L’identificazione con l’io: la porta dell’inferno

Ego

di Ajad Akaam
Essere una persona, non significa pensare di dover essere scollegati dal resto dell’universo, poiché invece se ne fa completamente parte. Essere una persona, non significa creare un io assetato di potere e ricchezza incolmabili.
Essere convinti che quell’io sia davvero reale, significa accecare la coscienza e metterla al servizio di un’illusione. E le conseguenze, in questo caso, saranno catastrofiche non solo per il singolo individuo ma per tutta l’umanità.

Immaginare di essere troppo piccoli per poter partecipare al cambiamento globale a favore di una nuova umanità, significa già essere intrappolati in quell’io, significa aver già spalancato le porte dell’inferno

Vai all’articolo

SELF LOVE - COME IMPARARE A VOLERSI BENE - CD CON LIBRO
Un viaggio verso la felicità
di Emanuela Pasin
                                  ,                          Capitanata

La nuova COLLANA SELF-HELP MUSIC - Libro+ CD della CapitanArt Records, nasce come strumento innovativo di auto-aiuto per tutti coloro che desiderano lavorare sul proprio miglioramento psico-fisico e spirituale e sulla propria salute. Essa propone interessanti percorsi di auto-guarigione frutto della collaborazione di differenti discipline quali la musicoterapia, la psicoterapia, la medicina, le neuroscienze, l'ipnosi, la meditazione, la simbologia archetipica, che contribuiscono a creare un prodotto terapeutico di eccellenza.
 Il primo volume della collana curato dalla  psicologa Emanuela Pasin  è: Self-Love-Come Imparare a Volersi Bene - Un Viaggio verso la Felicità, che lavora sul tema dell'autostima.
 Il concetto di autostima si basa su un principio semplice ma essenziale: non c'è giudizio più importante di quello che diamo di noi stessi. La radice di molti problemi psicologici, dall'ansia, alla depressione, dall'incapacità di affermarsi professionalmente, alle difficoltà relazionali, risiede proprio in una scarsa autostima.
 Nel mondo d'oggi, caotico e competitivo, il raggiungimento del benessere personale, non meno che del successo professionale, dipendono in larga parte dal nostro livello di autostima e dalla nostra capacità di alimentarla in chi ci sta intorno.  Il percorso di Self-Love ci conduce, con indicazioni molto concrete, ad accettarci completamente, ad esprimere liberamente quello che sentiamo, utilizzando al meglio i nostri punti di forza.
 
 Allegato al libro, il CD con musiche ispirate di Rino Capitanata accordate a 432 Hz, che accompagna, nella traccia n. 2, la meditazione, facendoci vivere una reale esperienza sensoriale per migliorare la nostra autostima.
 La bellezza delle melodie accordate a 432 Hz, accompagnate dalla meditazione, trasmettono forza, sicurezza, sublime tranquillità, chiarezza mentale e allo stesso tempo donano un forte senso di benessere, s'indirizzano direttamente al corpo, ai sensi e allo spirito, stimolando la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che influenza l'umore ed il comportamento, riducendo la tensione muscolare, gli sbalzi d'umore, dando sollievo e benessere a tutto il corpo.
 Esistono molti libri che trattano il tema dell'autostima, ma nessun percorso è completo al punto tale, da penetrare l'inconscio ...

Self Love - Come Imparare a Volersi Bene - CD con

Un viaggio verso la felicità

di Emanuela Pasin , Capitanata

La nuova COLLANA SELF-HELP MUSIC - Libro+ CD della CapitanArt Records, nasce come strumento innovativo di auto-aiuto per tutti coloro che desiderano lavorare sul proprio miglioramento psico-fisico e spirituale e sulla propria salute. Essa propone interessanti percorsi di auto-guarigione frutto della collaborazione di differenti discipline quali la musicoterapia, la psicoterapia, la medicina, le neuroscienze, l'ipnosi, la meditazione, la simbologia archetipica, che contribuiscono a creare un prodotto terapeutico di eccellenza.

Il primo volume della collana curato dalla  psicologa Emanuela Pasin  è: Self-Love-Come Imparare a Volersi Bene - Un Viaggio verso la Felicità, che lavora sul tema dell'autostima.

Il concetto di autostima si basa su un principio semplice ma essenziale: non c'è giudizio più importante di quello che diamo di noi stessi. La radice di molti problemi psicologici, dall'ansia, alla depressione, dall'incapacità di affermarsi professionalmente, alle difficoltà relazionali, risiede proprio in una scarsa autostima.

Nel mondo d'oggi, caotico e competitivo, il raggiungimento del benessere personale, non meno che del successo professionale, dipendono in larga parte dal nostro livello di autostima e dalla nostra capacità di alimentarla in chi ci sta intorno.  Il percorso di Self-Love ci conduce, con indicazioni molto concrete, ad accettarci completamente, ad esprimere liberamente quello che sentiamo, utilizzando al meglio i nostri punti di forza.

Allegato al libro, il CD con musiche ispirate di Rino Capitanata accordate a 432 Hz, che accompagna, nella traccia n. 2, la meditazione, facendoci vivere una reale esperienza sensoriale per migliorare la nostra autostima.

La bellezza delle melodie accordate a 432 Hz, accompagnate dalla meditazione, trasmettono forza, sicurezza, sublime tranquillità, chiarezza mentale e allo stesso tempo donano un forte senso di benessere, s'indirizzano direttamente al corpo, ai sensi e allo spirito, stimolando la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che influenza l'umore ed il comportamento, riducendo la tensione muscolare, gli sbalzi d'umore, dando sollievo e benessere a tutto il corpo.

Esistono molti libri che trattano il tema dell'autostima, ma nessun percorso è completo al punto tale, da penetrare l'inconscio in modo così profondo ed efficace...

I “filtri” della mente

Filtri mentali

di Anthony De Mello
Quello che sussiste nella mente, viene costantemente filtrato. Cosa sono questi filtri? Paure, desideri, relazioni, convinzioni, abitudini e condizionamenti. Essi selezionano ciò che viene percepito dai nostri sensi.
Noi non abbiamo sensazioni reali, ma reagiamo alle immagini sostanziate della nostra mente. Possiamo guardare qualcuno, scorgere in lui, ad esempio, un amico e provare un sentimento positivo; altri invece, guardando la medesima persona, potranno provare un sentimento opposto. Vediamo, dunque, un essere umano o un’immagine, quando guardiamo quell’uomo?…

Vai all’articolo

8 cose da ricordare quando credi di non essere all’altezza

Amanda Cass, //amandacass.vc.net.nz

della Dott.ssa Daniela Mascaro
Tutti noi almeno una volta abbiamo fatto un pensiero negativo su noi stessi. Io stessa fino a qualche tempo fa, mi sentivo meno degli altri e avevo la sensazione che gli altri fossero migliori di me in molte cose.

Può essere che pensiamo di non essere abbastanza bravi, di non essere in grado di fare qualcosa, di non aver ottenuto abbastanza o di non avere ciò che serve per avere successo. Magari stiamo attraversando un periodo difficile e lo rendiamo ancora più duro con pensieri tipo: “Mi succede sempre così”, “Non sarò mai in grado di

Vai all’articolo

Il famigerato “Qui e Ora”

Bambina con Gattone

di Chiara Croce
Vuoi vivere all’inferno? Fatti un futuro! Mica ha tutti i torti, la signora Byron Katie. E anche un passato, aggiungerei io.
D’altra parte, l’idea che dovremmo sempre vivere nel

rato “qui e ora”, pur essendo incontrovertibilmente vera, mi ha da sempre messo in difficoltà.

“Certo che viviamo nel momento presente, dove altro potremmo essere?” pensavo fino a qualche tempo fa, in barba a Buddha, Orazio, i maestri yogi di tutti i tempi, Eckhart Tolle e anche a mia nonna, che quando ero alle elementari tentava invano di riportarmi al noioso qui e ora dei…

Vai all’articolo

Cambia il film della tua mente

Cambia il film della tua mente

di Lucia Giovannini
Lasciare andare il passato e concentrarsi sul futuro.

Avete mai conosciuto qualcuno che ha sperimentato uno o più eventi negativi nella sua vita e poi ha costruito le sue scelte, le sue convinzioni e la sua intera esistenza intorno a questi eventi? Costruire la propria esistenza intorno a una tragedia, a una sfortuna o a un’ingiustizia non è forse è la maniera migliore per essere infelici? E’ come rivivere la stessa scena non una, ma mille volte. Cambiare il film disfunzionale che proiettiamo nella nostra mente si può, anzi si deve fare. E’ un atto…

Vai all’articolo