L’incredibile Caso di Sergej Ponomarenko, Viaggiatore nel tempo

di Roccoblogger
Nel 2006, un uomo di nome Sergej Ponomarenko stava vagando per Kiev, indossava uno strano vestito e aveva una vecchia macchina fotografica in mano come un turista. Affermò di essere venuto dal passato, di essere uscito di casa per scattare alcune foto quando osservò un UFO e, mentre lo fotografava, improvvisamente si trovò nel futuro.
Un caso straordinario corredato di documenti e fotografie, oltre all’analisi dello psicologo Parlo Kutrikov e dell’esperto di sviluppo fotografico Vadim Posner. L’inchiesta indica che in qualche modo quest’uomo aveva viaggiato dal passato saltando nel futuro, mezzo secolo dopo, probabilmente per la presenza di un UFO.
In Russia, il canale televisivo +1 ha presentato un servizio sul caso di Sergej Ponomarenko, nel documentario Time Traveler, dove è stato riferito che il 23 aprile 2006, un uomo di 25 anni era disorientato e camminava senza méta con una macchina fotografica in mano per le strade di Kiev, in Ucraina. Due poliziotti gli chiesero dunque di identificarsi. L’uomo mostrò loro documenti ufficiali e legittimi ma dell’epoca dell’Unione Sovietica, vecchi cioè di oltre 50 anni. Si chiamava Sergej Ponomarenko. La polizia lo trattò come se fosse pazzo. Fu arrestato e portato in una clinica psichiatrica. Lo psicologo Pablo Kutrikov interrogò Sergej. L’intervista qui sotto riportata è stata registrata alle 12:31 del 23 aprile 2006:…

Vai all’articolo

★ Creme, spray fluidi e spray trasparenti per un’abbronzatura naturale e sicura, anche per le pelli più delicate!
(+ in omaggio la crema solare viso antirughe) ★
L'estate si sta avvicinando e con essa la voglia di sole!
Mai come in questo periodo per non correre inutili rischi legati all'esposizione ai raggi UVA, UVB e IR è importante proteggere la propria pelle con un prodotto specifico, dalla formulazione naturale e delicata ma che al tempo stesso sia in grado di schermare efficacemente l'epidermide.
I prodotti naturali della linea solare di Nature's, sono una risposta concreta a tutte queste esigenze.
Le proprietà idratanti e antiossidanti di questi solari, li rendono dei preziosi alleati di ogni tipo di pelle, anche di quelle più delicate!
Agiscono infatti sui tre principali fattori di rischio per la pelle:
- UVA responsabili dei danni biologici al DNA e quindi dei danni a lungo termine della pelle
- UVB responsabili degli eritemi e delle scottature
- INFRAROSSI responsabili del foto invecchiamento
I filtri solari micro incapsulati (che offrono una protezione più duratura) e i principi attivi naturali, rendono questi prodotti una presenza indispensabile nella tua borsa del mare.
Una linea completa, per assicurare a ogni fototipo un'abbronzatura intensa e luminosa, anche per le pelli più delicate.
Provali subito!
PS: Se acquisti un prodotto solare Nature's su Il Giardino dei Libri riceverai in omaggio la crema gel viso solare antirughe spf 25. Promozione valida solo fino ad esaurimento scorte. ›››

Vuoto misterioso scoperto nella Grande Piramide di Giza

Scienziati giapponesi e francesi hanno annunciato la scoperta di questo vuoto msterioso dopo aver studiato la piramide per due anni, sperando di saperne di più su come è stata costruita.
“Non sappiamo se questo grande vuoto sia orizzontale o inclinato”, ha detto alla BBC Mehdi Tayoubi dell’HIP Institute di Parigi. “Quello di cui siamo sicuri è che questo grande vuoto è lì… che è impressionante e che non era previsto, per quanto ne so, da alcun tipo di teoria”.
Uno spazio lungo circa 100 piedi e alto 230 piedi, posizionato direttamente sopra la Grand Gallery, che è una via d’accesso che attraversa la piramide…

