Tutti morti i Medici che hanno scoperto gli enzimi del Cancro nei Vaccini

Negli Stati Uniti c’è stato un alto numero di medici uccisi, molti dei quali si trovavano in Florida, USA. Gli scienziati condividevano tutti un tratto comune, avevano scoperto che la proteina dell’enzima Nagalase veniva aggiunta ai vaccini che venivano poi somministrati all’uomo.

L’Enzima Nagalase è ciò che impedisce alla vitamina D di essere prodotta nel corpo, che è la principale difesa immunitaria che l’organismo ha, per uccidere naturalmente le cellule tumorali. 

Secondo Thebigriddle.com, Nagalase è una proteina creata anche da tutte le cellule tumorali. Questa proteina si trova in concentrazioni molto elevate anche nei bambini autistici. E stanno mettendo l’enzima Nagalese nei vaccini.

Ciò impedisce al corpo di utilizzare la vitamina D necessaria per combattere il cancro e prevenire anche l’autismo. L’enzima Nagalese disabilita il sistema immunitario. È anche noto il fatto che causa il diabete di tipo 2. Quindi fondamentalmente… questi dottori non sono stati uccisi perché avevano trovato la cura per il cancro o stavano curando con successo l’autismo… ma perché avevano le prove che i vaccini iniettati ai bambini incrementavano il numero di bambini affetti da cancro e autismo.

La vaccinazione collettiva è stata eseguita nella totale consapevolezza degli effetti collaterali. I dottori che hanno ucciso in Florida si stavano preparando a rendere pubbliche le loro ricerche, attraverso un resoconto dettagliato.

Il Dr. Broer consapevole del pericolo che correva, in un intervista troncata a più riprese, presso uno studio televisivo, disse che non era assolutamente intenzionato a suicidarsi. Esisteva un video con un resoconto parziale di quell’intervista, una clip di 19 minuti, ma ovviamente è stato rimosso da Youtube.

Fonte originale: https://www.dcclothesline.com

Fonte: https://toba60.com/i-medici-che-hanno-scoperto-gli-enzimi-del-cancro-nei-vaccini-trovati-tutti-assassinati/

Libri e varie...
VACCINI: Sì O NO?
#scienzaevaccini
di Stefano Montanari, Antonietta Gatti

Vaccini: Sì o No?

#scienzaevaccini

di Stefano Montanari, Antonietta Gatti

Che cosa sono i vaccini? Quanto sono efficaci e quanto sono dannosi? Cosa contengono? Come sono nati? Come vengono somministrati? Che collegamenti ci sono tra i vaccini, l'autismo e altre malattie?

Queste le tante domande a cui Stefano Montanari e Antonietta Gatti rispondono nel loro instant book Vaccini: sì o no? Cercando di guidare i genitori in una scelta molto difficile, da fare con piena consapevolezza.

Ricevi quotidianamente innumerevoli informazioni dai giornali, nazionali e locali, dalle radio, dalla televisione e da internet sull'importanza di vaccinare i tuoi figli e di farlo secondo il calendario stabilito dall'ASL e dell'efficacia dei vaccini antinfluenzali.

È molto importante che tu possa avere tutte le conoscenze per scegliere liberamente. La salute è tua e non sei obbligato a metterla nelle mani di altre persone, soprattutto quella dei tuoi bambini.

Vaccini: sì o no contiene una sezione straordinaria, probabilmente l'unica finora disponibile in tutto il mondo, con molte analisi del contenuto dei 28 vaccini più utilizzati in Italia, con foto al microscopio elettronico.

Ma non solo, in queste pagine vengono descritti le immunità di gregge, la durata della copertura, l'efficacia dei vaccini, gli antibiotici presenti, la mancanza di studi con gruppo di controllo, i vaccini militari, le correlazioni con i casi d'autismo, gli esavalenti, le autorizzazioni facili, la propaganda, l'insabbiamento dei dati negativi, la risposta individuale, l'immunità naturale, l'innocuità di molte malattie infettive, le false epidemie, l'influenza degli interessi dell'industria farmaceutica e molto altro ancora.

Favoloso, scritto benissimo, divulgativo e avvincente con un incalzare continuo di fatti, dati e concetti spiazzanti e stimolanti che chiariscono immediatamente la questione vaccini.

...

3 commenti

  1. Avuto covid ,unica contrarietà 4 giorni di stanchezza.Tutte le negatività che darebbe il covid furono per me sconosciute.Olfatto gusto appetito tutto benissimo ,niente febbre tosse ne catarro o mocco ,naso libero .ho 73 anni .

  2. Sono un “over 75” ed ho avuto il Covid 2 volte. La prima a dicembre 2019, per cui la ho scambiata per influenza. Curata con aspirina sono guarito in un mese.
    La seconda volta qualche mese fa, con la variante omicron, portata in casa da unfiglio che non riusciva a lavorare senza green pass. Ammalati tutti in famiglia, curati con aspirina e guariti in un mese.
    Ma di che pandemia stiamo parlando?!?

  3. Maria Antonia Bidoia

    Io ho avuto il Covid nell’ottobre-novembre 2020 ma non mi sono vaccinata e (figura sanitaria) sono stata sospesa.
    Mio marito è morto per la vigile attesa e Tachipirina per 3 settimane con polmonite versamento pleurico etc.
    Sto lottando con questi personaggi alieni….non c’è la faccio più ma resisto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.