La Curcumina per combattere il Cancro: adesso è possibile!

di Zeina Ayache
Nella Curcuma c’è una sostanza, la “Curcumina”, che è in grado di bloccare le cellule del cancro e sconfiggere la malattia. I ricercatori sono riusciti a trovare il modo di far affluire la curcumina nel sangue, incrementando le possibilità di utilizzarla realmente come trattamento: ecco come funziona.
La curcumina, un estratto della “Curcuma longa”, è in grado di sconfiggere le cellule cancerose e adesso si può pensare seriamente ad una terapia, visto che i ricercatori sono finalmente riusciti a sciogliere il pigmento in acqua. Ma cosa significa?
La Curcumina contro il cancro
Precedenti studi avevano dimostrato che la curcumina è in grado di interferire con i processi biochimici delle cellule tumorali impedendone la proliferiazione. Ai tempi però i ricercatori dovettero fermarsi perché non si riusciva a trovare un modo efficace per permettere alla curcumina di entrare nel flusso sanguigno: veniva, infatti, espulsa troppo rapidamente per poter colpire le cellule malate…

Vai all’articolo

IL PERCORSO DI RINASCITA SPIRITUALE DI UN'ALLIEVA VICINA A MAMANI, CURANDERO ANDINO!
Hernàn Huarache Mamani, Curandero e grande divulgatore della cultura andina, ci ha lasciato importanti insegnamenti. Tra questi, il legame intenso con Pachamama (la madre Terra), la sacralità dell'elemento femminile, la donna come maestra dell'amore, la capacità di dirigere l'energia e la connessione con le proprie radici.
Lisa Corrao, l'allieva a lui più vicina, ripercorre in questo nuovo libro il proprio percorso di rinascita spirituale grazie agli insegnamenti del maestro.
È un percorso di iniziazione al seguito degli insegnamenti di Mamani.
È un invito, rivolto a tutti coloro che cercano la guarigione emotiva, mentale e spirituale, ad avvicinarsi al patrimonio di sapienza antica che costituisce la preziosa eredità ricevuta da Mamani... ›››

Terapia Genica: cellule “riprogrammate” contro il tumore. Primo paziente al Bambino Gesù

Linfociti del paziente, affetto da leucemia linfoblastica acuta, manipolati e reindirizzati contro il bersaglio tumorale. Studio accademico dell’Ospedale pediatrico di Roma promosso da AIRC, Ministero della Salute e Regione Lazio.
Manipolare geneticamente le cellule del sistema immunitario per renderle capaci di riconoscere e attaccare il tumore… è quello che hanno fatto i medici e i ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma con un bambino di 4 anni, affetto da leucemia linfoblastica acuta, refrattario alle terapie convenzionali. Si tratta del primo paziente italiano curato con questo approccio rivoluzionario all’interno di uno studio accademico, promosso dal Ministero della Salute, Regione Lazio e AIRC. Ad un mese dall’infusione delle cellule riprogrammate nei laboratori del Bambino Gesù, il piccolo paziente sta bene ed è stato dimesso: nel midollo non sono più presenti cellule leucemiche…

Vai all’articolo

Il sangue dei vegani combatte la crescita del tumore 8 volte meglio di quello degli onnivori

Dieta vegana combatte cancro

La dieta vegana negli ultimi anni si sta rivelando il modo più efficace per prevenire, arrestare ed invertire la progressione del cancro, in modo naturale e senza effetti collaterali debilitanti.
Due recenti studi lo confermano: uno del dottor Ornish, ricercatore di fama mondiale, sulle cause e sui metodi di prevenzione e di cura delle malattie cardiache attraverso una corretta alimentazione, e uno del Pritikin Center, clinica promotrice del trattamento di patologie croniche, che cura i propri pazienti unicamente grazie a dieta ed esercizio fisico.
Dr.Ornish: La dieta vegana inibisce la crescita del cancro 8 volte meglio
Ornish e il suo team di ricercatori hanno trovato 93 uomini con cancro alla prostata in fase precoce che si sono offerti di rinunciare a radiazioni, chemioterapia e chirurgia. Poi i pazienti sono stati assegnati ad un gruppo che ha modificato il proprio stile di vita, includendo una dieta vegana a bassa percentuale di grassi (10% sul totale calorico) insieme ad altri comportamenti sani (come camminare 30 minuti sei giorni alla settimana ed esercizi di meditazione) e un gruppo di controllo, che si è limitato a guardare e aspettare…

