La vera storia del Peccato Originale

di Paolo Marrone
Ci hanno sempre detto una storia non vera sul Peccato Originale. Scopriamo qual’è il significato reale di questa antica colpa.
Tutti conosciamo la storia del peccato originale e della cacciata dal Paradiso terrestre di Adamo ed Eva.
La nostra religione ufficiale ci insegna che ognuno di noi viene sulla terra con una colpa ereditata dai nostri primi antenati, e che il battesimo altro non è se non la purificazione e l’espiazione di questa colpa.
Tuttavia, questa assurda teoria non è assolutamente accettabile. Siamo esseri divini che stanno facendo una esperienza terrena. Siamo perfetti e nulla può intaccare la nostra perfezione. Chiunque tenti di farci sentire meno che perfetti, usando storie di colpe e peccati commessi chissà quando e chissà da chi, o è ignorante, o è in mala fede…

Vai all’articolo

HAI MAI DATO UN'OCCHIATA ALLA NOSTRA SEZIONE DEI LIBRI SUPER-SCONTATI?

La regola delle Gabbie Concentriche

Gabbie mentali

di Paolo Marrone
Che ci piaccia o no, viviamo all’interno di una gabbia mentale. Ma come è fatta questa gabbia? Come la costruiamo? E come possiamo uscirne? E se ti dicessi che ce ne sono tante, di gabbie, forse infinite, una dentro l’altra?
“Ti trovi all’interno di un circolo vizioso nel quale sei costantemente immerso. Credi di essere separato dal Tutto, e di conseguenza crei costantemente dal nulla un mondo duale, apparentemente separato da te, a immagine e somiglianza della tua errata credenza. Contemporaneamente osservi la tua creazione, dimenticando di esserne il creatore, cadendo nell’illusione che ciò che vedi sia la realtà. La tua osservazione rafforza le tue credenze, dandoti l’illusione di essere nel giusto, nel ritenere che ciò di cui fai esperienza

Vai all’articolo

La felicità non conosce opposti

Réne Magritte - Decalcomania

Ci illudiamo che sia “bene” sviluppare e coltiviare pensieri positivi, benevoli, amorevoli, ecc. non rendendoci conto che proprio in questo modo andiamo inevitabilmente ad incrementare anche il polo opposto, ciò che riteniamo negativo.Se prendiamo una lampada e la puntiamo verso un oggetto vedremo che proietta un’ombra. Se aumentiamo la luminosità della lampada potremo constatare come l’ombra diventi sempre più netta e intensa con l’aumentare della luce. Questo accade perché luce ed ombra sono strettamente interconnesse, complementari e interdipendenti. Lo stesso si può dire di tutte le infinite coppie di opposti che l’umanità pare prendere molto sul serio: bene e male, giusto e sbagliato, male e bene, dio e uomo, io e te, soggetto e oggetto, iniziati e profani, compatrioti e stranieri, credenti e atei, ecc…

Vai all’articolo

Esortazione alle coscienze in espansione

Espansione coscienza

A tutte le coscienze in espansione: siate autenticamente consapevoli, smantelliamo l’illusione.
C’è una tendenza allo sviluppo, alla crescita, al perfezionamento e una coincidente tendenza inconscia alla distruzione, al caos, all’involuzione. E’ la realtà di questo piano di esistenza che è duale.
C’è una forza evolutiva, e una forza involutiva, che lo vogliate o meno, che ci crediate o meno. E queste tendenze sono cicliche, riverberano secondo tempi e modi che sono fuori dal nostro controllo, almeno fino al momento nel quale iniziamo a farci caso.
Ci sono periodi in cui siamo motivati a fare molto e periodi di riposo. Ci sono periodi ‘illuminati’ e periodi ‘terra terra’, e questo è nell’ordine delle cose, perciò, per favore, smettetela di pensare che le cose debbano sempre essere in ‘crescita’ e ‘andare bene’ se siete sul Cammino…

Vai all’articolo

Vivere tra i due Mondi

Vivere tra due mondi

Vivere in questo periodo di grandi cambiamenti è così spiazzante e decentrante che le persone non riescono neanche a realizzare continuità nell’attuare i progetti.

Questa realtà (illusione) che tutti stanno osservando è, a livello emozionale, frustrante e schizofrenica. La coscienza collettiva non ha più basi solide su cui poggiare i propri progetti, perché sta vivendo uno stato di grande disagio portando le emozioni alla massima potenza, ai limiti della linea temporale.

Si sente la necessità di uscire dai vecchi schemi, perché vivere negli schemi preconfezionati e manipolati…

Vai all’articolo