Interesse personale vs Bene comune: questo è il problema!

di Alessandro Del Vescovo

La maggior parte degli esseri umani è consapevole che il mondo sia pieno di ingiustizie e vorrebbe un cambiamento. Tutti noi desideriamo un mondo migliore, ma troppo spesso ci aspettiamo che il cambiamento debba avvenire da parte di chi ci governa, nascondendo le nostre responsabilità.

https://www.romagnanotizie.net/photogallery_new/images/2019/10/bene-mani-persone-159216.660x368.jpg

Ci preoccupiamo troppo di ciò che fanno gli altri invece di pensare a quello che facciamo, o che potremmo fare noi. È molto facile prendersela con i politici, anziché fare un esame di coscienza e cercare di cambiare nel proprio piccolo. Ci lamentiamo che i politici mettono l’interesse personale davanti al bene comune, ma siamo sicuri che anche nelle nostre vite non sia così?

L’interesse personale, messo davanti al bene comune, blocca l’evoluzione e lo sviluppo. Pensate all’Italia, un paese ricco di risorse, in cui troppi cittadini sono costretti a vivere in condizioni di povertà a causa di altri (molti dei quali dovrebbero fare il bene del paese) che antepongono i loro interessi personali a quelli della collettività.

Libri e varie...

Secondo me, la chiave di svolta sta proprio qui; le persone invece di lamentarsi degli altri dovrebbero cominciare a cambiare i propri comportamenti, mettendo il bene comune davanti a tutto. Di conseguenza, migliorerebbero le condizioni generali dell’umanità, e quindi anche quelle dei singoli esseri umani. Invece, nella nostra società è il contrario; si pensa ai propri interessi a scapito di altri, e questo provoca degli effetti distruttivi sulla collettività.

Purtroppo, la società occidentale assume dei modelli che portano le persone ad agire in maniera molto egoistica. Si pensa sempre prima a se stessi, ma io credo che sia più importante il bene collettivo, non soltanto per una questione etica, ma anche scientifica.

Ad esempio, avete mai pensato che per colpa di una persona ne possono stare male molte altre? E avete mai pensato che questo provoca degli effetti distruttivi alla vita del nostro pianeta? Secondo voi la vita di un individuo può essere più importante di quella di un altro? Io credo di no, perché siamo tutti fratelli e figli di Dio e stiamo su questa terra per un unico obiettivo comune: fare delle esperienze con lo scopo finale di far evolvere spiritualmente il pianeta.

https://www.labsus.org/wp-content/uploads/2019/03/Educazione_bene_comune_1-810x542.jpg

Tutti noi esseri umani, siamo cellule di un unico Grande Essere, di un’unica Grande Vita, e finché non comprenderemo tutto ciò, non cambierà mai nulla nel mondo. Secondo me, il vero cambiamento potrà avvenire soltanto se ogni essere umano si prenderà le proprie responsabilità e comincierà ad affrontare la propria vita in maniera coerente.

Dobbiamo iniziare a chiederci: cosa faccio io per contribuire a migliorare la vita (la Grande Vita di cui ognuno di noi fa parte)? Sto assumendo comportamenti distruttivi? Sto mettendo i miei interessi personali davanti a quelli della collettività? Cosa posso fare per migliorarmi?

In questa fase, è molto importante accettare i propri limiti e sospendere qualsiasi forma di giudizio nei confronti di se stessi ed è necessario intraprendere un vero percorso di trasformazione interiore, attraverso tecniche e pratiche di meditazione, strumento fondamentale per l’evoluzione umana.

Articolo di Alessandro Del Vescovo

Fonte: https://yogameditazione.net/interesse-personale-vs-bene-comune/

Libri e varie...
QUELLO CHE LORO MI HANNO DETTO
...messaggi colti e raccolti
di Daniel Meurois

Quello che Loro Mi Hanno Detto

...messaggi colti e raccolti

di Daniel Meurois

Per oltre dieci anni, in un piccolo villaggio nel cuore del Périgord, nel sud ovest della Francia, alcuni Esseri che si presentavano come Fratelli delle Stelle si sono rivolti con una certa continuità a Daniel Meurois per trasmettere attraverso di lui un insegnamento "in diretta", in pubblico.

Questi messaggi, per lungo tempo avvolti nella discrezione, appartengono a due categorie: quelli di natura puramente spirituale, che sono sostanzialmente consigli di vita, e quelli in cui viene fornita una notevole quantità di informazioni sul trattamento energetico del corpo umano.

Nel corso degli anni, proprio questi ultimi hanno costituito la base di quei metodi di cura chiamati nel loro insieme "terapie essene".

Nel libro "Quello che Loro mi hanno detto" Daniel Meurois, autore e testimone di una realtà trascendente che ha canalizzato questi messaggi per incorporazione, ce ne affida la quintessenza.

Tra gli altri, alcuni portano firme prestigiose: quelle di Maestri di Saggezza come El Morya, Kuthumi e Djwal Khul, il tibetano.

Queste pagine hanno la ricchezza di un documento vero e proprio: ci auguriamo che possano aiutare chiunque le legga nel cammino verso una migliore conoscenza di sé... in uno spirito di servizio alla Vita.

 

Dall'Introduzione:

"Prima di accettare di pubblicare questi testi, ho esitato a lungo. A dire la verità, pensavo persino che non li avrei mai resi pubblici. Sono stati i pareri reiterati delle persone a me più vicine a finire per convincermi di quanto la loro pubblicazione fosse importante e giusta.

Mi è anche servito l'assenso definitivo della Fonte che è all'origine di questi testi: per me questo consenso era d'importanza capitale.

In effetti, il libro che tenete fra le mani rappresenta la quintessenza dei numerosissimi messaggi che dal 1984 ho ricevuto attraverso canalizzazione in un gruppo informale, composto da un gran numero di uomini e di donne che in quel momento, secondo l'espressione consacrata, si ponevano delle domande e avevano intrapreso un cammino interiore. Per essere più precisi, la maggior parte di questi messaggi furono captati e ritrasmessi "in diretta" in un piccolo villaggio del Périgord, di fronte a trenta o quaranta persone, a volte di più, sia in forma scritta che oralmente."

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.