• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Ogni sintomo è un messaggio: ecco il linguaggio simbolico di alcuni organi

Mal di testa

Secondo la medicina psicosomatica, la malattia è una funzione di parecchie variabili: ereditarietà, esperienze primordiali della prima infanzia, sonno, educazione, traumi affettivi, clima affettivo, ecc. In altri termini, ogni stato emotivo ha la sua sindrome fisiologica propria. In questo modo si possono descrivere particolarità psicologiche dell’asmatico, dell’obeso, dell’ulceroso, del coronare, del colitico, dell’anoressico, del bulimico e di ben altri ancora…Esaminiamo, brevemente, il linguaggio simbolico di alcuni organi: ovvero, ogni sintomo è un…

Vai all’articolo

La pratica e i benefici della Meditazione

Meditazione

di Elisa Cappelli
La meditazione serve a creare uno spazio intatto dentro di sé, con cui mettersi in comunicazione in ogni istante: che la si faccia da sdraiati, in piedi, a fiore di loto o qualsiasi altra posizione, poco importa.

Cos’è la meditazione?
Meditazione è una parola che arriva dal latino meditatio, ovvero “riflessione”; si tratta di una pratica di concentrazione della mente su uno o più oggetti, immagini, pensieri, o anche su nulla, a scopo religioso, spirituale, filosofico.

La meditazione è in sostanza un metodo per conoscersi a fondo e lavorare con sé stessi, …

Vai all’articolo

15 frasi di Paulo Coelho per superare i Momenti Difficili

1. Quando hai paura del cambiamento:
“Quando meno ce lo aspettiamo, la vita ci pone di fronte a una sfida per testare il nostro coraggio e la nostra volontà di cambiare; in momenti come questi serve a poco far finta che nulla sia accaduto o affermare che non siamo pronti. La sfida non aspetterà. La vita non guarda indietro. Una settimana è un tempo per noi più che sufficiente per decidere se accettare o meno il nostro destino.”
2. Quando ti senti incompreso o frainteso:
“Non sentirti in obbligo di dover spiegare o chiarire. I tuoi amici non ne hanno bisogno, e i tuoi nemici non

Vai all’articolo

L’origine della Violenza

L'origine della violenza

di Mr. Loto
Ti sei mai chiesto quale sia l’origine della violenza? 

La violenza ha probabilmente sempre fatto parte della convivenza tra le persone. È sufficiente aprire un libro di storia per accorgersene, senza tener conto di tutte le piccole violenze, anche semplicemente psicologiche, che non vengono riportate nei libri o nella cronaca, ma che molti di noi hanno provato sul lavoro, in famiglia o durante la scuola.

Quando chiedo alla gente qual è l’origine della violenza le risposte sono molto varie e si va dalla povertà alla rabbia, dall’invidia alla cattiveria. Sebbene…

Vai all’articolo

Le leggende dei nativi americani parlano di antiche razze di Giganti

Diverse tribù di nativi americani hanno tramandato leggende su antiche razze di giganti bianchi.
Daremo uno sguardo ad alcune di queste leggende, comprese quelle dei Choctaw e dei Comanche negli Stati Uniti, fino ad arrivare ai Manta nel Perù.
CHOCTAW

Horatio Bardwell Cushman, ha scritto nel suo libro “History of the Choctaw, Chickasaw, and Natchez Indians” (Storia degli Indiani Choctaw, Chickasaw, e Natchez): «Nella tradizione dei Choctaw si parla di una razza di giganti, che un tempo abitava l’attuale Tennessee, contro la quale i loro antenati avevano combattuto quando…

Vai all’articolo

Intervista a Massimo Brunaccioni, bodybuilder vegano

Il bodybuilder Massimo Brunaccioni

di Marcello Muccini
Massimo Brunaccioni è un atleta e bodybuilder che ha scelto l’alimentazione vegana. La ritiene la migliore in assoluto.

C’è molta confusione quando si parla di quale alimentazione sia la migliore da abbinare ad un’attività sportiva. Specie quando si fa sport a livello agonistico professionale. Ad esempio, nel bodybuilding l’alimentazione è importantissima e diventa parte attiva del proprio allenamento. Lo sa molto bene Massimo Brunaccioni, atleta, personal trainer, consulente alimentare, vegan coach, centometrista ed ex calciatore.

Massimo Brunaccioni…

Vai all’articolo

Incubazione Onirica

Sognare

L’incubazione onirica era talmente diffusa nell’antichità che già nel secondo secolo A. C. erano quasi trecento i templi dedicati ad Esculapio, il dio della guarigione e della medicina. In essi il malato dormiva all’interno del tempio per ricevere un sogno con funzioni guaritrici. I sacerdoti interpretavano poi i sogni avuti dai malati e prescrivevamo i rimedi.
Ci sono pervenute moltissime testimonianze scritte sull’efficacia di questo metodo: alcune iscrizioni parlano addirittura dell’apparizione in sogno del dio Esculapio, che guariva istantaneamente il sognatore dalla sua malattia…

Vai all’articolo

Il numero 8 e il codice della vita

Infinito

Il numero 8 è molto più di un numero intero: non è un caso che questo simbolo, sin dall’antichità, posizionato orizzontalmente rappresenti la ciclicità dell’infinito, mentre il simbolo del serpente che si morde la coda (detto uroboro) a forma di otto – famosissimo nello gnosticismo, nell’alchimia e nell’ermetismo – rappresenti invece la natura ciclica delle cose e in un certo senso della vita stessa.

Lo stesso dicasi del simbolo del caduceo, che possiamo vedere ancora sulle insegne delle farmacie, ovvero due serpenti attorcigliati… che formano otto intrecci e che alla fine si…

Vai all’articolo

Malati di passato

Perdonare

di Vincenzo Bilotta
Normalmente, il passato dovrebbe costituire quel periodo di tempo precedente il QUI E ORA che abbiamo vissuto e nel quale abbiamo compiuto le nostre interazioni nella maniera più consona a quelle che erano le nostre esigenze di allora.
Spesso, però, il nostro passato personale continua a tormentarci con i suoi conflitti irrisolti, le cose non dette, le cose non fatte e i sensi di colpa.
L’umanità, oggi, è malata di una malattia invisibile quanto letale: questa malattia si chiama passato. In realtà, il passato non potrebbe nuocerci in alcun modo SE SOLO RIUSCISSIMO AD ACCETTARLO PER POI LASCIARLO ANDARE…

Vai all’articolo

Camminare nei boschi fa bene al cervello

Sentiero nel bosco

Una nuova ricerca ha dimostrato che il contatto con la natura inibisce la formazione di pensieri negativi, che possono sfociare in gravi patologie come la depressione.
Camminare nei boschi fa bene, è una verità talmente elementare che sembrerebbe superfluo ricordarlo. Quando siamo tra gli alberi il battito cardiaco rallenta, la pressione si abbassa e l’umore migliora così rapidamente che medicine, terapie e analisi sembrano miseri palliativi al confronto.
Non sempre però verità che ci sembrano limpide vengono riconosciute dalla scienza ufficiale, impegnata a scindere il mondo in unità distinte da analizzare separatamente, perdendo di vista l’insieme. Questa volta però…

Vai all’articolo