Vai all’articolo

L’omicidio di Luigi Tenco

di Paolo Franceschetti
La morte di Luigi Tenco è stata definita (sul sito ‘Misteri d’Italia’) una delle indagini più demenziali e pasticciate mai svolte in Italia.
Presentato, come molti altri casi simili, sotto veste di suicidio, è in realtà un palese omicidio. Anzitutto, una prima stranezza riguarda il foro d’entrata; la stranezza sta nel fatto che un calibro 7.65 a contatto, avrebbe spappolato il cranio e non fatto un semplice buco. L’altra cosa strana è che quel foro d’entrata non presenta micro-bruciature, tipiche di un colpo d’arma da fuoco sparato a contatto…

Vai all’articolo

Registrata una misteriosa Onda Sismica globale che causa Terremoti

L’11 novembre scorso è stata registrata una misteriosa onda sismica che ha viaggiato per il mondo, durata più di 20 minuti. Da allora, ci sono stati una serie di terremoti multicontinentali, dall’Africa all’Asia e all’America.
Lo strano evento ha avuto inizio a circa 24 chilometri dall’isola francese di Mayotte, situata al largo della costa dell’Africa sud-orientale, dopo di che ha attraversato il continente africano e gli oceani, raggiungendo il Cile, la Nuova Zelanda, il Canada e le Hawaii. Nessun essere umano ha percepito il movimento tellurico, ma lo strano segnale è stato rilevato dai sismogrammi in tempo reale del US Geological Survey. (USGS).
La cosa curiosa è che nessuno specialista potrebbe spiegare perché queste onde sismiche si sono verificate. La bassa frequenza e diffusione globale le colloca, infatti, nel campo dell’inusuale…

Vai all’articolo

I suicidi di massa di pecore

Negli ultimi decenni avvengono sempre più spesso fenomeni ancora poco compresi nel regno animale: ogni anno da qualche parte nel mondo gli animali si suicidano in massa.
Il fenomeno riguarda moltissime specie, specialmente gli uccelli. Un evento tanto curioso quanto agghiacciante è il suicidio di massa di uccelli di Jatinga in India: incredibilmente ogni anno alla fine dei monsoni migliaia di uccelli (addirittura oltre 40 specie diverse) si alzano in volo per schiantarsi contro case, automobili e sulle strade, concentrando i suicidi in poche ore.
A cosa sono dovuti questi suicidi di massa? Beh, si possono fare solo supposizioni, perché gli studi in questo senso procedono a rilento. C’è chi pensa siano dovuti a onde elettromagnetiche anomale, generate dalla tecnologia dell’uomo che disturbano o alterano gli animali; qualcuno ipotizza che la causa siano i repentini cambiamenti climatici, come tempeste o il surriscaldamento globale; c’è poi chi pensa si tratti di patologie particolari che fanno letteralmente impazzire i soggetti…

Vai all’articolo

Il Mistero del cadavere e della tomba di Napoleone Bonaparte

di Giovanni Zucconi
“Les Invalides”, a Parigi, è una delle mete obbligate per chi visita la capitale francese.

Un tempo era un ospedale-ospizio, sempre pieno di feriti e di mutilati che le numerose guerre sostenute dalla Francia producevano in continuazione. Adesso non è più frequentato da sfortunati soldati, ma da milioni di turisti che vengono, da ogni parte del mondo, a rendere omaggio alla tomba di Napoleone Bonaparte.
Tra questi turisti ci fu, in una triste mattina di giugno del 1940, anche Hitler, che si tolse il cappello davanti l’imponente tomba di porfido rosa, e fece un commosso atto di ossequio. Ma c’è chi sostiene che questa bellissima tomba non contiene le spoglie dell’Imperatore, ma quelle di un’altra persona, purtroppo non facilmente identificabile…

