La Chiesa ancora dalla parte degli stranieri: borse di studio per i figli degli immigrati

di Ismaele Rognoni
A Castel Volturno, la diocesi e la Caritas hanno inventato un modo per donare soldi agli extracomunitari che sono giunti in Italia e vogliono laurearsi; tale progetto, ovviamente, non è rivolto agli italiani.
Borse di studio e un piccolo campus universitario per i ragazzi di Castel Volturno (Caserta), figli di immigrati, che hanno l’ambizione di laurearsi.
È il progetto denominato “Centro Studi Internazionali” che la Diocesi di Capua sta realizzando in collaborazione con la Caritas e la “Fondazione Migrantes” al Centro Fernandes, struttura inaugurata nel 1996, che a Castel Volturno ospita stranieri in difficoltà, tra cui molte donne tolte dalla strada. Il progetto, che non possiamo che definire “razzista”, ovviamente non prende in causa figli di italiani in difficoltà conomiche, i quali potrebbero aspirare anch’essi a laurearsi…

Vai all’articolo

HAI MAI DATO UN'OCCHIATA ALLA NOSTRA SEZIONE DEI LIBRI SUPER-SCONTATI?

Il falso pietismo di Bergoglio

Da diversi anni ci sentiamo accusati da Bergoglio di non essere abbastanza misericordiosi, di essere razzisti e di essere poco generosi, verso i migranti che vengono in Italia.
Attacca anche lui il governo dove il ministro Salvini, sta in questo inizio di legislatura operando per il bene di tutta la nazione, nel limitare gli sbarchi clandestini e rispondere ai facinorosi che portano scompiglio in questa Italia. Ma Bergoglio non dice la verità: esterna parole che appaiono gentili e moderate, parole di un apparente affetto, che tutto è fuorché vero e sincero, ma assai interessato, perchè la sua non è vera e cristiana misericordia, le sue parole sono volte solo ad assicurare il tornaconto del Vaticano. Il suo vero interesse non è la protezione dei migranti, non è la protezione della legge islamica; fa tutto questo solamente per sfruttare questi poveri migranti, per soldi, vili soldi. Il Vaticano, infatti, gestisce una parte consistente degli introiti che provengono dal commercio degli schiavi…

Vai all’articolo