La Salute vuole Alcalinità

di Francesco Oliviero
La scoperta che ha rivoluzionato il mio modo di essere medico, è che la causa principale o la concausa aggravante del 90% di tutte le malattie, è la situazione di acidosi che si viene a creare all’interno del nostro organismo.
È stato infatti scientificamente dimostrato che le malattie croniche non hanno possibilità di svilupparsi in un ambiente alcalino, mentre prosperano in un terreno acido; quest’ultimo favorisce lo sviluppo delle cellule tumorali e aumenta in ogni caso il livello di stanchezza cronica.
L’acidosi è determinata da diversi fattori:

  • da un’alimentazione acidogena, cioè fatta da proteine animali o da cereali come frumento o riso;
  • dagli stress emozionali;
  • da una carente espulsione degli acidi dagli organi emuntori (che sono la pelle, l’apparato urinario, l’intestino e anche i polmoni);
  • dalla mancanza di un adeguato esercizio fisico, che fornisce l’ossigeno di cui hanno bisogno le nostre cellule;
  • da una insufficiente assunzione di acqua che limita fortemente la capacità espulsiva dei reni.

Vai all’articolo

Il Potere nascosto dell’Acqua

C’è un’azione che tutti noi compiamo quotidianamente, a qualsiasi età, senza conoscere il potere nascosto dietro ad essa. Sappiamo tutti quanto sia importante bere acqua in maniera sufficiente ogni giorno. La disidratazione e i problemi di salute sono, infatti, strettamente correlati. Tuttavia l’acqua può fare molto di più!
Una delle più importanti ricerche sull’acqua che il mondo abbia conosciuto, è stata fatta dallo scienziato giapponese Dr. Masaru Emoto, che ha studiato per più di 20 anni come la struttura molecolare dell’acqua si trasformi quando è esposta a parole, suoni, pensieri e intenzioni umane.
Le incredibili scoperte del Dott. Emoto sono documentate nei suoi libri best seller. In sintesi, egli dimostra come l’acqua esposta ad intenzioni umane positive: bontà, amore, benevolenza, gratitudine, compassione, ecc. porti alla formazione di meravigliose strutture molecolari nell’acqua, ovvero di bellissimi cristalli; mentre l’acqua esposta a intenzioni umane negative come la paura, la rabbia, la cattiveria, l’odio, ecc. si traduce in formazioni molecolari fisiche disconnesse, brutte, caotiche, disarmoniose…

Vai all’articolo

Ecco perché i giapponesi hanno l’abitudine di bere acqua appena svegli

Bere acqua appena svegli

Sapevi che i giapponesi hanno l’abitudine di bere dell’acqua immediatamente dopo il risveglio?
Si tratta di un’antica tradizione usata per la guarigione di numerose malattie, che è diventata popolare durante la 2° Guerra Mondiale, dopo che un noto giornale dell’epoca ne decantò i numerosi effetti benefici. Bere acqua con regolarità non è soltanto una buona abitudine, ma è una vera e propria cura che può aiutare anche in caso di malattie molto gravi.
In particolar modo è indicata in caso di: Mal di testa; Dolori muscolari; Problemi cardiaci; Battito del cuore accelerato; Epilessia; Colesterolo; Bronchite; Asma; Meningite; Malattie renali e alle vie urinarie; Vomito; Diarrea; Gastrite; Diabete; Costipazione; Problemi mestruali; Malattie legate agli occhi; Malattie legate all’utero; Malattie legate alle orecchie, naso e gola…

Vai all’articolo

10 segni che indicano che hai immediatamente bisogno di acqua

L'importanza di bere acqua

Perdiamo continuamente acqua: quando respiriamo, attraverso le urine e il sudore, per questo è di fondamentale importanza introdurre periodicamente dell’acqua.
Moltissimi di voi sicuramente sapranno che il corpo umano è composto principalmente da acqua e che abbiamo bisogno di consumare una certa quantità di acqua per sopravvivere. I muscoli e reni sono composti dal 73% d’acqua, il sangue è composto dall’83% di acqua, i polmoni dal 90% e il cervello dal 76%.
A molti di noi è stato detto di bere almeno 6-8 bicchieri di acqua al giorno, ma se si chiede alle persone quanta acqua bevono, molti di loro vi diranno che bevono circa 2-3 bicchieri al giorno. In generale, i maschi hanno bisogno di consumarne 3 litri (12 tazze) al giorno, mentre le donne circa 2,5 litri (9 tazze) al giorno, per un’idratazione ottimale…

Vai all’articolo