Uomini e donne hanno un’intelligenza diversa?

Uomini e donne hanno un intelligenza diversa

di Raquel Aldana
Secondo numerosi studi, l’intelligenza generale di uomini e donne è molto simile. Tuttavia, se facciamo riferimento a capacità specifiche, la situazione cambia radicalmente: i dati indicano differenze rilevanti e sistematiche nelle capacità verbali, numeriche e visivo-spaziali di uomini e donne.
Le donne ottengono un punteggio maggiore degli uomini nei test di attitudine verbale, le prove in cui la cosa più importante è il linguaggio. Gli uomini, invece, spiccano soprattutto nell’ambito numerico e spaziale (che viene valutato attraverso esercizi di visualizzazione e rotazione mentale).
In ogni caso, per quanto riguarda la capacità di gestire le informazioni, numerosi studi indicano che…

Vai all’articolo

L’intelligenza dei figli deriva dalla madre, non dal padre

Madre e figlio

Questione soprattutto di genetica, ma non solo: il merito dell’intelligenza dei bambini è della mamma!
“Quanto è intelligente nostro figlio. Tutto suo padre!” dice (ovviamente) il padre. “Tutto sua madre” risponde lei. E ha ragione. Ebbene sì, è soprattutto dalla mamma che i bambini ereditano la loro intelligenza. Cari papà, rassegnatevi, perché la notizia arriva da anni di ricerca. Gli studi a riguardo, infatti, iniziarono nel 1984, presso l’Università di Cambridge e molte altre ricerche vennero fatte nel corso degli anni.
Il gene dell’intelligenza portato dal cromosoma X
Ciò che ha dimostrato che i bambini ereditano dalla madre l’intelligenza, è la maggior probabilità delle donne di cedere i geni dell’intelligenza ai figli. Perché? I geni

Vai all’articolo

Perché le persone intelligenti hanno pochi amici?

Persone intelligenti amano la solitudine

L’attività sociale per le persone intellettivamente superiori non è basilare nella vita, bensì una forzatura. Questo tipo di persone sentono meno il bisogno di comunicare.
Da alcuni studi scientifici elaborati da psicologi evoluzionisti inglesi e cinesi, che hanno esaminato un campione di 15000 persone risulta che:

  • le persone che vivono nei posti più densamente popolati si sentono, di regola, meno felici.
  • la maggioranza delle persone, per sentirsi felice necessità di continui scambi con gli amici e con coloro che la pensano come loro.
  • le persone con intelletto superiore

Vai all’articolo

Com’è un bambino “veramente” intelligente?

La vera intelligenza dei bambini

“Una volta a scuola gli insegnanti mi chiesero cosa volevo essere da grande. E io risposi: ‘Felice!’ Mi venne detto che non avevo capito la domanda e io risposi che loro non avevano capito la vita”, disse una volta John Lennon.
Alla luce di questa riflessione, non possiamo evitare di pensare che forse noi adulti non comprendiamo molte cose. Essere intelligenti non significa ottenere un voto eccezionale in matematica o in fisica. Tanto meno basta ottenere un eccellente in grammatica o memorizzare tutte le ricorrenze storiche. Questo significa semplicemente essere uno studente…

Vai all’articolo

Dimenticare le cose è sinonimo di intelligenza

ragazza smemorata

di Angelo Petrone
Essere smemorati significa maggiore capacità di imparare nuove cose. I risultati sulla tendenza a dimenticare dell’Università di Glasgow.
Flessibilità, maggiore capacità di apprendimento ed un livello più alto di intelligenza: sono le caratteristiche degli smemorati. Secondo una ricerca dell’Università di Glasgow, nel Regno Unito, le persone che hanno una maggiore attitudine a dimenticare determinate cose, sono anche più propense a impararne altre. Un cervello flessibile e aperto a nuove conoscenze caratterizzerebbe gli smemorati che, al margine della ricerca,…

Vai all’articolo

Cervello: l’uomo ha più neuroni e la donna più connessioni… ecco cosa significa

Differenze tra cervello maschile e cervello femminile

di Francesco Agnoli
Esistono differenze tangibili tra il cervello maschile e quello femminile. E’ proprio per questo che solo camminando a braccetto, maschio e femmina, “vedono” più chiaro.

L’Almanacco delle scienze del CNR, nel numero di marzo 2016, riporta un articolo sulle differenze tra il cervello dei maschi e quello delle femmine. Elisabetta Menna, dell’Istituto di neuroscienze del Cnr, riassume così lo status delle ricerche: “Di differenze ve ne sono a livello sia strutturale sia funzionale. In generale gli uomini hanno più neuroni (materia grigia) e le donne hanno

Vai all’articolo