Monsanto, con l’inganno e silenziosamente, ha cambiato nome

di Sean Adl-Tabatabai 
Il gigante agricolo Monsanto è un serial killer. Da quando ha iniziato a sviluppare l’erbicida cancerogeno a base di glifosato, il “Roundup” negli anni ’70 e gli OGM negli anni ’80, milioni di persone in tutto il mondo sono morte come risultato diretto dei loro prodotti tossici.
A seguito di una valanga di denunce e critiche da parte di tutto il mondo, il gigante agricolo ha deciso di cambiare silenziosamente il suo nome, nel tentativo di ingannare i consumatori e fargli pensare di non essere più esposti ai loro prodotti tossici e pericolosi.
Adesso, la casa farmaceutica tedesca e l’azienda chimica Bayer hanno concluso il contratto da 66 miliardi di dollari per acquisire la Monsanto…

Vai all’articolo

Usa, trovato glifosato nei vaccini per bambini

Bambino Glifosato

di Lorenzo Misuraca 
In Usa, tracce di glifosato – erbicida considerato tossico, al centro di polemiche e divieti in diversi Paesi – sono state trovate nei vaccini per bambini.

All’inizio di quest’anno, l’associazione Moms across America (Maa) ha inviato cinque campioni di vaccini ad un laboratorio indipendente, per sottoporli a uno screening sul glifosato. Sono risultati tutti positivi, con il vaccino MMR, usato contro morbillo, parotite e rosolia, che mostra livelli di glifosato superiori di ben 25 volte rispetto agli altri vaccini.
Servono altri test
Maa aveva atteso…

Vai all’articolo

Amaranto, il tesoro degli Inca, contro gli OGM Monsanto

Amaranto

di Marta Albè
Sarà l’amaranto, una pianta conosciuta fin dall’antichità, a contrastare l’operato della Monsanto?
La notizia è di qualche anno fa, ma prosegue attualmente a rimbalzare tra i Social Media. La Monsanto, intanto, sembra rafforzarsi, in particolar modo a seguito della firma apposta da parte del presidente Barack Obama al Monsanto Protection Act e successivamente alla conferma del divieto da parte degli agricoltori di aggirare i brevetti sulle sementi imposti dalla multinazionale, ribadita dalla Corte Suprema statunitense…

Vai all’articolo