• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Le Misteriose figure della Cultura Hongshan

di Magda Pervy
Antichi manufatti in giada ritrovati in Cina, facenti parte della cultura di Hongshan (4700 – 2900 a.C.), sembrano rappresentare strani esseri Alieni.
Prima dell’invenzione della fotografia e del cinema, piuttosto che della stampa, per testimoniare un evento si doveva ricorrere a pittura, scultura e racconti orali. Ecco quindi spiegata la presenza di reperti archeologici come questi  della cultura di Hongshan, di cui non troviamo magari nemmeno traccia nella storia ufficiale. Si tratta però spesso di manufatti straordinari, espressione di antiche civiltà scomparse. Questi della cultura di Hongshan, sembrano rappresentare esseri alieni…

Vai all’articolo

“Men in black” (M.I.B.): chi sono gli “Uomini in Nero”?

Alcuni ricercatori sono convinti che gli “Uomini in Nero” siano extraterrestri, che interverrebbero per proibire la denuncia di fatti orribili, perpetrati in combutta col Governo.
Essi rapirebbero individui per esperimenti sulla razza umana di inaudita ferocia. Roberto Pinotti (noto ufologo), sul n. 211 del “Giornale dei Misteri”, riporta la teoria di John Lear, che ha effettuato delle missioni per conto della CIA e che, tra l’altro, è figlio di William P. Lear, ex candidato al Senato per lo Stato del Nevada. Spiega Pinotti che, secondo la teoria di John Lear, gli extraterrestri effettuerebbero, sui soggetti rapiti, tutta una serie di esperimenti:
– II controllo biologico del soggetto rapito, tramite l’inserimento di un dispositivo di 3 millimetri attraverso la cavità nasale nel cervello…
– Imprimere suggestioni post-ipnotiche per realizzare una specifica, forse anche eccessiva attività, per un periodo di tempo che va dai 2 ai 15 anni seguenti. Le migliori menti scientifiche non sono state in grado di determinare la natura di tale attività.
– Uccidere alcuni soggetti per utilizzare i corpi come fonte di materiale biologico, specificatamente cibo.
– Uccidere alcuni individui che, per i “Grigi” (razza aliena molto avanzata denominata EBE cioè Entità Biologiche Extraterrestri e detti Grigi per il colore della loro pelle) rappresentano una minaccia al proseguimento della loro attività.
– Effettuare esperimenti di ingegneria genetica.
– Fecondare femmine umane ed abbreviarne la gravidanza per assicurarsi le creature nate dall’incrocio delle 2 razze…

Vai all’articolo

Chan Thomas: “Gesù era un Naga e fu rapito dagli Alieni a Pasqua”

di Caterina Galloni
“Gesù era uno studioso che visse in India e fu prelevato da un UFO la domenica di Pasqua”: è quanto sostiene Chan Thomas, nel libro “The Adam and Eve story”, scritto nel 1966 e classificato dalla CIA per oltre 50 anni.
I documenti “declassificati”, ovvero resi pubblici dagli archivi della CIA, rivelano uno strano libro, intitolato “The Adam and Eve Story”, il cui autore, Chan Thomas, era un ex dipendente dell’aviazione statunitense. Nel libro, l’autore fa una serie di affermazioni sulla storia del mondo. Tra le altre cose, afferma che Gesù visse con la tribù dei Naga nel nord dell’India per quasi 18 anni, in un periodo della sua vita che non è nemmeno menzionato nel Vangelo…

Vai all’articolo

I Dominatori di questo Mondo

Nelle varie culture sono stati chiamati con nomi diversi: Arconti per gli gnostici, Elohim o Anunnaki per i redattori biblici, Voladores per i toltechi, Demoni per i cristiani… Alieni per i moderni autori di quella che viene chiamata fantascienza.
Si tratta di una razza aliena molto evoluta tecnologicamente, che ci ha sottomessi dominando la nostra coscienza e che continuano a tenerci sottomessi, impedendoci di prendere coscienza di noi stessi, di chi siamo veramente, inducendoci a credere di essere l’apparato psicofisico che abitiamo, ovvero il nostro ego.
In tal modo siamo spinti ad atteggiamenti, sentimenti, pensieri sempre più egoistici che ci portano a non fidarci l’uno dell’altro. Lo sapevano molto bene i romani, quando affermavano che per comandare era necessario prima dividere il popolo, in modo che non si unisse e si organizzasse per combatterli e vincerli. Il famoso “divide et impera” è a tutt’oggi utilizzato dal potere per tenerci occupati in lotte (politiche, sportive, ideologiche, religiose…) al fine di non permetterci di prendere coscienza di noi stessi e della notra forza…

Vai all’articolo

Progetto segreto “Solar Warden”

Il Progetto “Solar Warden” è un vero e proprio mistero per noi comuni mortali. Qualcuno sostiene che esista una vera e propria Flotta Spaziale Terrestre in grado di pattugliare il Sistema Solare.
Se davvero esiste il progetto Solar Warden, richiederebbe l’utilizzo di una tecnologia decisamente molto più avanzata di quella in uso attualmente ai nostri eserciti. Tra le varie ipotesi a sostegno della tesi, la più accreditata asserisce l’uso di tecnologia da ingegneria inversa aliena.
L’astronauta Edgar Mitchell (scomparso nel 2016), il sesto uomo a mettere piede sulla luna, durante la Missione spaziale Apollo 14, fu uno dei sostenitori della tesi sull’esistenza di alieni che visitano periodicamente la Terra. Egli sosteneva che civiltà extraterrestri si trovano oltre il nostro sistema solare, e che il governo degli Stati Uniti sia in possesso di tecnologia prelevata da sistemi di ingegneria inversa aliena…

Vai all’articolo

Chico Xavier: la data limite è il 2019!

