Inghilterra: un Gregge di pecore disegna un Crop Circle!

di Alex J. Winter
Le foto misteriose che stanno facendo il giro del mondo, mostrano un gregge di pecore mentre ruotano su se stesse creando un misterioso cerchio geometrico.
Christopher Hogg, proveniente dal villaggio di Rottingdean nell’East Sussex, era in bicicletta quando ha visto le pecore radunate in cerchio. Il 47enne ha detto: “Ero sulla mia bicicletta quando sono arrivato dalla collina e ho visto questo magnifico cerchio. A quel punto ero a circa mezzo miglio di distanza, il che mi ha fatto pensare che qualunque cosa fosse, era enorme. Aveva la forma di un disco volante, come una nave aliena. Ed è stato bellissimo, ma anche un po’ troppo strano, visto che pensavo fosse uno dei misteriosi Crop Circle che ogni anno compaiono qui in Inghilterra. Così ho pedalato fino ad avvicinarmi alla misteriosa figura geometrica e ho capito che il cerchio era fatto di pecore”

Vai all’articolo

L’incredibile Caso di Sergej Ponomarenko, Viaggiatore nel tempo

di Roccoblogger
Nel 2006, un uomo di nome Sergej Ponomarenko stava vagando per Kiev, indossava uno strano vestito e aveva una vecchia macchina fotografica in mano come un turista. Affermò di essere venuto dal passato, di essere uscito di casa per scattare alcune foto quando osservò un UFO e, mentre lo fotografava, improvvisamente si trovò nel futuro.
Un caso straordinario corredato di documenti e fotografie, oltre all’analisi dello psicologo Parlo Kutrikov e dell’esperto di sviluppo fotografico Vadim Posner. L’inchiesta indica che in qualche modo quest’uomo aveva viaggiato dal passato saltando nel futuro, mezzo secolo dopo, probabilmente per la presenza di un UFO.
In Russia, il canale televisivo +1 ha presentato un servizio sul caso di Sergej Ponomarenko, nel documentario Time Traveler, dove è stato riferito che il 23 aprile 2006, un uomo di 25 anni era disorientato e camminava senza méta con una macchina fotografica in mano per le strade di Kiev, in Ucraina. Due poliziotti gli chiesero dunque di identificarsi. L’uomo mostrò loro documenti ufficiali e legittimi ma dell’epoca dell’Unione Sovietica, vecchi cioè di oltre 50 anni. Si chiamava Sergej Ponomarenko. La polizia lo trattò come se fosse pazzo. Fu arrestato e portato in una clinica psichiatrica. Lo psicologo Pablo Kutrikov interrogò Sergej. L’intervista qui sotto riportata è stata registrata alle 12:31 del 23 aprile 2006:…

Vai all’articolo

I Bambini Verdi di Woolpit

Nel XII secolo, due strani bambini dalla pelle verde furono ritrovati  in una caverna in Inghilterra.
Esiste un testo molto antico, “Le cronache medioevali” di frate Ralph di Coggeshall, che racconta di un particolare fatto, il ritrovamento in Inghilterra, durante il regno di re Stefano tra il 1135 e il 1154, di due strani bambini, del tutto uguali ai normali bambini di tutto il mondo, se non per una particolarità che li rendeva unici… la loro pelle, che era verde, ma non sfumata di verde… proprio verde verde, come fosse tinta.
Furono ritrovati nei pressi di una caverna, con aria sperduta. Non parlavano la lingua locale ed inizialmente erano inappetenti, fino alla vista di un piatto di fagiolini, che invece conoscevano e di cui erano ghiotti anche nel loro paese…

Vai all’articolo

Misteri irrisolti

Passo Dyatlov

Alcuni strani, inspiegabili, misteri che non hanno mai trovato una risposta.
Il misterioso incidente del Passo Dyatlov
Nel 1959, dieci studenti neo-laureati ed esperti escursionisti decisero di sfidare le pendici dei monti Urali. Durante il percorso uno di loro si fermò, per motivi di salute, nell’ultima zona abitata, mentre gli altri procedettero verso il monte Otorten, ‘il monte della morte’.
I nove ragazzi avanzarono verso la cima e il primo febbraio, vicini alla vetta, costruirono un campo base per trascorrere la notte. Durante la notte, furono però indotti (non si sa da cosa o da chi…) a lacerare la tenda e fuggire seminudi e senza scarpe, con una temperatura esterna di – 30°C. Si fermarono nei pressi di un albero a circa un chilometro e mezzo dal campo base, dove tentarono disperatamente di accendere un fuoco…

Vai all’articolo

Universi paralleli, storie di persone spuntate dal nulla

silhouette

Esistono fenomeni e teorie che sfidano le nostre conoscenze attuali, che stimolano l’immaginazione e aprono a nuove possibilità. Sono argomenti a volte controversi, per i quali l’ultima parola rimane al lettore.
Nel 1850, in una piccola città vicino a Francoforte (Germania), uno strano personaggio chiamato Jophar Vorin fu trovato per strada in stato confusionale dalle autorità e interrogato. John Timbs scrisse di Vorin nel suo “Year-Book of Facts in Science and Art” del 1852, libro che da altre riviste di quel tempo fu elogiato per l’accuratezza dei fatti riportati. Timbs ha scritto: «È confermato, nei carteggi di Berlino, che alla fine del 1850, uno straniero fu preso in custodia in un piccolo villaggio del distretto di Lebas, vicino a Francoforte sull’Oder, dove si trovava a vagar, senza che nessuno abbia potuto capire da dove fosse arrivato»…

Vai all’articolo