La 77ma Assemblea dell’OMS Approva il Nuovo Testo del Regolamento Sanitario Internazionale

di Alessandro Fusillo
Come previsto, dopo il fallimento del Trattato Pandemico, l’OMS è passata al “piano B” in preparazione da tempo, cioè le modifiche del Regolamento Sanitario Internazionale (RSI, in inglese IHR – International Health Regulations) che sono state approvate all’ultimo momento utile, il 1° giugno.
Il nuovo testo del RSI prevede una gestione centralizzata delle emergenze sanitarie e della produzione, distribuzione e approvvigionamento dei farmaci, con particolare riferimento ai vaccini. Il testo del nuovo regolamento è complesso, ma si possono sin d’ora mettere in evidenza alcuni passaggi fondamentali.
Mentre il vecchio testo (art. 3) prevedeva il “pieno rispetto della dignità, dei diritti e delle libertà fondamentali dell’uomo” il nuovo art. 3 aggiunge l’obbligo di promuovere “equità e solidarietà”. L’aggiunta è in grado di scardinare il pur esile schermo del rispetto dei diritti fondamentali che, come abbiamo visto dal 2020 in poi, sono stati completamente annullati in considerazione di una presunta emergenza……

Vai all’articolo

Falliti i Negoziati: il Nuovo Piano Pandemico dell’OMS (Almeno per Ora) Non si Farà

di Stefano Baudino
Il nuovo Trattato Pandemico dell’Organizzazione Mondiale della Sanità… almeno per ora, è stato affossato.
I negoziati per arrivare a un nuovo testo definitivo in vista della 77esima assemblea dell’OMS, che è iniziata il 27 maggio a Ginevra e proseguirà fino al prossimo 1º giugno, non hanno infatti prodotto nessun risultato concreto, con una serie di Stati che hanno deciso (giustamente) di defilarsi.
Tra quelli che hanno sollevato più perplessità ci sono l’Italia, il Regno Unito e la Russia. Per ora, dunque, i Paesi membri non hanno trovato l’accordo sulla ricetta presentata dall’istituto specializzato dell’ONU per la salute, che, in vista delle potenziali “emergenze” future, punta tutto su una strategia di concentrazione e trasferimento dei poteri decisionali nazionali nelle mani di pochi organismi sovranazionali al fine di semplificare e velocizzare l’iter governativo…

Vai all’articolo

Nell’Ultima Modifica Del Trattato Pandemico dell’OMS Spunta un “Esercito Sanitario” Globale

L’iniziativa di Bill Gates: un “Esercito Sanitario” globale per affrontare le pandemie.
L’ultima versione del nuovo trattato pandemico dell’OMS menziona per la prima volta una “forza lavoro per l’emergenza sanitaria globale”, o un corpo internazionale di “professionisti sanitari” che può essere schierato per “combattere le pandemie”, hanno scoperto Elze van Hamelen e Karel Beckman. Di questo non si parlava nelle bozze precedenti. Questo è esattamente ciò che ha suggerito l’anno scorso il miliardario Bill Gates, il più grande donatore privato dell’OMS.
In un articolo d’opinione apparso sul New York Times sulla prossima pandemia, il fondatore di Microsoft ha scritto che deve esserci un “esercito sanitario” internazionale per affrontare le “minacce”. Ha aggiunto che il mondo ha bisogno di “un sistema ben finanziato” che sia pronto a rispondere “quando ci sono minacce”…

Vai all’articolo

27 Maggo 2024: Firma del “Trattato Pandemico”

Mancano pochi giorni. Un certo presidente, in un momento raro, forse anche unico, di franchezza, aveva detto: “La bestia dell’evento è qui e sta arrivando”.
Tedros Adhanom Ghebreyesus è l’archetipo ideale. L’OMS è il suo cavallo di Troia che, grazie al trattato pandemico che sarà formalizzato il 27 maggio 2024, avrà la priorità sui governi firmatari dei 194 paesi membri. Si farà senza tamburi o trombe, così discretamente che di fatto la maggior parte della gente non vedrà accadere nulla.
Tedros, come direttore dell’OMS, avrà la priorità sui governi legittimi non solo in materia di pandemia ma anche in tutto ciò che riguarda: la salute (“One Health” delle Nazioni Unite), il tempo, l’economia, il trasporto, la guerra, l’ambiente, l’istruzione, la casa…

Vai all’articolo

22 Procuratori USA Contro l’OMS

di Massimo Mazzucco
22 procuratori generali di altrettanti stati americani hanno scritto una lettera al presidente Biden nella quale si dichiarano contrari all’approvazione da parte degli Stati Uniti del Piano Pandemico dell’OMS (il procuratore generale di uno stato americano equivale al nostro ministro di giustizia).
“Noi ci opporremo a qualunque tentativo da parte dell’OMS di influenzare, in modo diretto o indiretto, le scelte sanitarie per i nostri cittadini” – dice la lettera, redatta dal procuratore del Montana Austin Knudsen a nome di tutti gli altri.
“Noi ci opponiamo a tali accordi – prosegue la lettera – per diverse ragioni importanti. Innanzitutto, gli strumenti proposti trasformerebbero l’OMS da un organo consultivo e di beneficenza nel governatore mondiale della sanità pubblica. L’OMS attualmente non dispone dell’autorità per far rispettare le sue raccomandazioni. In base agli emendamenti proposti dal trattato pandemico, tuttavia, il direttore generale dell’OMS otterrebbe il potere di dichiarare unilateralmente una ‘emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale’ in uno o più paesi membri

Vai all’articolo

Gli Interessi della UE, dell’Oms e di Big Pharma

di Lino Palma
L’interesse dell’UE, dell’OMS e di Big Pharma per la salute pubblica è uguale all’interesse dell’industria degli armamenti per la pace nel mondo, cioè niente del tutto.
L’eurodeputata Christine Anderson ha dichiarato: “La strategia dell’UE per la salute globale potrebbe essere riassunta in poche parole: sprecare miliardi di soldi dei contribuenti direttamente nelle casse di Big Pharma per un prodotto inutile, dannoso e perfino mortale.
“La strategia dell’UE per la salute globale potrebbe essere riassunta in poche parole: sprecare miliardi di soldi dei contribuenti direttamente nelle casse di Big Pharma per un prodotto inutile, dannoso e perfino mortale.
Mettere i costi causati dalle iniezioni letali sui contribuenti. Permettere alla presidente della Commissione Europea Ursula von der Layen di arricchire personalmente suo marito Heiko von der Layen, approfittando della sua merda pubblica

Vai all’articolo

Dai Diritti Costituzionali alla Dittatura Sanitaria

di Carlo Freccero
Sta succedendo di nuovo. Sta per passare un accordo internazionale di importanza fondamentale per negarci definitivamente ogni scelta democratica futura in tema di sanità e di libertà personale.
Non solo. Trattandosi di un trattato internazionale, una volta approvato sfuggirà ad ogni successivo tentativo di abrogazione popolare tramite Referendum.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha presentato una bozza di accordo pandemico mondiale. Non ho avuto tempo di esaminare direttamente il trattato, ma solo una sua sintesi. Lo farò sicuramente in seguito. Ma preso atto del ruolo rivestito dall’OMS nella recente pandemia, la sola ipotesi di un potenziamento delle sue funzioni, non può che essere giudicata inopportuna ed aberrante.
Secondo l’OMS gli Stati dovrebbero rinunciare a la loro cultura, e ai diritti umani a cui hanno già a suo tempo aderito, in nome di diritti come: “equità, inclusività e coerenza”, che non significano nulla se non cieca obbedienza, agli interessi dei grandi potentati economici. Dopo avere capovolto il concetto di pandemia e di salute, l’OMS capovolge i diritti dell’uomo…

Vai all’articolo

Strane Coincidenze…

Filippine, Haiti, l’Australia ma anche la Turchia. Paesi coincidenzialmente colpiti da gravi sismi subito dopo aver provato a compiere scelte politiche o popolari scomode.
Scioccante eccesso di mortalità nelle Filippine, con oltre 320.000 morti in eccesso. Il paese rifiuta il Trattato Pandemico dell’OMS e viene colpito da violenti sismi. Cosa sta accdendo?
L’eccesso di mortalità viene definito scioccante dal Presidente della Commissione, Danilo Fernandez. Nel paese si è registrato fra il 2021 ed il 2022 un eccesso di mortalità di oltre 327.000 unità. Fernandez spiega che le morti sono inspiegabili ed il governo approva una risoluzione con la quale rifiuta il Trattato Pandemico dell’OMS.
Subito dopo, in questi giorni, le Filippine vengono colpite da una serie di forti sismi…

Vai all’articolo

Il “Cetriolo” di Schrödinger

L’OMS vorrebbe riconoscere la crisi climatica come un’emergenza sanitaria pubblica.
In un appello pubblicato su oltre 200 riviste scientifiche, scienziati di tutto il mondo chiedono che la “crisi climatica e naturale” venga dichiarata “emergenza sanitaria” perché le conseguenze della crisi climatica e la perdita di biodiversità devono essere combattute in modo concertato. In realtà dietro c’è qualcosa di completamente diverso.
In un appello coordinato, gli scienziati di oltre 200 riviste specializzate internazionali hanno chiesto che la “crisi climatica” venga riconosciuta come “emergenza sanitaria”. Il motivo è che le conseguenze della crisi climatica e della perdita di biodiversità rappresentano una minaccia anche per la salute, motivo per cui dobbiamo concentrarci sulla lotta a questi problemi…

Vai all’articolo

Mons. Viganò: “Silenzio sulla Frode Pandemica Rimarrà come Macchia Indelebile”

Mons. Carlo Maria Vigano scrive su X: “Tre anni fa fui tra i primi – e certamente il primo Vescovo – a denunciare la frode pandemica e vaccinale”.
“Espressi con argomentazioni che oggi emergono come vere e fondate le criticità e l’immoralità di una terapia genica sperimentale, per produrre la quale venivano e vengono usati feti abortiti. Scrissi anche due lettere aperte alla Congregazione per la Dottrina della Fede, rimaste senza risposta.
Vi fu chi, in ambiente conservatore, arrivò ad attaccarmi personalmente e ricorse alle dichiarazioni indimostrate e palesemente false di una dottoressa che lavorava assieme al marito per BigPharma.
Espressi il mio sconcerto per il silenzio dei vescovi, dei sacerdoti, dei parroci, di tanti religiosi impegnati negli ospedali e per lo zelo servile con cui la Gerarchia Cattolica si adeguò alle folli e criminali norme sanitarie e alla promozione del siero da parte di Bergoglio…

Vai all’articolo