“La Guardia Repubblicana non protegge più Macron!”, dice una Deputata

La Guardia Repubblicana è l’unità militare addetta alla protezione personale del presidente francese. S’è sparsa la voce che abbia dato le dimissioni in massa. Ma è vero?
La fonte della notizia è una deputata di République En Marche (il partito di Macron), Martine Wonner. “È pazza?” si domanda il blog Wikistrike, informando che di fatto si è dimesso solo Antoine Langagne, il capo della banda musicale (!) della Garde Républicaine.
Non abbiamo fonti indipendenti che confermino o smentiscano. Ma se non è vero, è un sintomo del clima in cui vivono Macron e i macroniani. Nel terrore di trovarsi senza protezione dei pretoriani, ma tuttavia non rinunciano ad indurire le norme del GreenPass: Il Senato francese, ha infatti approvato il #PassSanitaire con 199 voti contro 123…

Vai all’articolo

Madrid obbedisce per prima a Schwab!

di Maurizio Blondet
Non  vorrei vi fosse sfuggito questo: Spagna vuole varare legge che espropria i cittadini delle loro abitazioni in caso di crisi sanitaria.
Tanti, troppi cittadini non si stanno rendendo conto che la Pandemia altro non è che una proiezione di una emergenza che esiste solo nelle menti perverse dell’élite. A fronte di ciò il Sistema si sta preparando per la prossima “crisi” costruita ad arte. L’Agenda 2030, casualmente, prevede un minimo reddito universale e l’abolizione della proprietà privata.
L’élite vuole togliere tutto ai cittadini: lavoro, famiglia, diritti, abitazione, beni materiali. Una volta che non hanno più nulla li vuole poi controllare H24 con l’AI, come si potrebbe fare con dei topolini…

Vai all’articolo

Guerra ibrida

di Maurizio Blondet
L’ondata dei clandestini dalla Libia è un atto di guerra ibrida. E quindi va trattato con i mezzi della guerra. Se non è troppo tardi.
Perfettamente cosciente di scrivere parole al vento, la soluzione del problema dei “migranti” esiste, e va adottata con urgenza: il problema va trasferito da “obbligo di salvare i naufraghi”, “accoglienza senza limiti”, “abbiamo bisogno di loro perché noi siamo vecchi” – insomma da tutta il viscido “umanitarismo” bergogliano e piddino ed eurocratico – alla categoria geopolitica cui veramente appartiene: la guerra ibrida.
L’ondata dei clandestini dalla Libia è un atto di guerra ibrida. E quindi va trattato con i mezzi della guerra. Se non è troppo tardi…

Vai all’articolo

La Dittatura che affama… Non un briciolo di pietà!

di Maurizio Blondet
Ormai sono milioni gli italiani, nostri concittadini, abbandonati alla fame dall’Inps…
Un lettore, da molti anni espatriato per lavoro nel Nord Europa, mi ha scritto il 2 aprile: “Sono terribilmente preoccupato per mio fratello, non lavora da ottobre, vive col nostro aiuto. Ha provato a chiedere il reddito di emergenza, ma siccome è ancora dipendente, non ne ha diritto. La cassa integrazione, però, gli arriva a mozzichi e bocconi. L’ultima il 5 febbraio, 170 euro. È un progetto di distruzione di massa”.
Il fratello è un trentenne che risiede a Roma, e lavorava come commesso. Non ha diritto al reddito di cittadinanza in quanto formalmente “lavoratore dipendente” (il termine già fa ridere amaramente) – quindi dipende completamente dalal Cassa Integrazione, ossia dall’INPS, di Tridico. Che non ha alcuna fretta di farlo sopravvivere. Ovviamente sono milioni gli italiani, nostri concittadini, come lui, che l’Inps ha abbandonato. Alla fame…

Vai all’articolo

Sono sicuro che c’è una spiegazione normale…

di Maurizio Blondet
Un tal Richard Rotschild ha brevettato nel 2015  un “Sistema e Metodo per testare il Covid-19”.
Sarà sicuramente un fake – anche se la fonte, the Duran, è del tutto credibile – oppure ci sarà certamente una spiegazione…
Ecco cosa c’è scritto sul foglio di brevetto: “Viene fornito un metodo per acquisire e trasmettere dati biometrici (ad es. Segni vitali) di un utente, in cui i dati vengono analizzati per determinare se l’utente è affetto da un’infezione virale, come COVID-19.
Il metodo include l’utilizzo di un “pulsossimetro” per acquisire almeno il polso e la percentuale di saturazione dell’ossigeno nel sangue, che viene trasmessa in modalità wireless a uno smartphone. Per garantire che i dati siano accurati, viene utilizzato un “accelerometro” all’interno dello smartphone per misurare il movimento dello smartphone e/o dell’utente.
Una volta acquisiti dati accurati, vengono caricati sul cloud (o host), dove i dati vengono utilizzati (da soli o insieme ad altri segni vitali) per determinare se l’utente soffre (o è probabile che soffra) di un’infezione virale, come COVID-19

