la farina bianca e tutti i suoi derivati, latte e formaggi, uova, leguminose secche (fagioli, piselli, ceci, lenticchie ecc.), cereali. Capisco che in teoria può sembrare un’esagerazione ma nella pratica è molto più semplice e fattibile.

4. Idratati

L’idratazione è molto importante. Un’amica una volta mi disse che assumere 2 litri di sola acqua durante la giornata per lei era impossibile. Ebbene fidati, è possibilissimo, invece di pensare alla mega bottiglia di 2 litri, prova a portarti appresso 4 bottiglie da 0.5 l… vedrai che non solo riuscirai a berla, ma non ti basterà. Un’altra cosa importante per quanto riguarda l’acqua, è che deve essere anch’essa alcalina, con un pH superiore a 8.

5. Fai attività fisica, ma senza sforzarti troppo

Fare attività fisica è molto importante. Ma è anche molto importante farla bene. Infatti, se non ne fai va male, ma se strafai, oltre a togliere sangue e ossigeno agli organi vitali, produrrai anche acido lattico il che, come puoi capire dal suo nome, contribuirà ad acidificare il tuo corpo.

6. Respira bene e medita
Come ti ho già detto prima, l’acidità all’interno del tuo corpo non è causata solo dai cibi ma anche dallo stress e dalle emozioni negative. I due modi più semplici ed efficaci per evitare o superare questi ostacoli della nostra vitalità, sono la respirazione consapevole e la meditazione.

Articolo di George Luis

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://linfavitale.com/alimentazione/ridurre-eliminare-acidita/

Libri e varie...
THE CHINA STUDY —
Versione nuova
di T. Colin Campbell, Thomas M. Campbell

The China Study —

Versione nuova

di T. Colin Campbell, Thomas M. Campbell

I risultati sono inequivocabili: Cambia la tua dieta e riduci drasticamente il rischio di cancro, diabete, malattie cardiache e obesità

The China Study è  una fonte inesauribile di informazioni sulla salute: Informazioni oggettive, scientifiche e soprattutto indipendenti di gran valore, di massima utilità e di applicazione efficace. In The China Study sono analizzate diverse tipologie di cancro, malattie che riguardano le ossa, i reni, il cervello, l'obesità, per citarne alcune. Tutte le analisi sono corredate da grafici, tabelle e diagrammi per comprenderle al meglio. Viene analizzata anche l'incidenza dell'alimentazione nella formazione di patologie degenerative (tumori, diabete, malattie cardiovascolari ecc.) e in particolare delle proteine di origine animale.

Basandosi sui risultati di un progetto svolto dall'autore nella Cina rurale, ma andando ben oltre queste constatazioni, The China Study spiega nel dettaglio la correlazione tra alimentazione e malattie. The China Study denuncia anche la disinformazione alimentare prodotta da potenti lobby, enti governativi e scienziati. Si tratta dello studio più completo e affidabile sul rapporto tra la dieta e il rischio di sviluppare malattie.

Gli autori di The China Study (Lo Studio Cina in italiano) denunciano le relazioni tra le case farmaceutiche e la salute e i meccanismi attraverso cui queste riescono ad influenzare la nostra percezione e cura delle patologie.

Questo studio è potenzialmente in grado di salvare milioni di vite umane...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*