David Icke sul 5G: l’Armageddon per Mente e Corpo

di Cristina Bassi

Il 5G, l’Internet delle cose, l’Internet del tutto, l’Intelligenza Artificiale… rappresentano la meta finale del Progetto della grande “Mano Nascosta” che dirige il Mondo. Quindi, “se non facciamo qualcosa”, dice Icke, la scomparsa della razza umana così come la conosciamo e intendiamo… sarà la diretta conseguenza di questa trasformazione.

L’Armageddon del titolo suona un po’ biblico ed estremo, ma quando guardate nel dizionario la sua definizione troverete che sia molto appropriata, in riferimento al sistema di comunicazione immensamente distruttivo del
5G. Armageddon = “l’ultima battaglia tra bene e male, prima del Giorno del Giudizio“. “Un conflitto estremo e catastrofico specialmente se inteso per distruggere il mondo o la razza umana. Per esempio, un armageddon nucleare”.

Uso questo termine in relazione al 5G, sistema di comunicazione ad ultra frequenze, che viene implementato per soppiantare l’attuale sistema, che già sta producendo enormi effetti nocivi sul piano della salute fisica, mentale ed emozionale, ben documentati in una serie di ricerche.

L’impatto del 5G sulla salute umana

Ciò che vediamo con il 5G è un aumento nella potenza delle frequenze di comunicazione, ed un aumento degli effetti nocivi sulla salute umana e nei processi mentali ed emozionali, qualcosa di gigantesco che va oltre questo mare globale di radiazioni wifi, in cui già siamo ora.

Libri e varie...

Vi do ora alcune idee sugli effetti deleteri del sistema 5G sugli esseri umani (acquisite da articoli pubblicati), effetti non già sospettati o probabili, ma garantiti: “ci sono ora migliaia di studi scientifici che documentano moltissimi effetti biologici della radiazione a microonde, che includono (ma non sono i soli): cancro, danno al dna, problemi cardiovascolari, aumento degli ormoni stressogeni, disturbi nel sonno, depressione, mal di testa, irritabilità, infertilità, un basso numero di spermatozoi”. L’articolo prosegue dicendo: “l’OMS e l’Ente Internazionale per la Ricerca sul Cancro, già nel 2011, avevano classificano la radiazione a microonde di tutti i dispositivi wireless, come causa possibile per il cancro umano”.

Studi recenti hanno indicato una grande evidenza della relazione tra cancro al cervello e uso prolungato del cellulare. “Sono state evidenziate anche altre 10 incidenze di cancro in aumento, in relazione alla tecnologia wifi, tra queste, il cancro al seno in giovani donne che portano il cellulare a contatto con il seno”… e pensate dove portano i poliziotti i loro dispositivi per la comunicazione!”

E questo in risposta ad una bassa esposizione alla radiazione wireless… ma ora il 5G già implementato in USA e che ora sta partendo in prova in UK, faranno esplodere questi bassi livelli. L’articolo prosegue dicendo che il dispiegamento di piccole antenne  da cellulari, sprigionerà una innaturale radiazione microonde e millimetrica, 24 h su 24, molto più potente di qualsiasi altra sperimentata nello spettro elettromagnetico.

L’esercito USA, utilizza già onde millimetriche [come presenti nel 5G], che viaggiano solo per una breve distanza, come arma non letale per il controllo della folla: le onde colpiscono la superficie del corpo, causando una sensazione di bruciatura sulla pelle quando vengono usati alti livelli di corrente. Quindi, ciò che è stato proposto e che sta già partendo, il 5G appunto, è un sistema di comunicazione a frequenze così alte, che opera nella banda di frequenza che l’esercito USA utilizza per dissipare le folle e in cui le persone sentono la pelle bruciare… e questo sta per essere messo ovunque.

Si parla di piccole antenne, scatolette, perché il 5G non viaggia bene. Per questa ragione, non ci sono le grandi torri che vediamo e che trasmettono gli attuali sistemi di comunicazione a lunga distanza e che sono già una pessima cosa… Qui, con il 5G, avremo scatolette ovunque che trasmetteranno questa frequenza, letale nel suo insieme e con un effetto cumulativo.

Tutto questo sistema di scatolette sarà per le strade, ovunque su tutto il territorio. Saranno davanti alle case, alle camere da letto dei bambini, che sono i più colpiti dalle conseguenze; saranno fuori da scuole, uffici ecc. Le persone saranno quindi totalmente immerse in questa frequenza letale del 5G. Vogliono questo su tutto il pianeta, incluse le aree rurali, perché questo fa parte di una enorme agenda, inimmaginabile da più, per il controllo umano.

