Ti senti ansioso? Resta sveglio!

Quando ti senti ansioso, angosciato, cosa puoi fare? Cosa fai di solito quando l’ansia è presente?
Cerchi di eliminarla, cerchi dei rimedi, ma ciò che accade spesso, è che si acuisce sempre di più. Crei una situazione ancora peggiore, perché l’ansia non può essere risolta solo pensando, non può essere eliminata col pensiero, perché il pensiero è in se stesso una forma d’ansia.
La tecnica che qui vi proponiamo di Osho, dice di non fare nulla con l’ansia, ma solo di rimanere svegli!
Ti voglio raccontare un aneddoto della vita di Bokuju, un maestro Zen. Costui viveva da solo in una caverna ma, durante il giorno, e a volte persino di notte, diceva ad alta voce: “Bokuju” ― era il suo nome, e poi continuava: “Sì, sono qui”. E non c’era nessun altro in giro…

Vai all’articolo

Pensi troppo? Chiediti se ti è utile

di Monja Da Riva
Magari anche a te capita di tornare più e più volte su un medesimo pensiero.
“Tanzan and Ekido stavano viaggiando insieme lungo una strada fangosa, sotto la pioggia. Girato un angolo, videro una bella ragazza vestita con un kimono di seta, che non riusciva ad attraversare la strada diventata un’enorme pozzanghera. “Forza, ragazza”, disse Tanzan senza battere ciglio. La prese tra le braccia e le fece oltrepassare la pozzanghera. Ekido non disse niente, finché quella sera non raggiunsero un tempio. A quel punto non si potè più trattenere. “Noi monaci non ci avviciniamo alle donne”, disse a Tanzan, “specialmente non a quelle giovani e belle. È pericoloso. Perché l’hai fatto?” “Io quella ragazza l’ho lasciata lì”, disse Tanzan “Tu te la stai ancora portando dietro?”

Vai all’articolo