Chico Xavier fu un medium brasiliano molto famoso. Ha venduto più di 50 milioni di copie dei suoi scritti, devolvendo tutto in beneficenza. Predicava una data simbolo, il 2019, in cui sarebbe cambiato tutto.
Molti ufologi sostengono che dopo l’esplosione delle bombe su Hiroshima e Nagasaki, si sia verificato un aumento significativo di avvistamenti UFO (Oggetti Volanti non Identificati) in tutto il mondo. Poco più di due decenni dopo, il medium brasiliano Chico Xavier confidava agli amici più prossimi che, in occasione dell’arrivo dell’uomo sulla luna, il 20 luglio del 1969, era avvenuto un incontro tra le potenze celesti del nostro sistema solare, per controllare il progresso della società terrena. Era stato deciso, quindi, di concedere un periodo di 50 anni perché l’umanità si evolvesse moralmente e riuscisse a convivere pacificamente senza provocare una terza guerra mondiale…

Vai all’articolo

Scienziato russo: nel 2031, l’incontro ravvicinato con gli Extraterrestri

Ultimamente, studiosi di vario livello, hanno riportato in primo piano la ricerca di forme di vita extraterrestre.
A questa lista di persone, si aggiungono le dichiarazioni dello scienziato russo, Andrei Finkelstein, secondo il quale: “nel 2031 scatterà l’incontro con forme di vita extraterrestre. C’è la vita su altri pianeti, e sicuramente in forme simili alla nostra”. 
Secondo l’eminente scienziato russo Andrei Finkelstein, nel 2031 ci sarà l’incontro con forme di vita extraterrestre. Secondo Finkelstein, il 10% dei pianeti che circolano nei sistemi solari della galassia, ha condizioni similari alla nostra Terra, cosa che renderebbe la possibilità di forme di vita su questi pianeti piuttosto sicura.
Ma non solo: lo studioso si è anche spinto a dire che i nostri cugini dello spazio avrebbero perfino una forma fisica simile alla nostra, con due braccia, due gambe e una testa. Bontà sua, il professore ha poi aggiunto che però è possibile che gli alieni abbiano la pelle di un colore differente, proprio come succede sulla Terra…

Vai all’articolo

Linda Moulton Howe: “Qualcosa di anomalo è diretto verso la Terra”

La ricercatrice Linda Moulton Howe in una conferenza stampa afferma come qualcosa di anomalo sia diretto verso la Terra, da una distanza di circa 2 miliardi di anni luce.  
Qualcosa di misterioso ha prodotto forti segnali radio in questi ultimi anni, provenienti dalla Costellazione di Auriga, da 2,5 miliardi di anni luce di distanza dalla Terra. Rimane da capire cosa possa aver provocato questi segnali da una distanza così enorme da noi.
La costellazione dell’Auriga è caratteristica dei mesi dell’inverno boreale; è facile da individuare, grazie alla sua forma a pentagono, con l’angolo nord-occidentale formato dalla brillante stella “Capella”, la sesta stella più brillante del cielo, di colore giallo molto ben evidente; il resto della figura è delineata da stelle di seconda magnitudine, a cui se ne aggiungono diverse di terza e quarta, sparse per la costellazione…

Vai all’articolo

Cosmonauta russo rivela: “gli Extraterrestri sono già in Contatto Telepatico con gli Umani”

di Sergej Demkin
L’Intelligenza Extraterrestre è già entrata in contatto con noi tramite messaggi mentali.
“Oggi molti terrestri riconoscono l’esistenza di un Creatore o di una Mente Superiore e quindi anche la presenza nell’Universo di altri esseri intelligenti da esso creati, che siamo soliti definire extraterrestri. Essendo dotati di intelligenza, nel corso del loro processo evolutivo, devono aver trovato il modo di scambiare informazioni non solo con i propri simili, ma anche con i rappresentanti delle altre forme di vita che si trovano nel cosmo. Per ora l’umanità, a causa delle proprie limitate possibilità tecniche, non è ancora riuscita a fare lo stesso. Ma l’intelligenza extraterrestre è già entrata in contatto con noi, tramite messaggi mentali, telepatici”.
“Nei primi anni ’90 la redazione del giornale ‘Cudesa i prikljucenja’ mi commissionò un’intervista con un astronauta. Non vi dirò il suo nome e poi capirete perché. Chiamiamolo semplicemente Vladimir. Ciò che a me interessava sapere, era soprattutto se durante i voli, lui e i suoi colleghi avevano avvistato gli UFO e in generale se nello spazio aperto si fosse verificato qualche fatto insolito. Vladimir mi disse che conosceva persone degne di fede che avevano visto gli UFO, ma a lui non era mai successo di imbattersi nei dischi volanti”

Vai all’articolo

Lʼasteroide sigaro è una Sonda Aliena? Lʼipotesi di Harvard su “Oumuamua” accende la polemica

Il misterioso oggetto celeste avvistato nel 2017 durante la traversata del sistema solare, per due astronomi, potrebbe essere artificiale ed essere stato inviato da extraterrestri per studiare la Terra.
È questa l’ipotesi di due astronomi di Harvard che ha provocato una pioggia di critiche nel mondo scientifico e sui social network.
Le ipotesi in circolazione sul misterioso asteroide
Oumuamua fu avvistato per la prima volta dal telescopio Pan-STARRS1 alle Hawaii (da qui il nome che significa “messaggero” in hawaiano). È lungo circa 400 metri e largo 40 ed è stato seguito da diversi telescopi. Si tratta del primo oggetto proveniente da un altro sistema stellare. Per questo inizialmente è stato classificato come “oggetto interstellare”…

Vai all’articolo