“Seri effetti per la salute saranno la diretta conseguenza dell’esposizione cronica che colpirà molti di noi. Gli effetti avversi causati, si valuta che saranno, soprattutto, cancri di livello elevato alla pelle, irregolarità cardiache e anomalie fetali”. Il Prof. Marshall, Direttore della Ricerca sulla Autoimmunità, una Fondazione della California, ci dice: “La nuova tecnologia wireless 5G ha a che fare con onde millimetriche, ovvero frequenze estremamente alte, che producono fotoni di ben maggiore energia che il 4G e il wifi; è folle incoscienza permettere che questa tecnologia sia usata senza che sia stata provata la sua sicurezza per l’uomo, poiché come noto le onde millimetriche hanno un profondo impatto su tutte le parti del corpo umano”.

Libri e varie...

Perché tutto questo?

Per comprendere dobbiamo capire come comunicano il cervello, il sistema genetico e le cellule e come opera il sistema nervoso centrale. Essi comunicano elettricamente ed elettromagneticamente. Sostanzialmente, il corpo è un campo elettromagnetico, un campo di informazione. Se introducete in esso delle frequenze elettromagnetiche, queste avranno un impatto profondo se non sono in sintonia con il suo stato di radiazione specifico. Impatteranno sulla costituzione informativa del corpo e sui sistemi di comunicazione del cervello e del corpo. Ripercussioni distruttive su questi sistemi li renderanno non più ben funzionanti. E se non funzionano bene, il risultato si manifesterà come qualcosa che chiamiamo cancro, malattia, patologia, disarmonia in forme infinite.

Anche le nostre emozioni e pensieri vengono processati elettricamente, perciò se le reti della nostra comunicazione interna vengono distrutte da una fonte esterna di radiazione, soprattutto del 5G – e non ripeterò mai abbastanza quanto sia immensamente più potente e distruttivo di ciò che abbiamo mai avuto prima d’ora – ne verremo influenzati anche mentalmente e emotivamente, non solo fisicamente.

Come molte ricerche hanno già dimostrato, se è possibile interferire con frequenze ed hackerare i processi mentali, si possono inserire nella mente della gente dei pensieri, percezioni, informazioni, che i soggetti pensano arrivino da loro, ma non è cosi. Tutto questo è ormai stranoto.

La gente crede che questo 5G sarà una buona cosa per la sua velocità a scaricare tutto quel che si vuole, ma il suo vero scopo non è questo: fa parte di un sistema di controllo fisico, mentale, emozionale, pianificato molto tempo fa che porterà alla fine della razza umana come la conosciamo, se lasciamo che tutto questo accada.

Per darvi una idea della fredda, cinica arroganza psicopatica, che c’è dietro tutto ciò, vi parlerò di Tom Wheeler, il quale in un discorso pubblico dice come non ritarderanno il lancio del 5G per vedere se è più o meno sicuro, “lo facciamo, punto”.  Quel che succederà non importa… Qui abbiamo qualcuno che rappresenta un Ente governativo Usa, la FCC, che si suppone controlli l’industria wifi e ci protegga dai suoi eccessi, che però è stato un lobbista per la stessa industria wifi… Ebbene, così è come funziona il mondo! E così è come il 5G, letale per i suoi effetti cumulativi, ci viene ora imposto sulla testa.

L’unico test che hanno eseguito è sull’effetto del calore, ovvero il surriscaldamento del corpo prodotto da questa tecnologia; ciò che non hanno testato e non testeranno, sono gli effetti biologici e quelli sul piano mentale ed emozionale.

Quando danno le loro linee guide, quando dicono “i livelli raccomandati dal governo”, non intendono livelli “sicuri”, niente affatto… intendono il livello che “deve essere affermato come sicuro”, perché l’industria faccia ciò che vuole fare. Se fosse diversamente, ovvero se si trattasse veramente di livelli di sicurezza per la asalute umana, semplicemente non sarebbero permessi certi dispositivi e ne avremmo molti meno in giro.

L’Agenda Finale: l’Internet delle cose e l’Intelligenza Artificiale

Alcuni anni fa, il capo della CIA di allora, David Petraeus, fece un discorso in cui annunciava ciò che sarebbe arrivato (ed ora è qui), ovvero “l’internet delle cose”, che significa collegare TUTTO ad internet. Il Piano consiste nel costruire una griglia di comunicazione, nota come “Smart Grid”, la “Griglia Intelligente”, che altri chiamano il “Cloud”, che collega e quindi controlla, tutto. Così quando tutto è collegato a internet… chi controlla internet, controlla tutto. Questo è il piano!

Ma c’è un altro passaggio oltre questo, la vera agenda verso cui siamo diretti: collegare tecnologicamente il corpo umano e il cervello umano attraverso il microchip sottopelle, allo stesso internet, alla stessa Smart Grid, allo stesso Cloud. Questo passaggio oltre “l’internet delle cose”, è noto come “l’internet del tutto”.