Vai all’articolo

Se l’Oms invoca l’Immunità diplomatica per non rispondere ai PM

-di Maurizio Blondet
“Sul sito dell’Oms è stato pubblicato e poi eliminato in 24 ore uno Studio che gettava ombre sulla gestione italiana del covid. Nel merito i magistrati bergamaschi hanno già interrogato il direttore vicario Ranieri Guerra, ma quando hanno convocato i ricercatori, l’Oms ha opposto l’immunità diplomatica…”
E sì che i magistrati non vogliono nemmeno appurare, ad esempio, se sono state le vaccinazioni a tappeto di anti-influenzale ed anti-meningococco, una possibile causa della letalità del Covid nella Bergamasca: su questa questione altamente scientifica vige infatti il “Negazionismo Tombale”. Nè vogliono indagare su chi, da competente, ha suggerito all’incompetente ministro Disperanza di vietare di fare le autopsie ai morti per Covid, causa diretta delle quantità abnormi dei trapassi: su questo, c’è il ferreo “divieto di far domande” di tradizione marxista. Men che meno vogliono sapere “chi” ha ordinato la lugubre scena dei camion militari che in fila, a 5 all’ora, sfilarono a favore di telecamera, portando all’interno presunti cadaveri, e che tanto ha contribuito al terrorismo mediatico che ha contagiato le menti…

Vai all’articolo

Francia e Italia stesso copione. E altre atrocità…

di Maurizio Blondet
“Francia, verso il lockdown totale. Macron riunisce il Consiglio di Difesa. La Francia verso misure molto dure: oltre 250 morti nelle ultime 24 ore. Contagi oltre 50mila al giorno, bla bla bla… “ (da Affari Italiani). Nessuna differenza quindi tra Francia e Italia. Entrambe convocano il Consiglio Supremo di Difesa, entrambe vanno verso il lockdown totale, entrambe obbediscono allo stesso copione ricevuto.
Ebbene, La riunione del Consiglio supremo difesa italiano ha avuto luogo. A giudicare dal comunicato del Quirinale, un brodino dei più vieti luoghi comuni del Mattarellismo: “La NATO e l’Unione Europea restano i pilastri della politica di sicurezza e difesa nazionale. L’innalzamento del livello della tensione nel Mediterraneo Orientale desta preoccupazione. Il terrorismo transnazionale resta una minaccia… “. “L’emergenza sanitaria ha prodotto una crisi globale con conseguenze di natura sociale ed economica che rischiano di accentuare la conflittualità in diverse aree del mondo. È indispensabile in questa fase un rilancio del multilateralismo, della solidarietà e della cooperazione in tutti i campi”.
Si sono riuniti per dirsi questo? Che senso ha?…

Vai all’articolo

Conte regala milioni nostri a Bill Gates. Ha deciso lui… da solo

di Maurizio Blondet
Giuseppe Conte il 4 giugno, ore 17:35 twitta in inglese: “L’Italia conferma il suo appoggio alla cooperazione globale contro il Covid-19. Oggi ho annunciato contribuzioni aggiuntive da parte italiana al Gavi, onde continuare il programma di immunizzazione per 300 milioni di bambini, ed accelerare una equa distribuzione di un vaccino per il Covid19”.
Ecco il testo oroginale: “Italy confirms its support to global cooperation against COVID-19. Today I announced additional contributions from Italy to @gavi, to continue immunization programs for 300 million children and to accelerate an equitable distribution of a #COVIDー19 vaccine #GVS2020”.
Gavi, Global Alliance for Vaccines and Immunization, è (naturalmente) l’organizzazione direttamente creata da Bill Gates e dalla sua Fondazione per imporre la vaccinazione universale ed obbligatoria, e a tale scopo raccogliere fondi enormi da governi e privati. Robert Kennedy ne ha smascherato gli intenti tutt’altro che filantropici…

Vai all’articolo

Commissione europea: ecco il suo Progetto di Vaccinazione totale

di Maurizio Blondet
L’Unione Europea ha pubblicato a marzo 2019 la roadmap per la diffusione obbligatoria e universale dei vaccini; un piano completo comprendente le tecniche di  persuasione per vincere le “esitazioni” di parte della popolazione. Potete vederlo qui: 2019-2022_roadmap_en (1)
Si parla di una “Carta comune UE di vaccinazione”, e di “instaurare a livello europeo un sistema elettronico di informazione sulle immunizzazione”, ossia il tipo di certificato che promuove con tanto vigore Bill Gates; e poi di creare una “Coalizione per le Vaccinazioni” (sic) con tutti gli addetti sanitari e scientifici dei paesi UE, che dovrà tenere un convegno annuale. 
E di “contrastare la dis-informazione online sugli effetti dei vaccini”, e “Rafforzare le esistenti partnership e collaborazioni con attori e iniziative internazionali come OMS e lo European Technical Advisory Group of Experts on Immunization (ETAGE), the Global Health Security Initiative and Agenda processes (Global Health Security Initiative, Global Health Security Agenda), Unicef, Gavi, CEPI, GloPID-R and JPIAMR (the Joint Programming Initiative on Antimicrobial Resistance).
Inoltre, un documento datato 12 settembre 2019 (10actions_en) prescrive esultante:
Le 10 azioni verso la vaccinazione per tutti perché “tutti devono poter beneficiare della potenza dei vaccini” (eccone alcune):…