Vai all’articolo

Il mistero irrisolto di Nan Madol: le rovine che fanno sognare Atlantide

Leggende di città perdute come Atlantide e El Dorado hanno sempre affascinato l’umanità nel corso dei secoli, a causa del loro mistero. Ma al largo delle coste della Micronesia si trova una vera e propria città misteriosa chiamata Nan Madol.
Nan Madol rimane uno dei misteri veramente inspiegabili del mondo. Le rovine di questa città abbandonata, in parte sommersa, siedono sulla riva orientale dell’isola di “Pohnpei”, nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico meridionale. Pohnpei è una piccola isola che fa parte delle “Isole Senyavin”, che a loro volta fanno parte del più ampio arcipelago delle “Isole Caroline”.
Si tratta di un sito unico nel suo genere, in quanto è l’unica città antica conosciuta costruita in cima ad una barriera corallina e, soprattutto, per il modo in cui è stata edificata…

Vai all’articolo

Misteri irrisolti

Passo Dyatlov

Alcuni strani, inspiegabili, misteri che non hanno mai trovato una risposta.
Il misterioso incidente del Passo Dyatlov
Nel 1959, dieci studenti neo-laureati ed esperti escursionisti decisero di sfidare le pendici dei monti Urali. Durante il percorso uno di loro si fermò, per motivi di salute, nell’ultima zona abitata, mentre gli altri procedettero verso il monte Otorten, ‘il monte della morte’.
I nove ragazzi avanzarono verso la cima e il primo febbraio, vicini alla vetta, costruirono un campo base per trascorrere la notte. Durante la notte, furono però indotti (non si sa da cosa o da chi…) a lacerare la tenda e fuggire seminudi e senza scarpe, con una temperatura esterna di – 30°C. Si fermarono nei pressi di un albero a circa un chilometro e mezzo dal campo base, dove tentarono disperatamente di accendere un fuoco…

Vai all’articolo

Sarà pubblicato il Manoscritto Voynich, un libro che nessuno potrà leggere!

Sarà pubblicato il Manoscritto Voynich, un libro che nessuno potrà leggere!

È uno dei libri più misteriosi del mondo, un manoscritto medievale scritto in una lingua sconosciuta o in un codice che nessuno ha ancora decifrato.

Gli studiosi cercano da tempo di decifrare il manoscritto di Voynich, il cui intrigante mix di scrittura elegante e disegni di strane piante e donne nude, ha fatto credere a qualcuno che abbia poteri magici.

L’usurato libro è oggi al sicuro nella Biblioteca Beinecke di libri rari e manoscritti dell’Università di Yale (Stati Uniti) e usato solo raramente. Ora però, dopo 10 anni di richieste, la Siloe, una piccola casa editrice spagnola, si è assicurata i diritti per riprodurre il documento.

«Toccare il Voynich è un’esperienza», dice Juan José Garcia, il direttore della Siloe, «È un libro con una tale aura di…

Vai all’articolo

Cosa accadde nel 1561 nei cieli di Norimberga?

14 aprile 1561: il fenomeno celeste di Norimberga.

Il “fenomeno celeste di Norimberga” è un evento accaduto a Norimberga il 14 aprile 1561, quando, secondo le cronache del tempo, la popolazione vide comparire in cielo numerosi oggetti volanti, di varie forme, che ingaggiarono fra di loro una sorta di combattimento.
Da notare che qualcosa di analogo si verificò, cinque anni più tardi, anche a Basilea. Le cronache del tempo riportarono l’accaduto con dovizia di particolari, affinché della vicenda ne rimanesse chiara memoria. Inoltre, furono eseguite diverse incisioni su legno e stampe su carta. L’avvenimento durò circa un’ora e terminò quando diversi oggetti precipitarono al suolo, alla periferia della città, causando un incendio…

Vai all’articolo