Se collegate ad internet la tecnologia in tutte le sue forme, sarà internet a controllare quella tecnologia; collegate il cervello umano, il corpo umano a internet e la mente umana verrà controllata da chi o cosa controlla internet. Ecco perché c’è la spinta costante a connettere il cervello umano alla intelligenza artificiale. Google, Facebook etc. sono tutte aziende in prima linea per questo. Per questo parlano di collegare il cervello umano alla intelligenza artificiale, entro il 2030, quando l’intelligenza artificiale farà sempre più il lavoro del cervello, fino a quando questo “scomparirà” nella forma a noi fino ad ora nota.

La Mente Umana non sarà più tale, bensì un terminale di computer

Ora, per creare “l’internet del tutto”, devono avere certi livelli di energia e frequenza nel sistema di comunicazione… Ecco, vi dice niente il 5G a questo punto? Se globalmente deve esserci un sistema wifi/cloud con chiunque microchippato sul pianeta, controllato e collegato a questa Smart Grid, allora sarà necessario avere il wifi ovunque, perché tutti possano essere collegati ad esso.

Questa è la ragione per cui stanno mettendo in orbita un numero incredibile di satelliti, per irradiare con il wifi tutto il pianeta. Ovviamente Google è coinvolto in questo… il mostro-gigante, così come FB.  Che dire poi di Elon Musk, ex uomo dello spazio, che dice che collegare la mente umana alla intelligenza artificiale è la fine della razza umana… ma che poi ha avuto il permesso dal Governo USA di mettere altri satelliti in orbita?

Guardate i vostri figli e nipoti e riflettete sul fatto che presto non avranno più menti proprie per pensare, né emozioni proprie, ma solo una I.A. (Intelligenza Artificiale) che decide chi essi siano.

Nella “Silicon Valley” ora hanno, sia Google che FB che Youtube (proprietà google), la più grande concentrazione di sorveglianza e potere di censura, che il mondo abbia mai visto. Da lì gestiscono l’agenda della fine dell’umanità come l’abbiamo vista. Essi vogliono quindi che tu guardi da qualche altra parte… ecco perché calcio e canzonette…

È TEMPO DI CRESCERE e di assumersi RESPONSABILITA’ per il mondo in cui viviamo. Nessuno potrà nascondersi dal 5G, perché sarà OVUNQUE se andiamo avanti di questo passo. Forza razza umana… guardatevi intorno, guardate quel che sta succedendo, e alzate il vostro posteriore!

Traduzione del video di David Icke sul 5G, del 2018: Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net 

Fonte: https://www.thelivingspirits.net/david-icke-sul-5g-l-armageddon-per-mente-e-corpo-rischi-per-razza-umana/

Libri e varie...
CAMPI ELETTROMAGNETICI E SISTEMI VIVENTI - FASCINO DISCRETO 2 —
di Massimo Sperini, Francesca Pulcini, Massimo Scalia

Campi Elettromagnetici e Sistemi Viventi - Fascino Discreto 2 —

di Massimo Sperini, Francesca Pulcini, Massimo Scalia

Sono più di 100 anni che Scienziati e Biologi e Medici, sperimentano e discutono sui possibili effetti specifici dei Campi Elettromagnetici.

Come mai le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) e della Commissione per la Protezione dalle Radiazioni Non Ionizzanti (ICNIRP) non sono mai state accettate da vari Paesi, e la Russia assume valori limite per l'esposizione a radiofrequenze e microonde molto più restrittivi – fino a 50 volte meno per la potenza e a 7 per il campo elettromagnetico – di quelli dettati da WHO e ICNIRP?

Sono adeguati i modelli teorici e la metodologia sulla base dei quali WHO e ICNIRP hanno proposto i loro limiti?

Che storia c'è dietro?

È vero che il nostro organismo e le nostre cellule si sono evoluti raggiungendo un equilibrio con le intensità dei campi elettromagnetici ai quali siamo quotidianamente esposti, all'esterno e all'interno? Il rischio di particolari tipi di tumore, dalla leucemia ai gliomi ai neuromi acustici, è solo "elettrofobia", agitata negli ultimi trent'anni da comitati locali, da movimenti oscurantisti o per interessi elettorali?

Quali sono le evidenze scientifiche a favore dell'esistenza di un impatto delle onde elettromagnetiche sui sistemi biologici? È vero che le onde di frequenza più elevata si fermano sullo strato superficiale della nostra cute, e che, ad esempio dentro la testa, i valori di campo sono migliaia di volte più bassi?

Per dare una risposta scientificamente valida, ma comprensibile almeno per chi voglia fare un po' di fatica ed evitare le chiacchiere da bar, bisogna dotarsi di alcune fondamentali nozioni di Fisica, di Elettromagnetismo in particolare. Nel testo esse verranno somministrate in dosi "omeopatiche", non rinunciando però a dei cenni sulla moderna concezione dello spazio-tempo, quale quella costruita ormai un secolo fa da Einstein.

Non rinunciando neanche alla richiesta, talora ammantata di un pizzico di esoterismo, di chi vuole sapere di quanti e di onde di probabilità.

Per gli appassionati, infine, ma solo per loro, una scheda sui circuiti elettrici biologici.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *