Gli Stati Uniti ci “bombarderanno” con 12.000 satelliti per telefonia

di Giulietto Chiesa
La decisione è stata presa, per il mondo intero, dalla Commissione Federale per le Comunicazioni degli Stati Uniti (FCC) venerdì scorso, senza chiedere il permesso a nessuno. Lo spazio non è di loro proprietà, ma non importa.
Lo dichiara esplicitamente il presidente delle FCC, Ajit Pai, repubblicano ma nominato alla importante carica da Barack Obama e confermato da Donald Trump nel maggio del 2017, dicendo: “il nostro approccio riflette la missione della Commissione: incoraggiare il settore americano a investire e innovare e permettere alle forze del mercato di distribuire valore ai consumatori americani”.
A noi, come ai russi, ai cinesi, e agli africani resta la distribuzione dell’inquinamento da campi elettromagnetici. “La recente autorizzazione — scrive in una nota il fisico Livio Giuliani — che aggiunge ai 4425 satelliti già autorizzati nel marzo scorso, altri 7518 satelliti per telefonia in molto bassa orbita terrestre, è motivata dalla ‘Space X’ con l’obiettivo di incrementare la capacità e di ridurre la latenza della telecomunicazione nelle aree del mondo ad alta densità di popolazione”

Vai all’articolo

Cos’è la storia dei lanciafiamme di Elon Musk

L’idea era nata un po’ per scherzo, ma ha già portato alla vendita di 10mila lanciafiamme e a un ricavo potenziale di 5 milioni di dollari
Nonostante al momento Elon Musk stia lavorando per lanciare il razzo più grande e potente della Terra e sia impegnato ad avviare la produzione su larga scala di una nuova automobile elettrica, negli ultimi giorni ha attirato l’attenzione per tutt’altro: un lanciafiamme. Il progetto di vendere una specie di fucile che spara una fiamma di qualche centimetro era nato alla fine dello scorso anno, ma molte persone avevano da subito pensato fosse una delle battute che Musk scrive ogni tanto su Twitter. Qualche mese dopo, però, il CEO di SpaceX e Tesla ha messo davvero in vendita un lanciafiamme funzionante, attirando lodi dai suoi numerosi fan e critiche da chi pensa che il nuovo prodotto sia inutile o pericoloso…

Vai all’articolo

10 possibili (tragiche) Profezie sul futuro dell’umanità, secondo Elon Musk

di Gloria Esposito
Eccentrico, geniale e gran comunicatore, il multimiliardario Elon Musk è famoso anche per aver reso pubbliche alcune sue personali previsioni sul futuro dell’umanità.
Elon Musk è un imprenditore fuori dal comune: ha un carisma unico e da molti è considerato il nuovo Steve Jobs. Sudafricano naturalizzato statunitense, a 46 anni, Elon Musk vanta una serie di successi mondiali senza precedenti: ha creato PayPal, Space X e Tesla, solo per citare alcune delle aziende innovative che ha fondato e che hanno rivoluzionato la nostra quotidianità, immergendoci in un futuro molto più presente di quanto avessimo mai immaginato.

Musk è famoso – oltre che per le brillanti innovazioni che l’hanno reso nel tempo uno dei più influenti multimilionari del pianeta -…

Vai all’articolo

Solar Roof: le innovative tegole solari della Tesla

Elon Musk, presidente del consiglio di amministrazione della Tesla Motor, ha da poco acquistato la Solar City, azienda specializzata nella produzione di soluzioni per la produzione di energie rinnovabili.
Il costo di questa manovra di acquisizione è costata, alla Tesla Motor, oltre due miliardi di dollari, ma il ricavo sarà nettamente superiore. Infatti, Elon Musk, ha annunciato che le tegole solari verranno messe in vendita entro la fine dell’anno in corso, a un prezzo inferiore ai classici pannelli solari.
L’utilizzo e il posizionamento sopra i tetti delle abitazioni delle Solar Roof, le tegole solari, sarà semplicissimo, e non necessiteranno di un grande lavoro sotto il punto di vista della manutenzione e, fattore importante, si mimetizzeranno alla perfezione…

Vai all’articolo

Progetto «Terraforming»

di Roberto Manzocco
L’idea di Elon Musk: modificare la superficie dei pianeti rendendoli adatti alla colonizzazione umana.
Sono già diversi anni che si parla, a livello puramente teorico, di “Terraforming”; ossia la possibilità – basata su tecnologie futuribili ancora tutte da sviluppare – di modificare la superficie di alcuni pianeti del Sistema solare, rendendoli adatti alla colonizzazione umana. E, a quanto pare, si tratta di un tema affrontato di recente anche nel corso di un colloquio tra Elon Musk e Craig Venter, un incontro durante il quale Musk ha dimostrato interesse proprio per il dispositivo per il “teletrasporto biologico” che Venter sta sviluppando…

Vai all’articolo

Così la batteria domestica di Tesla Energy potrebbe cambiarci la vita

Tesla powerwall

Appesa al muro di casa, Powerwall raccoglie energia solare e la conserva per erogarla quando ne abbiamo bisogno. Potrebbe essere l’inizio di una rivoluzione energetica.
Una batteria da tenere in casa che accumula energia solare convertendola in elettricità, per alimentare tutti i nostri gadget, auto elettrica compresa. Si chiama Powerwall e la produce Tesla Energy che afferma che “renderà inutili le reti elettriche tradizionali”.
Sarà vero? Forse sì, se pensiamo ai luoghi remoti della Terra non ancora raggiunti dall’elettricità. Per le nostre case il discorso è diverso, ma di sicuro Powerwall potrebbe cambiare un po’ le cose. L’ambizione più alta di Tesla Energy e del suo leader è di…

Vai all’articolo