Le Università Americane Reintroducono la Didattica a Distanza per Fermare le Proteste Contro Israele

In alcune università negli Stati Uniti, gli studenti stanno facendo delle proteste perché non sono d’accordo con alcune cose che il governo americano sta facendo, come aiutare Israele in un conflitto con la Palestina.

Queste proteste sono diventate così grandi che alcune scuole, come la Columbia University a New York, hanno deciso di fare le lezioni su internet invece che in persona per cercare di calmare la situazione. Alcune persone pensano che gli studenti che protestano non amino le persone ebree, ma gli studenti dicono che non è vero e che stanno solo cercando di far capire che non sono d’accordo con alcune decisioni politiche.

Anche se alcuni studenti sono stati arrestati per le loro proteste, continuano a dire quello che pensano e a chiedere che le università non sostengano più alcune aziende che producono armi o che sono collegate a Israele.

I campus americani sono attraversati da animate manifestazioni filopalestinesi che, per la loro portata e la loro risonanza, stanno allertando le istituzioni, i media e la politica americana. A causa dell’entità del fenomeno, caratterizzato da repressione e arresti, lunedì 22 aprile la Columbia University di New York ha reso noto che sta cancellando le lezioni in presenza per passare alla didattica a distanza al fine di “attenuare il rancore e dare a tutti noi la possibilità di considerare i prossimi passi”.

La decisione di svolgere le lezioni online è stata presa in seguito all’iniziativa degli studenti di allestire tende da campo nell’università per protestare contro l’eccidio dei palestinesi. Le proteste studentesche che, come sta avvenendo negli atenei italiani, sono incentrate soprattutto sulla richiesta di cessare i progetti di ricerca legati a Israele, hanno subito suscitato le solite accuse di antisemitismo, sebbene le manifestazioni non siano contro gli ebrei, bensì contro il massacro di Gaza e la complicità politica degli Stati Uniti.

I manifestanti, infatti, hanno criticato il presidente degli USA, Joe Biden, per aver fornito armi e finanziamenti a Israele e, non a caso, è stato proprio il presidente americano ad aver parlato di antisemitismo: “Anche negli ultimi giorni abbiamo assistito a molestie e inviti alla violenza contro gli ebrei”, ha affermato, aggiungendo che “questo palese antisemitismo è riprovevole e pericoloso e non trova assolutamente posto nei campus universitari o in qualsiasi parte del nostro Paese”. Gli studenti hanno risposto a stretto giro alle accuse spiegando che alcuni degli stessi organizzatori delle proteste sono ebrei e che sono state organizzate preghiere sia musulmane che ebraiche all’interno dei campus.

Dalla scorsa settimana, sono diverse le università americane coinvolte nelle proteste e in cui sono stati effettuati diversi arresti: la presidente della Columbia University ha chiamato la polizia di New York per sgomberare un accampamento di tende allestito dagli studenti sul prato principale dell’università che, secondo l’istituzione accademica, andrebbe contro il regolamento interno.

In seguito alla chiamata, giovedì scorso la polizia ha arrestato più di cento studenti con l’accusa di violazione di domicilio, mentre decine di loro sono stati sospesi. Ma la Columbia non è l’unico ateneo ad essere stato protagonista di queste vicende: la polizia ha arrestato decine di persone anche alla Yale University nel Connecticut e alla New York University a Manhattan lunedì.

Alla Yale University a New Haven, nel Connecticut, gli studenti avevano bloccato il traffico intorno al campus, chiedendo che l’università venisse disinvestita dai produttori di armi. Secondo il giornale dell’ateneo gestito dagli studenti, sarebbero stati arrestati più di 45 manifestanti. Alla New York University, invece, gli agenti si sarebbero scagliati sui manifestanti e un video sui social mostra gli agenti che smontano le tende nell’accampamento allestito dagli universitari, secondo quanto riferito da Reuters.

Allo stesso tempo, i repubblicani al Congresso e un senatore democratico avrebbero chiesto le dimissioni della presidente della Columbia, Shafik, che la scorsa settimana ha testimoniato davanti a una commissione della Camera dei Rappresentanti, difendendo la risposta della scuola al presunto antisemitismo dei manifestanti.

Contemporaneamente, il principale donatore della Columbia University, Robert Kraft, uomo d’affari americano ed ebreo, ha minacciato di tagliare i finanziamenti all’istituzione accademica: “Non mi sento a mio agio nel sostenere l’università finché non verranno intraprese azioni correttive”, ha dichiarato.

Fonte: https://bacheca.scienzacoscienza.com/politica/le-universita-americane-reintroducono-la-didattica-a-distanza-per-fermare-le-proteste/

IL SENTIRE QUANTICO
La scienza per la felicità e l'autorealizzazione
di Cristina Bari e Dario Perlangeli

Il Sentire Quantico

La scienza per la felicità e l'autorealizzazione

di Cristina Bari e Dario Perlangeli

"Il Sentire Quantico" non è semplicemente un libro ma può essere considerato il compagno ideale per una vita più autentica, un amico fidato e una guida leale e premurosa.

Cristina Bari e Dario Perlangeli, già autori del bestseller "Mente Potente", vi hanno infuso l'essenza delle conoscenze che hanno raccolto nel loro cammino di crescita e che hanno già condiviso con migliaia di individui, animati dal desiderio di cambiamento proprio come il tuo.

Ti accompagneranno attraverso queste pagine per trasmettere a te e al mondo intero un messaggio profondo: esiste un sentiero semplice e infallibile verso una vita migliore. Puoi seguirlo quotidianamente, comodamente da casa, attenendoti alle istruzioni che riceverai.

Questo libro è uno strumento pratico concepito per spingerti all'azione, permettendoti di sperimentare risultati tangibili e durevoli. La tua felicità e autorealizzazione sono possibili per te e alla tua portata, ti dovrai solo connettere con le pagine di questo volume da quel momento tutto sarà possibile…

Gli autori vogliono ricordarti ciò che hai sempre saputo ma che spesso dimentichi: non sei una creatura fatta solo di carne e ossa costantemente impegnata e preoccupata per le tante cose da fare. Sei un essere fatto di energia e prendendoti cura del tuo sentire potrai realizzare pienamente te stesso e la tua felicità.

L'obiettivo di Cristina e Dario è quello di aiutare coloro che aspirano a migliorarsi, offrendo un metodo per riprogrammare la mente nel modo più semplice e appagante possibile: coltivando un nuovo modo di percepire e sentire la vita, gli altri, le cose.

Questo rinnovato modo di sentire non solo evoca in te emozioni più spontanee e positive come fiducia, armonia, gioia, coraggio e determinazione, ma ha anche il potere di trasformare concretamente la tua realtà, aiutandoti a raggiungere nuovi obiettivi.

Il principio fondamentale di questo approccio consiste nell'imparare a realizzare i tuoi desideri e nel provare una completa soddisfazione per i risultati ottenuti. Imparerai le leggi della creazione intenzionale della realtà.

Quando Dario e Cristina hanno iniziato a scrivere questo libro e a definire i contenuti da condividere con te, si sono proposti di includere i principi, le teorie e le strategie che hanno trovato più efficaci in molti anni di coaching e formazione con migliaia di persone. Hanno attinto dalla psicologia positiva, dalla mindfulness, dalle neuroscienze, nonché dalla scienza delle infinite possibilità, la fisica quantistica.

Lo scopo del libro è guidarti verso un viaggio autentico di scoperta di te stesso, rieducando il tuo mondo interiore ai sentimenti che più contano per realizzarti e realizzare.

Seguendo le istruzioni contenute nelle sue pagine, mettendo in pratica le strategie create apposta per te, troverai uno stato di pace interiore mai provato prima e ti sentirai giorno dopo giorno più forte e fiducioso, con una visione più limpida su ciò che realmente conta nella tua vita.

Insieme al libro riceverai il supporto di un tutor individuale durante la lettura, oltre a due potenti esercizi meditativi guidati e personalizzati con il tuo nome. Troverai i link agli esercizi all'interno del libro:

  • Il Soffio della Creazione: Un esercizio potentissimo del programma "Mind Re-Start" per elevare la tua energia vitale e imprimere il tuo intento a livello inconscio.
  • Credere in Sé Stessi: Un esercizio del programma "8 Minute Mindfulness" progettato per trasformare le convinzioni limitanti in convinzioni positive e funzionali ai risultati che desideri.
...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *