Usa, trovato glifosato nei vaccini per bambini

In Usa, tracce di glifosato – erbicida considerato tossico, al centro di polemiche e divieti in diversi Paesi – sono state trovate nei vaccini per bambini.

<em>di Lorenzo Misuraca </em>
<b>In Usa, tracce di glifosato - erbicida considerato tossico, al centro di polemiche e divieti in diversi Paesi - sono state trovate nei vaccini per bambini.</b>


All’inizio di quest’anno, l’associazione Moms across America (<em>Maa</em>) ha inviato cinque campioni di vaccini ad un laboratorio indipendente, per sottoporli a uno screening sul glifosato. Sono risultati tutti positivi, con il vaccino MMR, usato contro morbillo, parotite e rosolia, che mostra livelli di glifosato superiori di ben 25 volte rispetto agli altri vaccini.
Servono altri test
<em>Maa</em> aveva atteso

All’inizio di quest’anno, l’associazione Moms across America (Maa) ha inviato cinque campioni di vaccini ad un laboratorio indipendente, per sottoporli a uno screening sul glifosato. Sono risultati tutti positivi, con il vaccino MMR, usato contro morbillo, parotite e rosolia, che mostra livelli di glifosato superiori di ben 25 volte rispetto agli altri vaccini.

Servono altri test

Maa aveva atteso senza successo, per mesi, di ricevere conferma da altri laboratori che usavano altre metodologie. È stato uno scienziato indipendente del Microbe Inotech Labs, a testare 4 lotti e confermare la presenza di glifosato nei vaccini, in quantità pari o superiori agli screening originari.

Dopo le analisi, i risultati sono stati mandati a funzionari di Senato e Governo, ma non hanno ricevuto alcuna risposta. Moms across America esorta: “Dei test più accurati devono essere fatti con urgenza dalla FDA (Agenzia per l’alimentazione, ndr) e CDC (Centro di prevenzione per le malatti, ndr) per confermare i risultati esatti. Tuttavia, qualsiasi quantità rilevata è inaccettabile. Bisogna intraprendere delle azioni per proteggere i nostri neonati e i nostri bambini.

Libri e varie...

Rischi per il cervello dei bambini

Il glifosato, al centro di diversi studi che lo accusano, è una sostanza chimica presente nel Roundup e centinaia di altri erbicidi, considerata tossica dallo Iarc, e al centro di una dura battaglia per il suo divieto all’interno dell’Unione europea. Al momento ne è stato prolungata l’autorizzazione fino al 31 dicembre 2017, in attesa di riscontri scientifici definitivi.

“Gli scienziati ? continua Maa ? affermano che il glifosato può abbattere la barriera emato-encefalica e consentire l’ingresso delle tossine nel cervello, aumentando l’impatto di esposizione“.“Il tasso di bambini con improvvisa perdita di funzione, problemi comportamentali e di apprendimento erratici, è alle stelle in America” aggiunge Moms across America, che chiede: “La FDA e CDC devono testare immediatamente i vaccini per verificarne la presenza di glifosato e sostanze chimiche tossiche legate ad esso”.

Fonte: https://www.testmagazine.it

Libri e varie...
LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE  - LIBRO
Revisione delle conoscenze scientifiche - Nuova Edizione
di Roberto Gava

Le nostre attuali condizioni di vita (alimentari, ambientali, sociali, economiche e culturali) hanno profondamente modificato il rischio non solo di contrarre certe patologie infettive, ma anche di subire le loro complicazioni.
Pertanto, quello che una volta era un rapporto rischio/beneficio basso per i vaccini, e quindi più a favore della pratica vaccinale, oggi è andato lentamente crescendo verso valori sempre più alti, con il risultato che alcune vaccinazioni sembrano oggi inutili e per altre sembra essere molto più pericoloso vaccinare che non farlo.
È ormai indubbio che non si possono più considerare i ben poco rilevanti danni a breve termine dei vaccini, ma quelli gravemente cronico-degenerativi a lungo termine causati da un profondo squilibrio del sistema immunitario.
Dovrebbe essere quindi doveroso per ogni medico porsi il quesito se l’approccio vaccinale attuale di un Paese industrializzato sia corretto o se non sia ora più saggio pensare di potenziare l’immunità aspecifica, invece di quella specifica, impostando eventualmente una scheda vaccinale strettamente individualizzata in base alle caratteristiche personali e socio-familiari del bambino che tenga anche conto delle più recenti ricerche immunologiche che stanno mettendo in luce aspetti inquietanti per il futuro dei nostri figli.
Questo libro, che è un testo unico ed eccezionale per la ricchezza dei contenuti e per i mille spunti che offre, indica anche la via più corretta per evitare le vaccinazioni e per prevenire o curare i principali danni da vaccini....

Le Vaccinazioni Pediatriche

Revisione delle conoscenze scientifiche - Nuova Edizione

di Roberto Gava

Le nostre attuali condizioni di vita (alimentari, ambientali, sociali, economiche e culturali) hanno profondamente modificato il rischio non solo di contrarre certe patologie infettive, ma anche di subire le loro complicazioni.

Pertanto, quello che una volta era un rapporto rischio/beneficio basso per i vaccini, e quindi più a favore della pratica vaccinale, oggi è andato lentamente crescendo verso valori sempre più alti, con il risultato che alcune vaccinazioni sembrano oggi inutili e per altre sembra essere molto più pericoloso vaccinare che non farlo.

È ormai indubbio che non si possono più considerare i ben poco rilevanti danni a breve termine dei vaccini, ma quelli gravemente cronico-degenerativi a lungo termine causati da un profondo squilibrio del sistema immunitario.

Dovrebbe essere quindi doveroso per ogni medico porsi il quesito se l’approccio vaccinale attuale di un Paese industrializzato sia corretto o se non sia ora più saggio pensare di potenziare l’immunità aspecifica, invece di quella specifica, impostando eventualmente una scheda vaccinale strettamente individualizzata in base alle caratteristiche personali e socio-familiari del bambino che tenga anche conto delle più recenti ricerche immunologiche che stanno mettendo in luce aspetti inquietanti per il futuro dei nostri figli.

Questo libro, che è un testo unico ed eccezionale per la ricchezza dei contenuti e per i mille spunti che offre, indica anche la via più corretta per evitare le vaccinazioni e per prevenire o curare i principali danni da vaccini.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*