Vai all’articolo

Ricetta curativa a base di Aloe di Padre Romano Zago

Padre Romano Zago

di Luca Speranza
Molto conosciuta da molti che l’hanno provata nelle sue varie forme, raccontiamo qui la storia di questa ricetta e di come lavorano i composti di cui è formata.
Innanzitutto vediamo chi è Padre Romano Zago. Nato in Brasile, nell’attuale comune di Progresso, l’11 aprile del 1932, Romano Zago, ascendenti italiani, entra appena undicenne nel seminario Serafico “San Francesco” di Taquari dove porta a termine gli studi. Diviene novizio nel 1952. Studia filosofia a Daltro Filho e Teologia a Divinipolis, in Mato Grosso, e viene ordinato sacerdote nell’ordine dei Frati Minori. È presto nominato professore presso il seminario di Taquari, dove aveva iniziato i suoi studi. Nel 1971 si laurea anche in lettere ed insegna Francese, Spagnolo, Portoghese e Latino nelle varie case del suo ordine. Nel 1991 viene inviato a prestare il proprio servizio in Israele, dove prosegue nell’insegnamento ai giovani. Oggi vive e lavora in Brasile, dove è tornato al termine della sua missione in Terrasanta…

Vai all’articolo

La storia di René Caisse e della tisana che cura il cancro

Renè Caisse

La storia di René Caisse che ha curato e guarito tantissimi malati.
L’articolo è un po’ lungo, ma data l’importanza dell’argomento, vale sicuramente la pena leggerlo. Tutto iniziò quasi per caso… La storia incredibile ma vera che state per leggere, comincia in Canada, nella regione dell’Ontario, nel 1922.
René Caisse era capo infermiera in un ospedale e fra i malati della sua corsia notò una signora con un seno stranamente deformato. Incuriosita, le domandò cosa le fosse accaduto. La signora raccontò che vent’anni prima un uomo di medicina degli indiani Ojibwa, saputola malata di cancro al seno, le aveva fatto bere per un lungo periodo un tè di erbe che l’aveva guarita. L’indiano aveva definito questa miscela di erbe e radici come “una bevanda benedetta che purifica il corpo e lo riporta in armonia con il Grande Spirito”…

Vai all’articolo

Chemio verde, estratta dai broccoli contro cancro testa-collo

L’estratto di germogli di broccolo potrebbe offrire protezione contro il cancro della testa e del collo. Questo quanto emerso da uno studio condotto sui topi da un gruppo di ricercatori dell’University of Pittsburgh Cancer Institute, presentato in occasione del meeting annuale dell’American Association for Cancer Research a Philadelphia.
“Le persone guarite dal cancro alla testa o al collo hanno ancora un rischio molto elevato di sviluppare un secondo tumore nella bocca o nella gola“, ha detto Julie Bauman, che ha coordinato lo studio.

“Quindi stiamo sviluppando una molecola

Vai all’articolo

Guarisce dal cancro con una cura a base di cengrifugati e succhi naturali

centrifugati frutta verdura

Non è una idiozia, e se non vi fidate sfido tutti voi a cercarne di più su google… Adesso sperare si può…” SENZA VIVISEZIONE E ARRICCHIMENTO DELLE CASE FARMACEUTICHE”.

Un nuovo modo di combattere i tumori e cambiare il proprio destino. Si, avete letto bene, sembra che si possano far regredire i carcinomi con un metodo naturale che rivoluziona la vita di chi lo intraprende. A presentare questo nuovo metodo che sta avendo successo è il noto neurologo Paolo Rege-Gianas, che svolge la sua professione presso l’ospedale Milanese di Garbagnate. La sua terapia consiste nel…

Vai all’articolo

Il tumore è curabile: adesso!

nuvolette

Socrate secoli fa diceva: «Il sapere rende liberi!»…. ma se non leggiamo, non cerchiamo…. non sapremo mai e resteremo sempre e solo degli schiavi!!!
Situazione odierna
Ecco una fotografia istantanea della situazione odierna.

–        1 americano su 3 muore di cancro (National Center for Health Statistics)

–        1 americano su 2 muore di patologie cardiovascolari (National Center for Health Statistics)

–        21 milioni di americani sono diabetici (CDC, Center for Disease Control)

–        43 milioni di americani soffrono di artrite…

Vai all’articolo