Dobbiamo tornare…

Tornare indietro

Questo messaggio è rivolto soltanto a coloro che possono capire…
Dobbiamo avere il coraggio di tornare indietro, non abbiamo scelta… Essere venuti avanti in avanscoperta e rimanere fermi nel nostro paradiso ad attendere che gli altri ci raggiungano, in questo momento di grande scelte, significa commettere il più grande peccato di superbia possibile…
Dobbiamo avere il coraggio di abbandonare i nostri santuari personali e tornare nei luoghi dai quali siamo fuggiti. Non dobbiamo avere paura, perché adesso sappiamo come fare. Purtroppo gli eventi sono stati anticipati a causa delle reazioni prevedibili, e non possiamo attendere impassibili, dobbiamo agire senza interferire in modo diretto…

Vai all’articolo

Maltrattamenti sui maiali, nuovo video choc da otto allevamenti. Sicuri che siano ‘casi isolati’?

Prosciutto alta crudeltà

Articolo di “Essere Animali” – Organizzazione no profit
La crudeltà dietro al prosciutto non è un caso isolato, lo mostra il nuovo video in allevamenti Consorzio di Parma.
Nel mese di dicembre abbiamo diffuso attraverso media nazionali un video chiamato ‘Prosciutto Crudele’, che mostrava condizioni di detenzione inidonee, violenze degli operatori e gravi stati di sofferenza per i maiali in un allevamento romagnolo fornitore del Prosciutto di Parma. Quelle immagini hanno fatto il giro del mondo, sono state riprese perfino da media inglesi, cinesi e di Hong Kong, e hanno portato a controlli del Corpo Forestale, che ne ha riscontrato la veridicità, trovando una situazione critica in quella struttura.

Dopo quel video, che ha avuto tra i vari social più di 1 milione di…

Vai all’articolo

Il mondo ha bisogno di essere salvato?

Essere il cambiamento

di Sennar Karu
Forse il mondo ha bisogno di essere salvato, ma soltanto dall’idea soggettiva e personale di doverlo salvare, e dall’ulteriore idea che esso sia un luogo buio, tetro, sbagliato, imperfetto e terribile.
Il programma “devo salvare il mondo” è correlato alla dinamica triangolare “vittima-carnefice-salvatore”, nel quale la responsabilità personale di essere il cambiamento che si vuole vedere nel mondo, è ceduta al “salvatore”, ovvero una figura spirituale che se ne incarichi, oppure agli “altri”… quelli “sbagliati”, che devono cambiare al posto nostro. Un…

Vai all’articolo

Siamo l’Esercito Cosciente

Siamo l'Esercito Cosciente

di Brian Piergrossi
Adesso stiamo reclutando
Forse ti unirai a noi
O l’hai già fatto…
Tutti sono benvenuti…
La porta è aperta

Sulla faccia della terra ora c’è la guerra e la violenza e le cose sembrano oscure
Ma con calma e tranquillamente, allo stesso tempo, qualcos’altro sta accadendo segretamente

Una rivoluzione interiore sta avvenendo e certi individui sono chiamati ad una più alta luce

È una rivoluzione silenziosa
Dall’interno verso fuori
Dalla terra verso l’alto

È ora per me di rivelarmi
Sono un agente integrato di una nascosta,

Vai all’articolo

La Civiltà del Sole: un futuro radioso

Un futuro radioso

di Elisabetta Mastrocola
«Anche nel posto modesto in cui vi trovate, potete contribuire al bene di tutta l’umanità. Ogni giorno, consacrate almeno qualche minuto a pensare come, in avvenire, essa non sarà che una grande famiglia in cui tutti i membri si comprenderanno, si ameranno, si sorrideranno. Ci sono talmente tante cose buone alle quali si può pensare per il bene di tutta la terra! Che gli uomini vadano a contemplare il sorgere del sole… Che tutti si incontrino per danzare e cantare in coro degli inni di gioia e di riconoscenza al Creatore… Non è meraviglioso formulare simili desideri, invece di agitare quotidianamente pensieri e sentimenti pessimisti, prosaici, egoisti?

Vai all’articolo

“Sii il Cambiamento che vuoi vedere nel mondo”

Mark Boyle Applehat

Da due anni vivo senza denaro e nessuna spesa, vi racconto come ci riesco.

E’ irlandese e il suo nome è Mark Boyle. Quest’uomo ha deciso di vivere senza redditto, senza nessun conto in banca e senza nessuna spesa. Come farà a vivere? Qui ci racconta la sua Esperienza Personale in questo percorso di CAMBIAMENTO RADICALE.

Se sette anni fa, durante il mio ultimo anno di Economia, mi avessero detto che fra qualche anno avessi vissuto alla giornata senza un centesimo, gli avrei presi per pazzi. Il mio obbiettivo a quei tempi era quello di ottenere un “buon lavoro”, riempirmi di…

Vai all’articolo