Vai all’articolo

Il PD minaccia Massimo Mazzucco: “chiudergli la bocca”

di Maurizio Blondet
Mazzucco intervista Stefano Manera, il quale afferma che una persona ai primi sintomi dovrebbe essere subito curata a casa con idrossiclorochina e eparina, per scongiurarne l’aggravamento, senza essere portata in ospedale.
Anzitutto notiamo la magistrale intervista di Massimo Mazzucco al dottor Stefano Manera – esempio di vero giornalismo: il dottor Manera è anestesista e rianimatore all’ospedale “Papa Giovanni” di Bergamo, dunque medico in prima linea, uno dei veri esperti del problema, ma ovviamente Fabio Fazio non lo intervista. Fabio Fazio e la Rai intervistano gli “scemziati” come Walter Ricciardi (appena sconfessato perfino dall’OMS), Burioni, la Capua.
Il dottor Manera conferma ciò che dicevamo da giorni: adesso che abbiamo capito, il virus può essere curato a domicilio. Anzi “deve” essere curato  casa, subito ai primi sintomi, per scongiurare l’aggravamento che porta i colpiti dal Covid-19  alla terapia intensiva, dove muoiono…

Vai all’articolo

Che Noia!

di Maurizio Blondet
Il terrorista solitario di Strasburgo è stato ucciso, quindi non racconterà come si è “radicalizzato”. Che noia.
I suoi atti sono stati rivendicati da DAESH, che è un’organizzazione islamica creata dagli USA e i suoi amici nella NATO, pagata dai sauditi per abbattere il governo di Assad. La rivendicazione è avvenuta tramite il SITE di Rita  Katz. Del resto, il nome e l’identità del terrorista sono apparsi sui social israeliani solo 3 ore dopo la strage. Come sempre, loro sanno già  tutto “prima”.
(Premiers informés sur l’attentat de Strasbourg: des Israéliens) Che noia, come sono ripetitivi. Secondo il tedesco Bild, Cherif Chekatt era nel suo appartamento la mattina dell’attentato, quando la polizia francese andò ad arrestarlo per una vicenda precedente…

Vai all’articolo

Questa è una lotta di liberazione dalla “EU-Sovietica”

di Maurizio Blondet
Certamente già i lettori sanno che la Procura di Nanterre ha ordinato che venga sottoposta a perizia psichiatrica Marine Le Pen, segretaria del Rassemblement National (ex FN) e parlamentare all’Assemblea. Ciò, nel quadro di un’incriminazione per “la diffusione di messaggi violenti su Internet, articolo 706-47-1 del codice di procedura penale” francese.
La parlamentare avrebbe commesso il delitto di aver postato foto di atrocità commesse dai terroristi islamici del’ISIS: un soldato siriano schiacciato da cingolati, il corpo del giornalista James Foley decapitato, un pilota giordano bruciato vivo.
Bisogna spiegare perché… Ciò è avvenuto nel dicembre 2015, quando la Francia è stata colpita dai sanguinosi attentati firmati da Daesh. Il giornalista della tv ebraica BFM-TV, Jean-Jacques Bourdin, ha dedicato la trasmissione alla seguente insinuazione: la crescita del Front National si accompagna alla crescita del jihadismo, “lo scopo di Daesh è di spingere la società francese al ripiegamento identitario” e al voto per il Front…
Un tipo di insinuazione mediatica che ben conosciamo. La Le Pen ha giudicato “un parallelo immondo” l’accostamento fra il Front e l’ISIS, e a scopo dimostrativo, ha postato le foto atroci, con la scritta: “Daesh è questo”…

Vai all’articolo

A Creta passò un uomo… 6 milioni di anni fa!

L'impronta di Creta

di Maurizio Blondet 
Un uomo ha lasciato  le sue impronte sulla sabbia di quello che forse era una spiaggia, forse il letto di un fiume asciutto, nella zona di Trachilos, Creta Occidentale. Un uomo dai piedi nudi identici a quelli nostri. Solo che lui passò là 5,7 milioni di anni orsono, quando secondo la paleontologia non dovevano esserci uomini, ma al massimo “ominidi”.
La famosa Lucy indicata come nostra antenata, è di un paio di milioni di anni più “giovane” della persona (o persone) che passeggiarono a Trachilos, e di cui presumiamo dovesse essere discendente. Lo Ardipitechu Ramidus, di 4,4 milioni di anni fa, ha lasciato le sue impronte in Etiopia: ma sono le impronte di una scimmia, anche se lo si addita come “diretto antenato dell’uomo”…

Vai all’articolo