Cambia il film della tua mente

di Lucia Giovannini

Lasciare andare il passato e concentrarsi sul futuro.

Cambia il film della tua mente

Avete mai conosciuto qualcuno che ha sperimentato uno o più eventi negativi nella sua vita e poi ha costruito le sue scelte, le sue convinzioni e la sua intera esistenza intorno a questi eventi? Costruire la propria esistenza intorno a una tragedia, a una sfortuna o a un’ingiustizia non è forse è la maniera migliore per essere infelici? E’ come rivivere la stessa scena non una, ma mille volte. Cambiare il film disfunzionale che proiettiamo nella nostra mente si può, anzi si deve fare. E’ un atto d’amore che facciamo verso noi stessi e agli altri.

Ecco allora 5 linee guida su come lasciare andare il passato e costruire la vita felice che meritiamo.

1. Esegui un Controllo qualità

Fai un controllo qualità sulle esperienze che hai vissuto e sui film che stai proiettando e chiediti: questa cosa migliora la mia vita a lungo termine? Mi rende felice? Mi potenzia come persona? Se hai risposto NO anche a una sola delle domande qui sopra, allora ripeti a te stesso: “Questa emozione/sensazione non mi aiuta, perché sto ancorando la mia mente a un pensiero inutile e negativo e non mi sto concentrando su ciò che è davvero importante per me”. E da qui le domande successive: Cos’è importante per me? Cosa può migliorare la mia vita? Così facendo, stai già orientando la mente su un’altra frequenza, positiva e costruttiva.

2. Azione!

Ora che hai individuato quali emozioni positive vuoi sperimentare e cos’è importante per te, devi passare all’azione. Cosa puoi fare ADESSO per provare quelle emozioni positive che desideri? Di quali risorse hai bisogno? Uno dei metodi più efficaci per lasciare andare il passato è programmare la mente con affermazioni positive. Le parole sono infatti un’arma molto potente per cambiare il modo in cui percepiamo i fatti della nostra vita.

3. Per-dona

Per-donare significa lasciare andare il carico emotivo, liberarci dal dolore. Questo ci consente di fare spazio a nuove esperienze, nuovi pensieri, è un dono che facciamo a noi stessi, prima di tutto, e poi anche agli altri. Se accettiamo la nostra fallibilità, allora dobbiamo concedere anche agli altri la possibilità di fare degli errori, imparare da questi e migliorare. Prova a pensare al perché quella persona ha avuto quel determinato comportamento, assumi il suo punto di vista. Questo non vuol dire giustificare le azioni altrui o dargli ragione, ma essere più empatico nei confronti del prossimo.

4. Scrivi al tuo passato

Ecco un esercizio per fare pace col passato: Prendi un foglio e scrivi una lettera al tuo passato. Ringrazialo e ringraziati per ciò che è stato, per gli insegnamenti appresi. Perdona per iscritto tutte le persone che hai bisogno di perdonare (incluso te stesso). Prenditi tutto il tempo necessario. Può darsi che tu abbia bisogno di farlo in più volte: va bene così, non affrettare il processo. Ricordati che senza il tuo passato non saresti ciò che sei ora. Quando hai terminato, puoi chiudere la lettera e metterla in un cassetto con delle erbe profumate o ancora meglio seppellirla. Se decidi di seppellirla, pianta sopra di essa i semi del tuo fiore preferito.

5. Sii presente

Il potere è nel momento presente. Spesso chi ci ha ferito non ha consapevolezza del gesto che ha fatto e così gli unici che soffrono e che si lasciano condizionare ancora dal passato siamo noi. Il risultato è che rivanghiamo e rimuginiamo sul passato invece di focalizzarci sul qui e ora, l’unico momento in cui possiamo prendere le decisioni per creare il nostro futuro. In questo senso, la meditazione e il respiro consapevole sono delle tecniche molto efficaci per farti rimanere nel momento presente e aiutarti a creare pace e armonia nella tua mente. Se stai sperimentando un’emozione negativa, espira immaginando che le sensazioni spiacevoli che stai provando, stiano uscendo dal tuo corpo. Lascia andare ciò che è stato e lascia entrare pace e serenità.

Sei pronto a cambiare canale e a vedere un nuovo film?

Fonte: http://wsimag.com/it/benessere/3333-cambia-il-film-della-tua-mente

INCENSO DEGLI ANGELI - HANIEL

Incenso degli Angeli - Haniel

Gli incensi, prodotti da Fiore d'Oriente, sono tutti naturali, senza sostanze tossiche.

La miscela è composta di miele, polveri di legni pregiati, oli essenziali, spezie e resine esclusive che li rendono unici per aroma e qualità, ma anche per la loro consistenza morbida e gommosa.

Il masala viene ancora oggi preparato come 400 anni fa, seguendo gli antichi insegnamenti vedici, le fasi lunari, il movimento del Sole e dei pianeti e i mille accorgimenti preziosi tramandati dalla tradizione. Gli ingredienti vengono segretamente impastati fra loro in vari momenti.

Durante la preparazione il masala viene custodito in recipienti di terracotta e dopo 15 giorni, l'impasto è pronto per essere a sua volta arrotolato magistralmente a mano sui bastoncini di bamboo.

L'essiccazione dura circa una settimana e in questi giorni i bastoncini vengono continuamente girati, allo scopo di ottenere una asciugatura omogenea.

Una volta asciugati, i bastoncini vengono immediatamente imbustati in preziose bustine salva-aroma studiate nel corso degli anni, che ne conserveranno inalterata la fragranza fino al nostro utilizzo. La durata di ogni bastoncino è di più di un'ora.

Aniel

Aniel, che in ebraico significa "Gioia di Dio" o "Grazia di Dio", è generalmente associato al pianeta Venere, ed è l'arcangelo della sefira Netzach.

Secondo le Scritture, è l'Angelo chiamato a renderci intelligibile il Disegno Divino.

 

Lunghezza sticks: 23 cm.

Peso di 1 stick:  1,6 - 1,8 g.

Durata combustione: 65-80 minuti.

Ingredienti: Ailanthus malabarica, coconut shell powder, Sandal powder, Masala powder, Resine, Erbe, Oli essenziali, Oli vegetali, Bamboo stick.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *