Tutti morti i Medici che hanno scoperto gli enzimi del Cancro nei Vaccini

Negli Stati Uniti c’è stato un alto numero di medici uccisi, molti dei quali si trovavano in Florida, USA. Gli scienziati condividevano tutti un tratto comune, avevano scoperto che la proteina dell’enzima Nagalase veniva aggiunta ai vaccini che venivano poi somministrati all’uomo.
L’Enzima Nagalase è ciò che impedisce alla vitamina D di essere prodotta nel corpo, che è la principale difesa immunitaria che l’organismo ha, per uccidere naturalmente le cellule tumorali. 
Secondo Thebigriddle.com, Nagalase è una proteina creata anche da tutte le cellule tumorali. Questa proteina si trova in concentrazioni molto elevate anche nei bambini autistici. E stanno mettendo l’enzima Nagalese nei vaccini.
Ciò impedisce al corpo di utilizzare la vitamina D necessaria per combattere il cancro e prevenire anche l’autismo. L’enzima Nagalese disabilita il sistema immunitario. È anche noto il fatto che causa il diabete di tipo 2…

Vai all’articolo

L’opinione del Dr. Trinca fuori dal coro: “Rafforzare anche il Sistema immunitario, ma non se ne parla affatto…”

Un video e una lunga intervista al prof. Franco Trinca, biologo nutrizionista in cui viene esposta una domanda: perché non si parla di più anche di Sistema immunitario?
Non si tratta di essere negazionisti, ma di aprire un dibattito il più possibile sereno per capire come rafforzare la battaglia contro il coronavirus (che è uno dei tanti…) e i virus e le malattie in generale. Ascoltare una voce fuori dal coro, può far riflettere e avere una lettura a 360 gradi di tutte le posizioni sul campo, anche quelle considerate “eretiche” e critiche.
Non tutti hanno la fortuna o le condizioni genetiche o ambientali di salute, per rispondere ad un attacco virale attraverso il sistema immunitario, questo deve essere chiaro. Ma rafforzarlo può aiutare a superare situazioni avverse…

Vai all’articolo

Covid, per “vaccinarsi” potrebbe bastare un Raffreddore!

di Gioia Locati
È stato pubblicato su Science un articolo dedicato all’immunità prodotta da altri coronavirus. Gli autori si sono chiesti come mai quasi la metà delle persone è resistente al Sars-CoV-2 senza essersi mai infettata.
In sintesi, si ipotizza che chi abbia contratto un raffreddore da coronavirus (dal 15 al 20% di tutti i raffreddori) possieda un’immunità cellulare, più duratura (si stima sia di 11 anni) di quella mediata dagli anticorpi specifici che resistono 2 o 3 anni. 
Il ruolo dell‘immunità crociata con altri coronavirus era stato approfondito nel 2004, dopo l’epidemia di SARS. Nei mesi scorsi, sono stati analizzati i linfociti di pazienti che hanno sviluppato i sintomi del Sars-Cov-2 in maniera moderata e grave (Braun, Grifoni, Le Bert 2020). In questi pazienti sono stati individuati antigeni comuni ai coronavirus umani e non quelli specifici del Sars-Cov-2…

Vai all’articolo

Microbiota intestinale: cos’é e come influenza la Salute

di Silvia Giovetti
Hai notato che negli ultimi anni si parla tanto di  Microbiota intestinale? Ne parlano i medici in generale, soprattutto i gastroenterologi, ma anche i naturopati (da sempre molto attenti alla salute intestinale), ne parlano i dentisti, gli psicologi, i dietologi e anche i reumatologi… ti sei mai chiesto il perché?
Questo accade perché si è scoperto che la nostra salute in ogni sua forma è estremamente legata al sistema gastrointestinale. Quali sono i motivi alla base di questa affermazione? In primis, perché la salute è armonia, è un equilibrio tra tutte le componenti dell’uomo e l’ambiente che lo circonda, sia interno che esterno. In secondo luogo perché la cattiva digestione è la radice di tutte le malattie.
Questo era stato detto già da Ippocrate, il padre della medicina, nel V secolo a.C. Con la venuta della medicina moderna ce ne siamo un po’ dimenticati. Negli ultimi anni è cresciuto l’interesse su questo tema perché si è iniziato a studiarlo anche in modo diverso, o meglio dal punto di vista della flora batterica intestinale…

Vai all’articolo

Coronavirus: ecco il Messaggio di Bruce Lipton rivolto al Mondo

Bruce Lipton, tra i più importanti biologi al mondo, grande esperto e divulgatore dell’epigenetica lancia un messaggio sul Coronavirus
Bruce Lipton lancia un messaggio: “Il mondo è attualmente in preda alla paura per lo spaventoso Coronavirus. Per prima cosa chiariamo un fatto: se hai mai avuto raffreddore o influenza nella tua vita, è possibile che fosse un’infezione da coronavirus: Sì, i Coronavirus provocano raffreddori e influenza!
Ma, in questo caso, siamo “programmati” con la convinzione che questo particolare virus del raffreddore sia “mortale”. Questa paura ha fermato concerti, conferenze e grandi eventi pubblici in tutto il mondo. La paura ha portato alla quarantena e al blocco dei viaggi internazionali. Ha anche portato a una grande scarsità di carta igienica in Australia: i cittadini preoccupati di restare murati in casa con questa infezione, hanno svuotato gli scaffali in previsione del peggio…

Vai all’articolo

Come si rafforza il Sistema Immunitario? I consigli degli esperti

Il nostro Sistema Immunitario è la barriera più importante che ci protegge dalle infezioni di virus e batteri, ripara i danni ai tessuti e fornisce una sorveglianza continua contro lo sviluppo delle cellule tumorali.
Per svolgere appieno le sue funzioni, il sistema immunitario necessita di un adeguato rapporto di macro e micronutrienti: ma una dieta sbilanciata o particolari condizioni cliniche possono condurre a delle carenze, con ricadute proprio sull’efficacia delle nostre difese. Quali sono le più importanti sostanze che assicurano il corretto funzionamento del sistema immunitario? A rispondere è Metagenics Academy, la divisione di Metagenics (produttore di integratori alimentari ad alto impatto), impegnata nello studio e nella divulgazione della medicina funzionale.
“I principali micronutrienti classici (vitamine e minerali) che sostengono il normale funzionamento del sistema immunitario e le difese naturali in generale, sono vitamina D, vitamina C, zinco, selenio e magnesio” spiega Maurizio Salamone, direttore scientifico di Metagenics Italia. “Oltre a questi – continua – numerosi studi clinici hanno mostrato che alcuni principi attivi contenuti negli estratti di piante come la curcuma e l’echinacea possono modulare (nel caso della curcuma) o stimolare (nel caso dell’echinacea) le difese immunitarie”

Vai all’articolo

Gola infiammata: cosa mangiare e cosa evitare

di Davide Racaniello
Cosa è meglio mangiare, cosa è meglio bere e quali cibi è meglio evitare quando si soffre di mal di gola?
Ecco una rapida e semplice guida per dare sollievo alla gola infiammata, portando in tavola i giusti alimenti a colazione, pranzo e cena. Durante i cambi di stagione è facile imbattersi in raffreddori e influenze. Il mal di gola in particolare è sempre lì dietro l’angolo, a rendere le nostre notti insonni e il momento dei pasti una vera e propria tortura. Ed è proprio a colazione, pranzo e cena che notiamo l’accentuarsi dei sintomi. A qualcuno potrebbe sembrare una coincidenza, in realtà non lo è!
Scopriamo, allora, quali alimenti e quali bevande possono realmente ridurre il fastidio della gola infiammata e quali invece sarà meglio evitare per non peggiorare la situazione…

Vai all’articolo

Curare le allergie in modo efficace

Per curare le allergie in un modo efficace, bisogna prestare molta attenzione ai fattori che l’hanno provocata. Curare esclusivamente i sintomi non è una soluzione.
Parliamo di fattori psicologici che possono provocare e allora anche curare allergia. L’allergia è una malattia legata al sistema immunitario. Spesso una persona che soffre di allergia, tende ad isolare se stessa da qualcosa o da qualcuno. In altre parole, la persona si sente aggredita e cerca di aumentare le autodifese.
Per curare allergia, dobbiamo combattere contro la negatività e l’ipersensibilità. L’ipersensibilità può essere dovuta alla troppo alta sensibilità del corpo sottile e dalla carenza di doti positive del carattere. In altre parole, alcune persone cercano di essere sensibili, ma non allo scopo di essere più buoni o pazienti, bensì per mascherare l’egoismo o l’arroganza. Queste persone richiedono di essere al centro dell’attenzione, ma non vogliono dare niente in cambio…

Vai all’articolo

Carne rossa: a causare il cancro è lo zucchero Neu5Gc

Nei carnivori questo zucchero non causa danni, ma nell’uomo, in presenza di consumi eccessivi di carne rossa, attiva una risposta immunitaria che causa infiammazioni.
Sono noti da tempo gli effetti negativi di una dieta eccessivamente caratterizzata dal consumo di carne rossa. Causa di malattie cardiovascolari, di cancro e di ischemia, quello che ancora non appariva chiaro era cosa, della carne rossa, facesse davvero male.
Secondo uno studio pubblicato dal Proceedings of the National Academy of Sciences, ciò che della carne rossa causa il cancro sarebbe uno zucchero, il Neu5Gc. L’uomo, peraltro, sarebbe l’unico carnivoro al mondo nel quale aumentano le possibilità di contrarre il cancro se mangia carne rossa (forse perché in realtà non è carnivoro?)…

Vai all’articolo

Elenco piante per curare i Malesseri invernali

L’autunno e l’inverno sembrano nostri nemici ma, se guardiamo la natura nella sua forma più completa, vediamo che il suo ciclo vitale permette ad ogni essere vivente di rinascere e vivere fornendo elementi necessari alla sopravvivenza.
Esistono, in particolare, alcuni rimedi naturali per far fronte ai più comuni malesseri legati alla stagione fredda. È importante fare scorta di ortaggi colorati come la carota, la zucca, le bietole rosse, e di legumi, di radici, perché contengono tanta energia e sostanze nutrizionali, e poi anche di cereali e carboidrati che hanno un potere “riscaldante”.
Depurarsi serve ad aumentare le difese immunitarie. Le piante con le loro foglie, frutti e fiori ci aiutano naturalmente in questo, grazie alle loro innumerevoli proprietà.
Ecco un elenco con le piante migliori:…

Vai all’articolo

Sistema Immunitario: ecco cosa lo distrugge

L’habitat, gli alimenti, i farmaci assunti e lo stile di vita, possono incidere negativamente sul nostro sistema immunitario.
Avere un’idea delle modalità con cui ciò accade, può fare una notevole differenza nella prevenzione di molte patologie.
Zuccheri. Il saccarosio deprime il sistema immunitario e drena minerali preziosi dall’organismo. Anche in piccole dosi lo zucchero è dannoso per la salute. Assumere 100 grammi (8 cucchiai) di zucchero, equivalenti a circa due lattine di una bibita, può ridurre del 40% l’attività germicida dei nostri globuli bianchi. L’effetto di depressione immunitaria provocato dallo zucchero ha inizio circa 30 minuti dopo l’assunzione e dura fino a cinque ore. Al contrario l’ingestione di carboidrati complessi o amidi non produce alcun effetto sul sistema immunitario. Se si assume zucchero di mattina, pomeriggio e sera, l’organismo resta cronicamente in uno stato di caos, che alla lunga diventa nocivo. Inoltre, lo zucchero è un killer di nutrienti…

Vai all’articolo

Il Corpo ha capacità di Autoguarigione: 10 modi per aiutarlo

Dott.ssa Claudia Casalboni
Il corpo è tutt’altro che una macchina e non basta seguire le istruzioni per aggiustare le parti che lo compongono e per sistemare i processi che lo animano.
La moderna medicina fatica tuttora a riconoscere il ruolo fondamentale che emozioni, sentimenti e pensieri hanno nell’insorgenza della patologia e nel cammino verso l’autoguarigione.
Il modello olistico è la prospettiva medica che definisce la malattia come la conseguenza di una disarmonia interiore, e il sintomo, come un indice della necessità di cambiare per ristabilire l’equilibrio (omeostasi).
Disciplina olistica per eccellenza è la PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia), che studia le correlazioni fra il funzionamento del sistema endocrino, immunitario e nervoso, l’attività mentale e il comportamento. Secondo la PNEI, a causa dello stress, vengono sprigionati ormoni quali cortisolo e adrenalina che, se prodotti a lungo e in eccesso, indeboliscono il sistema immunitario…

Vai all’articolo

Il corpo reagisce al fast food come a un’infezione

La dieta occidentale con troppi grassi e calorie fa reagire il corpo in modo aggressivo, come se fosse attaccato da un’infezione.
Lo studio è comparso sulla rivista scientifica Cell ed è stato condotto da un team di ricercatori dell’Università di Bonn: la dieta occidentale troppo ricca di grassi e calorie, soprattutto quando si tratta di fast food, rende il sistema immunitario più aggressivo sul lungo termine e ne induce una reazione simile a quella che ha quando deve difendersi da un’infezione batterica.
Stando ai risultati dello studio, anche molto tempo dopo il passaggio a una dieta sana, nell’organismo rimangono tracce dell’alimentazione errata che si è seguita. Le dinamiche studiate dal team tedesco, a lungo termine, possono essere coinvolte nello sviluppo di aterosclerosi e diabete…

Vai all’articolo

Come il sistema immunitario interferisce nelle nostre relazioni sociali

Uno studio rivela l’esistenza di una relazione tra il nostro sistema immunitario e il nostro comportamento sociale.
Un rivoluzionario studio, pubblicato su una delle più importanti riviste del settore, Nature, svela l’esistenza di una relazione tra il sistema immunitario – vale a dire il complesso di organi, cellule e tessuti che lavorano insieme per difendere e proteggere dagli attacchi patologici il nostro organismo – e il sistema nervoso; o meglio, tra il sistema immunitario e il nostro comportamento sociale.
Studiare il comportamento sociale delle persone è un’attività molto complessa, che richiede una serie di competenze in differenti campi di studio, come la sociologia, la psicologia, l’etnologia, le neuroscienze e via dicendo. Ciò che ha permesso di comprendere questa ricerca, è stata l’importanza che assume un’ulteriore disciplina nell’analisi e nello studio delle azioni comportamentali umane, vale a dire l’immunologia…

Vai all’articolo

Silice organica e Invecchiamento

Il silicio è uno degli elementi più abbondanti sulla terra. Il minerale del silicio costituisce il 28.9% della crosta terrestre, essendo con il quarzo la forma più comunemente presente. È normalmente presente all’interno del corpo umano nella forma di Silice, un composto naturale costituito di silicio e ossigeno (SiO2).
Tutte le cellule del tessuto connettivo, le unghie, i capelli e la pelle contengono Silice. Esso gioca un ruolo attivo nella formazione delle ossa, nel dare ai tessuti consistenza e forza e nella rimineralizzazione delle ossa. Le molecole di Silice favoriscono l’assorbimento delle proteine essenziali da parte del corpo, comportandosi come un agente legante. Legando insieme le proteine, il calcio e le molecole d’acqua, aiuta a rivitalizzare e a rafforzare la pelle, i capelli e le unghie…

Vai all’articolo

In principio era l’uranio impoverito….

