Arriverà il Momento di ammettere che siamo stati Completamente Ingannati!

Arriverà presto il momento per molti di ammettere di essere stati totalmente ingannati riguardo alla cosiddetta “pandemia” e al cosiddetto “vaccino” per il covid…
Scrive la Dott.ssa Patrizia Montenegro, PHD in Neurochirurgia presso la John Hopinks University: “Tra tutti i vaccini che ho visto in vita mia (difterite, tetano, pertosse, morbillo, rosolia, parotite, varicella, epatite, meningite e tubercolosi), non ho mai visto un vaccino che mi costringa a indossare una mascherina e mantenere la distanza sociale, anche quando sei completamente vaccinato…
Non avevo mai sentito parlare di un vaccino che diffonda il virus anche dopo la vaccinazione.
Non avevo mai sentito parlare di ricompense, sconti, incentivi per vaccinarsi.
Non ho mai visto discriminazioni per coloro che non l’hanno fatto. Se non sei stato vaccinato, nessuno ha cercato di farti sentire una persona cattiva.
Non ho mai visto un vaccino che minacci le relazioni tra familiari, colleghi e amici.
Non ho mai visto un vaccino usato per minacciare i mezzi di sussistenza, il lavoro o la scuola

Vai all’articolo

Vaiolo delle Scimmie: “Emergenza” inaspettata?

Lo sapevate che esiste già un vaccino approvato nel 2019? Indovinate chi c’è dietro…
Mentre i casi di vaiolo delle scimmie stanno gradualmente aumentando in tutto il mondo, la corsa ai vaccini è appena iniziata… ma in quanti sanno che esiste già un vaccino contro questa malattia rarissima approvato dall’FDA nel 2019?
Suona davvero strano, perché mai produrre e far velocemente approvare un vaccino contro una malattia (il vaiolo) sostanzialmente eradicata e contro il vaiolo delle scimmie, malattia rarissima con piccoli focolai finora circoscritti e gestibilissimi?
La risposta è in un nome… ed è sempre lo stesso: BILL GATES.
Nel novembre 2021, mentre tutto il mondo era in panne a causa della “pandemia” di coronavirus, Bill Gates partecipava ad un importante meeting di Policy Exchange, che è il principale think tank del Regno Unito. Il presidente della Bill and Melinda Gates Foundation, e Rt Hon Jeremy Hunt MP, presidente del comitato ristretto per la salute, in quel contesto hanno discusso il potenziale di future pandemie…

Vai all’articolo

Il Programma “ID2020” è realtà: iniziata la Sperimentazione sulle persone

di Mario Siddi
Cos’è, chi lo finanzia, per cosa (e su chi) viene utilizzato, in quali paesi e qual’è l’obbiettivo finale…
ID2020 è il nome del programma che potrebbe portare all’identità digitale di ogni essere umano del pianeta. Si tratterebbe dell’inserimento di un microchip di piccolissime dimensioni nel corpo umano, in grado di contenere le informazioni personali del cittadino, oltre anche alla possibilità di essere usato come supporto attivo per la somministrazione di vaccini contro le cosiddette “pandemie”.
Chi lo finanzia
Dietro questo progetto, di cui il mainstream ha divulgato ben poco, tra i soci fondatori ci sono nomi di grande spessore e fama internazionale a vari livelli. Uno tra tutti Bill Gates (Microsoft), la famiglia Rockefeller, la società GAVI, l’Alleanza mondiale per le immunizzazioni, Big Pharma, ed il coinvolgimento, come si legge dal sito ufficiale di ID2020, di ONU e governi nazionali in una sorta di partnership pubblica e privata…

Vai all’articolo

Piano globalista per sterminare l’umanità: “i mangiatori inutili” devono essere eliminati!

Ben oltre le distrazioni dei battibecchi politici, ciò che si va delineando è un piano per sterminare il 90% dell’attuale popolazione umana al fine di “salvare” il pianeta, e proteggere solo quello che i globalisti considerano il futuro della sopravvivenza umana su scala cosmica.
Questo piano è ora in corso, grazie a due sviluppi molto importanti:
1) L’ascesa di sistemi robotici in grado di sostituire il lavoro umano, eliminando la necessità di “lavoratori umani” poveri, la cui unica ragione di esistenza – dal punto di vista dei globalisti – consisteva nello sfruttarli come lavoro a basso costo e serbatoio di voti manipolati.
Molte persone non sono ancora consapevoli che i robot stanno sostituendo il lavoro umano. Sono, infatti, già stati introdotti robot pesanti, che possono sostituire il lavoro umano nelle costruzione e altri lavori simili. Una volta che i robot sostituiranno gran parte degli operai, i globalisti non avranno più bisogno di esseri umani, ondate migratorie o popolazioni del Terzo Mondo…

Vai all’articolo