Giappone: dalle onde del mare 10 volte l’energia di una centrale nucleare

di Francesca Mancuso
Produrre energia pulita sfruttando le onde del mare. Un’idea non del tutto nuova, ma in Giappone è realtà e promette di produrre 10 volte più energia rispetto a quella del nucleare. Energia pulita e sicura.
Un’idea nata nel 2012, grazie agli scienziati dell’Okinawa Institute of Science and Technology Graduate University (OIST) in Giappone, col un progetto intitolato “Sea Horse”. L’obiettivo? Sfruttare l’energia della corrente oceanica “Kuroshio”. Quest’ultima è la seconda corrente oceanica più grande del mondo, dopo quella circumpolare antartica. Nasce nell’Oceano Pacifico al largo delle coste di Taiwan e si sposta verso il Giappone, dove si unisce alla corrente del Pacifico settentrionale. Il suo soprannome è “corrente nera”, traduzione letterale di kuroshio, per via del colore intenso e scuro delle sue acque.
Nel tratto di costa giapponese lambito da questa corrente, gli scienziati giapponesi puntano a produrre energia pulita, grazie a queste turbine sommerse ancorate al fondo del mare, attraverso dei cavi di ormeggio. Le turbine sono in grado di convertire l’energia cinetica delle correnti naturali di Kuroshio in elettricità, poi trasmessa a terra attraverso cavi sottomarini…

Vai all’articolo

Solar Roof: le innovative tegole solari della Tesla

Elon Musk, presidente del consiglio di amministrazione della Tesla Motor, ha da poco acquistato la Solar City, azienda specializzata nella produzione di soluzioni per la produzione di energie rinnovabili.
Il costo di questa manovra di acquisizione è costata, alla Tesla Motor, oltre due miliardi di dollari, ma il ricavo sarà nettamente superiore. Infatti, Elon Musk, ha annunciato che le tegole solari verranno messe in vendita entro la fine dell’anno in corso, a un prezzo inferiore ai classici pannelli solari.
L’utilizzo e il posizionamento sopra i tetti delle abitazioni delle Solar Roof, le tegole solari, sarà semplicissimo, e non necessiteranno di un grande lavoro sotto il punto di vista della manutenzione e, fattore importante, si mimetizzeranno alla perfezione…

Vai all’articolo

Il Vento batte l’Atomo in convenienza

di Elena Comelli
L’eolico offshore ha ufficialmente superato il nucleare come fonte energetica più conveniente.
È successo nell’ultima asta in Gran Bretagna su tre siti nel Mare del Nord. Entro il 2030 l’eolico offshore potrebbe garantire il 7% del fabbisogno europeo, anche grazie ai parchi galleggianti: la prima installazione è stata completata al largo di Aberdeen.
L’eolico offshore ha ufficialmente superato il nucleare come fonte energetica più conveniente nell’Europa del Nord. Nell’ultima asta bandita dal governo britannico per 3,2 gigawatt di nuova potenza eolica su tre diversi siti nel Mare del Nord, il prezzo dell’energia accordato alle imprese vincitrici è stato di 57,50 sterline per megawattora, molto meno delle 92,50 sterline per megawattora, garantite alla nuova e contestatissima centrale nucleare di Hinkley Point…

Vai all’articolo

Scoperto “Super Materiale” che trasforma calore, luce e pressione in elettricità

Cristalli di Perovskite per una fonte di energia super - Foto: Géry Parent

di Agnese Tondelli
Ha un nome impronunciabile (KBNNO), ma potrebbe cambiare il corso della storia. Ecco il cristallo di Perovskite che sbalordisce gli scienziati.
Un team di ricercatori dell’University of Oulu, in Finlandia, ha scoperto un nuovo materiale capace di creare energia da quasi qualunque cosa. Ha un nome impronunciabile, ed è un tipo particolare di cristallo di perovskite. Potrebbe costituire il futuro dell’umanità, almeno riguardo l’energia pulita…

Vai all’articolo