Nello scorso mese di luglio (2017), è stata resa pubblica la relazione finale della IV Commissione d’Inchiesta sull’uranio impoverito, uno studio autorevole che ha fatto ulteriormente chiarezza sulle cause di un fenomeno, che ha colpito migliaia di soldati italiani negli ultimi vent’anni.
All’inizio del nuovo millennio, infatti, tra i nostri militari che avevano prestato servizio nelle missioni balcaniche, in Bosnia e nel Kosovo, si era verificato un improvviso aumento di casi di linfoma di Hodgkin, tale da far prevedere un collegamento tra l’insorgere della malattia e l’attività prestata in teatro…

Vai all’articolo

Reishi: il fungo dell’immortalità

di Francesca Rifici 
Che cos’è la micoterapia? Partiamo dal significato della parola stessa: terapia attraverso l’utilizzo di funghi. Si tratta di alcune tipologie specifiche di funghi che possiedono proprietà curative molto elevate.
Su cosa agiscono principalmente i funghi? Come dicevamo, esistono diversi tipi di fungo, ognuno con una sua qualità più specifica. Ciascuno di questi ha un’azione mirata comune: il sistema immunitario.

Questi funghi infatti sono modulatori del sistema immunitario, inibiscono la crescita tumorale, disintossicano l’organismo, contribuiscono al rinnovo cellulare e sono sempre più impiegati per le terapie immunologiche, oncologiche, allergiche e infiammatorie.

Nella nostra società, il corpo è esposto a una molteplicità di sostanze…

Vai all’articolo

C’era una volta… il sistema immunitario

Effetti collaterali dei vaccini

Nel corso degli anni sono avvenuti molti cambiamenti… Ci sono state trasformazioni, evoluzioni e scoperte ma anche recessioni e passi indietro. Ci hanno spesso ipnotizzato con credenze o convinzioni che poi si sono riscontrate infondate, altre volte hanno ingigantito il problema per far si che ognuno potesse abboccare. L’ennesima ipnosi di massa cui siamo stati sottoposti riguarda la teoria dell’”immunizzazione da vaccino”.
Vi siete mai chiesti come mai fosse sempre pronto il l’antidoto miracoloso sotto forma di vaccini, ancor prima che arrivasse il ceppo influenzale? Era già pronto per essere messo in commercio… Vi hanno mai elencato le controindicazioni di un vaccino anti-influenzale? Ebbene, nonostante i possibili danni di tale medicina (perchè comunque è un farmaco a tutti gli effetti), il cittadino viene disinformato sulle eventuali reazione avverse…

Vai all’articolo

Stanchezza primaverile: sistema linfatico con troppe tossine

Ripulire il sistema linfatico

Sonnolenza e stanchezza, sono tra i tanti sintomi che porta la primavera. I mesi primaverili rappresentano il momento del risveglio, della messa in moto del nostro corpo. Come mai avviene questo?
Perché in questo periodo il corpo si risveglia, i processi di disintossicazione sono più intensi del solito e se ci sono tante tossine in circolo, si manifestano anche sintomi di stanchezza. L’accumulo nel sangue di una grande quantità di prodotti tossici (tossiemia) ci fa ammalare. Fra i tanti sintomi abbiamo la stanchezza, ma anche la fibromialgia, la sindrome da fatica cronica……

Vai all’articolo

10 modi per rinforzare il tuo sistema immunitario

Ti piacerebbe trovare un modo, quest’inverno, per rinforzare il tuo sistema immunitario in modo semplice per non ammalarti? E se ne trovassi 10 invece?

In autunno il tempo cambia, il freddo comincia ad arrivare, e nasi colanti e starnuti cominciano a diventare un epidemia. Intorno ad Halloween, la prima palla di neve si incrocia con l’abbuffata di dolci del 31 ottobre per lasciare la maggior parte di noi in balia di una successione di raffreddori ed influenza che non ci abbandona più per tutto l’inverno. E allora che ne diresti se scoprissi un modo semplice per rinforzare il tuo sistema immunitario per non ammalarti più?

Le persone che adotteranno tre o più dei suggerimenti da questo elenco, e che li metteranno in pratica, rinforzeranno sensibilmente il proprio sistema…

Vai all’articolo