Si stampano 60 (80) miliardi al mese per le banche, invece di darli a chi inventa lavoro

L’economia dovrebbe essere al servizio della Comunità e se questa ha bisogno di inventare lavoro dignitoso per tutti, l’economia dovrebbe stampare i soldi per arrivare a questo obiettivo.

Tutte le banche mondiali hanno stampato soldi e lo hanno immesso sul mercato, ognuno a modo proprio con formule più o meno diverse e come ritenuto opportuno, ma nessuna banca centrale ha stampato soldi e li ha dati a chi inventa un lavoro dignitoso.

Il fatto di stampare soldi e darli direttamente a chi costruisce lavoro non ha sfiorato minimamente il pensiero di questi esperti e responsabili di grandi decisioni. Si sono scervellati per fare arrivare questi soldi alle banche, che a loro volta, come sta accadendo in Europa, con il “Quantitative Easing” di 60 miliardi al mese, (sì… 60…

Vai all’articolo

Chi controlla realmente i soldi? Alla scoperta dell’inquietante Banca dei Regolamenti Internazionali

banca per i regolameti internazionali

La Banca dei regolamenti internazionali è un’organizzazione internazionale avente sede sociale a Basilea, in Svizzera. Fondata nel 1930 in attuazione del Piano Young, essa è la più antica istituzione finanziaria internazionale. Pur essendo un’organizzazione internazionale, la BRI è strutturata come una società anonima per azioni, avente un Consiglio di amministrazione e un direttore generale; tuttavia, le sue azioni possono essere sottoscritte unicamente da banche centrali o da istituti finanziari designati. Attualmente possiedono quote azionarie, e sono pertanto rappresentate alle sedute…

Vai all’articolo

Dossier: “Fabbricare una Depressione Globale per creare un Governo Mondiale”

globalist

Quello che segue è un estratto di un libro di Andrew Gavin Marshall sul ‘Governo Mondiale’ di prossima pubblicazione, Global Research Publishers, Montreal.

Problema, reazione, soluzione: “la crisi è un’opportunità”
Nel maggio 2010, Dominique Strauss-Kahn, direttore generale del FMI, ha affermato che “la crisi è un’opportunità”, e ha invocato “una nuova moneta globale, rilasciata da una banca centrale globale, con una solida governance e caratteristiche istituzionali”, e che “la banca centrale globale potrebbe anche fungere da prestatore di ultima…

Vai all’articolo