Era Tutto chiaro fin dall’inizio… per chi voleva Vedere

Eppure all’inizio il messaggio fu chiaro. Lampante, palese, inequivocabile, squarciante qualsivoglia menzogna.

Le moine dell’avvocato, le sue parole al miele, i falsi limiti temporali, i toni paternalistici, il ricorso ad un patriottismo da balcone, malcelavano la svolta autoritaria. Non riuscivano ad occultare la violenza, la forza d’urto, l’impeto del mutamento in corso, la sua natura sconvolgente l’esistenza, travolgente il conosciuto.

La cruda verità, talmente nitida da essere scorta anche sotto le mentite spoglie della tutela della pubblica salute, talmente forte da emergere con vigore inaudito dal fogliame umido e fangoso della nascente crisi sanitaria, è che avevamo già perso ogni diritto. Che tutto poteva esserci tolto senza appello, senza certezze se non quella di distruggere, da parte di chi, mellifluo, propugnava quei provvedimenti.

Allora, come oggi, tutto si badava su fragili teorie. Non toccare questo, stai lontano da quell’altro, stai chiuso in casa, non respirare senza mascherina, resta sul divano, immobile, mentre tutto attorno a te è in divenire. Mentre il mondo cambia, irreversibilmente. Ed oggi, a che punto siamo arrivati? Dove siamo giunti grazie agli enormi progressi nella gestione dell’emergenza? Ad essere perennemente in emergenza, a sopravvivere in emergenza, a mangiare pane ed emergenza. A considerare normalità l’emergenza. Perché era questo il fine, dal principio.

Perché era l’ “urgenza” come modus operandi che li svincolasse da ogni dibattito o parvenza democratica, la soluzione per privarci d’ogni cosa, in assenza di ogni fondamento logico, giuridico e scientifico. La salute non si tutela con un lasciapassare, impedendo ad un indivuduo sano e libero di tagliarsi i capelli o di bere un caffè al bar. Quello che sta accadendo è solo uno stupro, una reiterata e insensata aggressione all’essere umano ed alla sua natura.

Un attentato all’esistenza di tutti, vaccinati e non vaccinati, senza distinzione alcuna. L’uomo non può essere ridotto e compresso in un QR code, non può essere vittima di tale atrocità. Lo dice il suo spirito, lo conferma la sua storia. Che ne dicano i volgari menestrelli del terrore.

“Noi siamo delle lucciole che stanno nelle tenebre”.

Draghi, intanto, continua la sua campagna di odio tra l’indifferenza generale. Che le sue affermazioni non abbiano nessun fondamento razionale, per non dire scientifico, ormai è superfluo dirlo. Legge cose, ripete a pappagallo concetti funzionali all’agenda. E i giornalisti presenti? Scodinzolanti, sbavanti sotto le mascherine, non hanno il coraggio di fare alcuna domanda “scomoda”. Una vergogna, sarebbe ora di affossare completamente la categoria dei giornalisti. E i partiti? Servili e riverenti.

L’altra sera si è ripresentato nuovamente in sala stampa, e come se niente fosse, dopo mesi di gestione scellerata, provvedimenti totalitari mai visti nella storia e dichiarazioni infondate, ha continuato con l’istigazione all’odio, affermando che tutti i problemi del paese dipendono da chi si ostina a rifiutare le inoculazioni di stato.

Davvero non si riescono neppure più a commentare le parole di quest’uomo. Quel che è certo è che, grazie a tale soggetto, nel paese é stata creata una frattura sociale enorme che sarà difficilmente sanabile.

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://t.me/weltanschauungitaliaofficial

RADIESTESIA+ E LE SUE POTENZIALITà DI EVOLUZIONE SPIRITUALE
Qualche riflessione per neofiti ed esperti
di Olga Samarina

Radiestesia+ e le Sue Potenzialità di Evoluzione Spirituale

Qualche riflessione per neofiti ed esperti

di Olga Samarina

C'è qualcosa che non è mai stato detto sulla radiestesia? Secondo Olga Samarina, già autrice di "Radiestesia Spirituale Russa", se si continua a usarla restando nel mondo 3D, no. Ma se si guarda all'Infinito, sì.

Il periodo storico che viviamo è quello del risveglio delle coscienze, e non è più sufficiente parlare soltanto della materia. Ѐ necessario porsi in ascolto dello Spirito.

In Radiestesia+, davvero multidimensionale, lavorerai al di là del mondo fisico e della mente, a livello dei campi torsionali, e con una guida perfetta: il tuo Sé Superiore.

La Radiestesia+, alla base delle TRR® (Tecnologie Radiestesiche Russe), è soprattutto uno strumento di autoconoscenza, consapevolezza ed evoluzione. Le persone che la praticano possono contare su una connessione autentica con le proprie strutture superiori per iniziare a conoscere da vicino le possibilità offerte dall'uso delle energie spirituali.

Dall'oscurità, dai dubbi e dalle illusioni, la Radiestesia+ ti condurrà nei mondi dello spirito, togliendo molte maschere e scoprendo la natura informazionale dell'Universo. Ma il risultato più grande sarà l'espansione della coscienza e la trasformazione a tutti i livelli.

La radiestesia di cui Olga ha deciso di parlare in questo libro ti porta a conoscere le realtà oltre il fisico, i mondi interiori, i misteri dell'informazione.

La conoscenza di ciò che è nascosto, l'accesso agli archivi del subconscio e alle memorie dell'anima può togliere molte illusioni su sé stessi, sul mondo, sulle persone, su come andare avanti.

La Radiestesia+ è per le persone pronte a fare un serio lavoro su sé stesse, ripulendo la propria matrice energetico-informazionale dall'informazione negativa, inclusa quella karmica.

L'evoluzione dell'anima non è una grazia divina, è un duro lavoro dell'anima stessa che si libera dall'oscurità.

Apprendere e praticare la Radiestesia+ è un lavoro che metterà le basi per una vera guarigione della mente e del corpo, e in seguito ti permetterà di aiutare anche familiari e animali di casa.

Lo scopo di questo libro è scoprire il vero, spesso sconosciuto, potenziale della radiestesia, poiché spesso si continua a usare il pendolo secondo la consuetudine, ancorati alla materia. 

Leggendo "Radiestesia+ e le Sue Potenzialità di Evoluzione Spirituale" imparerai a usare il pendolo restando con i piedi per terra e lo sguardo rivolto all'Infinito.

"La radiestesia è un mezzo per rischiarare alcuni angoli dell'anima oscurati dall'onnipresente mente." (Olga Samarina)

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *