Il “Trattato sulle Pandemie” darà all’OMS le Chiavi del Governo Globale

di Kit Knightly
Le prime udienze pubbliche sul proposto “Trattato sulle pandemie” sono terminate e il prossimo ciclo dovrebbe iniziare a metà giugno. Le clausole suggerite incentiverebbero la segnalazione di eventuali “pandemie” e punirebbero le nazioni in caso di “non conformità”.
Abbiamo cercato di tenere la questione in prima pagina, proprio perché il mainstream è così desideroso di ignorarla, mentre continua a sfornare “porno” di guerra e propaganda di parte.
Quando noi – ed altri – c’eravamo collegati alla pagina della presentazione pubblica, c’era stata una tale risposta che il sito web dell’OMS si era bloccato per un po’… o avevano fatto finta che si fosse bloccato, in modo che la gente smettesse di inviare mail. In ogni caso, è stata una vittoria, malgrado l’attuale scarsa copertura mediatica, per lo più relegata nelle metaforiche pagine di fondo di internet e speriamo di poterla replicare in estate.
La prospettiva si concentrerà sul cercare di rendere il trattato “abbastanza forte” e garantire che i governi nazionali possano essere “ritenuti responsabili”. Un articolo sul Telegraph del Regno Unito, del 12 aprile, titola: “C’è il rischio reale che un trattato sulla pandemia possa essere ‘troppo annacquato’ per fermare nuove epidemie”

Vai all’articolo

Trump ha annullato il Progetto di Bill Gates noto come “ID2020”

Il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annullato il progetto di Bill Gates noto come “ID2020” e ha fatto molte altre cose.
Ecco un elenco:
1. Ha decretato che i vaccini siano volontari e non obbligatori, con i militari che ne verifichino la purezza e li distribuiscano.
2. Ha tagliato i fondi all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e vuole un’indagine approfondita sulle sue operazioni.
3. Ha Annullato il disegno di legge “HR6666” dei Democratici, noto come “Covid-19 TRACE Act” (Testing, Reaching And Contacting Everyone) che era alla base del disegno di legge di Bill Gates per la diagnosi, il tracciamento e il monitoraggio di ogni persona.
4. Ha cancellato il progetto di Bill Gates noto come “ID2020″…

Vai all’articolo

Mario Monti, l’Oms gli riserba una Super poltrona: riformare la Sanità Europea

Rieccolo… Mario Monti torna a sedersi su una poltrona di primo piano.
Si tratta di quella di “Presidente della Commissione per la Salute e lo Sviluppo sostenibile”, appena istituita dall’Oms Europa, per “ripensare le priorità relative alle politiche da attuare alla luce della pandemia”. La Commissione, spiega l’Oms, “formulerà raccomandazioni circa gli investimenti e le riforme per migliorare la resilienza dei sistemi sanitari e di protezione sociale”

Vai all’articolo

La vera Agenda dell’OMS: abituare le masse ad un Nuovo Ordine Mondiale sul “modello cinese”

di Redazione JedaNews
L’OMS sta usando la pandemia per avanzare verso un Nuovo Ordine Mondiale, che è modellato sul regime oppressivo della Cina.
L’OMS ha gestito l’epidemia di COVID-19 in una maniera specifica. È passato dal minimizzare il virus e fare pressioni contro i divieti di viaggio dalla Cina, alla spinta per un indefinito lockdown a livello mondiale. Ma cè metodo dietro la follia: l’OMS sta usando il pretesto del virus per proseguire verso un Nuovo Ordine Mondiale modellato sul regime cinese.
Da quando il COVID-19 ha superato i confini cinesi, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha assunto un ruolo di primo piano nella gestione della pandemia a livello globale. Il potere indiscusso e l’influenza di questa organizzazione creata dalle Nazioni Unite, ha portato la maggior parte dei governi di tutto il mondo a modellare le loro politiche e la risposta alla pandemia in base ai dati e alle linee guida dell’OMS. In altre parole, le nazioni hanno consentito a un’entità globale (e non democratica) di dettare decisioni che vengono prese a livello nazionale e locale.
Il risultato di questa condotta diretta tra l’OMS e i governi nazionali, è stato profondo e di vasta portata…

Vai all’articolo