Mistero Antartide: un’Oasi verde grande tre volte la Francia

di Paolo Franceschetti
Come mai l’Antartide ha una temperatura incredibilmente inferiore a quella artica? Essendo ai due poli, le due zone avrebbero dovuto avere identiche temperature. La spiegazione ufficiale sarebbe che il Polo Nord è riscaldato dalla cosiddetta Corrente del Golfo, che mitigherebbe le temperature.
Per quanto non mi avesse mai convinto come spiegazione, la prendevo per buona. Una cosa che non riuscivo a spiegarmi però erano le scoperte dell’Ammiraglio Byrd. Tutti i libri che parlavano dell’Antartico, facevano inevitabilmente riferimento alla scoperta, da parte di questo ammiraglio, negli anni ’50, di una zona temperata vicino al Polo Sud, in cui la temperatura era mite, le acque fluivano regolarmente e il verde era lussureggiante.
La scoperta era stata fatta nell’ambito di una spedizione militare finanziata dagli Usa, e a causa della notorietà dell’ammiraglio, nonché del numero dei partecipanti ad essa, la cosa non poté essere messa sotto silenzio. Ma sia la stampa dell’epoca che quella successiva dedicarono solo poche righe a questa scoperta. E mi domandavo come mai non si facessero altre spedizioni per cercare questa terra misteriosa e approfondire la questione…

Vai all’articolo

Gli indios Macuxi dell’Amazzonia, sostengono che esiste un mondo inesplorato all’interno del nostro pianeta

E se il “Viaggio al centro della Terra”, il classico di Jules Verne, non fosse fantasia? E da qualche parte, un nuovo mondo fosse in attesa di essere esplorato?
Un luogo nelle profondità del nostro pianeta, in cui in qualche modo, alcuni e diversi esseri viventi abitano; un luogo che appartiene a culture e civiltà che non si sapeva nemmeno esistessero…
Gli indiani Macuxi, sono indiani che vivono in Amazzonia, in paesi come il Brasile, la Guyana e il Venezuela. Secondo le loro leggende, essi sono i discendenti dei “figli del Sole”, il creatore del fuoco e protettore della malattia e della “Terra interiore”.
Varie leggende orali raccontano di una voce proveniente dalla Terra. Nel 1907, i Macuxi entrarono in una sorta di caverna attirati da una voce e viaggiando per 13 o 15 giorni, raggiunsero l’interno. E lì, “dall’altra parte del mondo, nella terra interna”, scoprirono creature giganti alte anche 3-4 metri. Secondo i Macuxi a questi giganti era stato affidato il compito di monitorare il passaggio davanti all’ingresso e impedire agli stranieri di entrare nella “Terra cava”…

Vai all’articolo

L’Epomeo di Ischia, la “Terra cava” e il “Regno di Agartha”

Veduta dal Monte Epomeo

di Luca Praderio
Esistono storie riguardanti il Monte Epomeo sull’Isola di Ischia, secondo le quali questo monte sarebbe una delle diverse porte d’accesso alla mitica “Terra Cava” o “Terra Interna” del regno di Agartha, sparse per il mondo.

È risaputo che il golfo di Napoli abbia origine vulcanica: anche nel marzo 2015 le acque hanno cominciato a ribollire per l’emersione in superficie di gas vulcanici dal fondo sottomarino, al di sotto del quale, ad una profondità tra gli 8 e gli 11 chilometri, si trova un grande serbatoio magmatico tuttora attivo. L’isola di…

Vai all’articolo

Nazismo e Progetto Vril

Vril

Siete a conoscenza del progetto tedesco Vril, un’ipotetica forma di energia descritta in varie opere attinenti al moderno esoterismo? Hitler ne prese conoscenza tramite i contatti alieni di alcuni medium.
Secondo molti è una storia inventata da un romanziere inglese di nome Edward Bulwer-Lytton. Secondo il romanzo fantascientifico “La razza ventura” (The Coming Race, poi ripubblicato come Vril, The Power of Coming Race), scritto nel 1871 dal romanziere inglese Edward Bulwer-Lytton, il Vril è un particolare fluido energetico che permetterebbe ad una misteriosa civiltà residente nella Terra cava di avere poteri magici che li renderebbero simili a divinità.
Il termine “Vril-ya” avrebbe significato proprio “razza – di aspetto nordico – semidivina“, poiché essi potevano sia curare qualsiasi malattia, animare un oggetto inanimato rendendolo intelligente, oppure distruggere una fortezza, utilizzando degli speciali bastoni metallici di forma cilindrica da cui confluiva questa particolare energia…

Vai all’articolo