La Guerra dei “Super Ricchi” della Elite contro i Cittadini della Terra

di Emanuel Pastreich

Le multinazionali, le banche d’affari multinazionali e i super ricchi che si celano dietro questi organismi hanno lanciato quest’anno la fase finale di una guerra spietata di pochi minuscoli gruppi di potere contro la grande maggioranza dell’umanità.

https://www.ipnosiregressiva.it/imgs_blog/spettatori-malati9.jpg

Sebbene paghino i loro burattini nei media per diffondere storie felici di qualche felice risoluzione per la terribile situazione del momento, sanno già che il dado è tratto, che sono impegnati in una strategia di distrazione, del seminare divisione, minando il pensiero razionale e utilizzando una combinazione di palese intimidazione e corruzione aperta per sopraffare e ridurre in schiavitù lentamente, sistematicamente, il 99,98% della popolazione della Terra.

Sanno già, secondo i calcoli dei loro supercomputer, cosa succederà se non avranno successo in questo piano. Sanno anche che il cambiamento climatico catastrofico e la perdita di biodiversità renderà loro impossibile monopolizzare a lungo la ricchezza e le risorse.

Non c’è letteralmente limite a quanto lontano andranno. Gli strumenti che usano per perseguire questa guerra contro i cittadini della Terra sono la tecnologia, la propaganda e le campagne di disinformazione, minacce contro individui che mostrano capacità di leadership e enormi tangenti per i leader, che possono essere coperti dai media per rappresentare i conservatori e le cause progressiste.

Libri e varie...

Inoltre i membri della Elite impiegano come parte di questa strategia una conoscenza intima di alcune debolezze chiave nel cervello umano, come ad esempio la tendenza di molti a seguire il resto del gregge, piuttosto che a utilizzare il pensiero critico e indipendente e la logica per arrivare a conoscere la verità. Vale a dire che stanno investendo miliardi in denaro nascosto per creare sistematicamente una pressione sociale che renda i cittadini conformi a mandati inutili per maschere o vaccini, che vengono lanciati in una ossessiva campagna da diverse piattaforme mediatiche, come mezzo per indurre la popolazione a farsi controllare.

Senza una tale strategia, i super ricchi non potrebbero assolutamente prendere il controllo dell’intera Terra. Ci sono state ricerche approfondite da parte delle corporazioni, dalla CIA e dal Dipartimento della Difesa (organizzazioni governative sfruttate per nascondere le vere entità che richiedono tale ricerca) su come gli esseri umani possono essere manipolati a loro insaputa e costretti attraverso la persuasione impercettibile ad acconsentire, o addirittura aiutare ad essere privati del diritto di voto, senza che nemmeno ne fossero consapevoli di questa acquisizione silenziosa e invisibile.

https://www.psicolinea.it/wp-content/uploads/2006/04/ipnosi-e-disturbi-psicosomatici.png

Tale tipo di operazioni sono state già intraprese prima, ma mai su scala globale. I nuovi sviluppi nei supercomputers, l’integrazione globale e la deregolamentazione della finanza hanno reso possibile per la prima volta un tale piano generale.

Gli sviluppi recenti rappresentano solo l’accelerazione finale di un processo mediante il quale le società hanno corrotto e fatto pressioni su tutte le figure di autorità nei governi e sugli accademici affinché seguissero un processo di privatizzazione, commercializzazione e automazione, così che ora una piccola manciata di persone può controllare ogni aspetto dell’esperienza umana in senso assoluto, mentre la stragrande maggioranza dei cittadini non riesce nemmeno a concepire ciò che sta accadendo. Non abbiamo ancora raggiunto quello stato, ma Elon Musk, Bill Gates e altri credono, sulla base dei calcoli dei loro supercomputers, che ora sia possibile.

I super ricchi hanno anche investito saggiamente nella creazione delle cosiddette ONG. Questi “movimenti” che rispondono al potere delle multinazionali, scoraggiano intenzionalmente i cittadini dall’organizzarsi (chiedono solo donazioni o partecipazione alle proteste, arruolano persone per formare i propri gruppi o raggiungere l’indipendenza finanziaria e ideologica). Tali ONG tacciono ovviamente sulla manipolazione di massa dei media e della politica da parte della finanza globale, anche se questa è la causa principale dei problemi politici che dobbiamo affrontare. Se seguiamo la traiettoria attuale, nei prossimi anni non ci sarà una singola parte della nostra vita che non sarà completamente controllata da una multinazionale.

Libri e varie...

Non abbiamo così tanto tempo per agire

La spinta per i “vaccini” COVID-19 obbligatori di fronte alle prove scientifiche schiaccianti contro di loro, non è una questione di scienza sbagliata o cattiva politica. È piuttosto un processo per preparare funzionari governativi, medici, giornalisti e altre figure nei media a seguire ordini dall’alto che non hanno basi razionali.

Dopo questo “processo di ammorbidimento”, che è accuratamente calibrato sulla base di programmi segreti di tortura della CIA progettati per testare le debolezze della psiche umana, potrà essere implementata una forma più ruvida e brutale delle regole.

Il mandato della maschera è stato il primo passo nell’attuazione di questa forma di massiccia guerra psicologica. È, per usare il termine tecnico, un lento “stupro della mente”.

L’enorme ristrutturazione della governance e dell’economia descritta dal World Economic Forum come il “Grande Reset” non è un segreto e chiunque si prenda il tempo di leggere quel libro e i relativi documenti può capire circa il 70% della agenda che prepara l’elite. Il cittadino sarà convinto di operare all’interno di un paese funzionante e che ci sia un processo attraverso il quale i politici al vertice agiscono per loro conto. Ma i super ricchi della elite non si preoccupano degli stati-nazione e delle loro popolazioni e usano i politici per distogliere l’attenzione da se stessi. Ogni volta che un politico cade, è per distrarti dalle predazioni dei ricchi. Ogni attacco alle minoranze è un trucco per farti appassionare alla razza e alla diversità e distrarti dalla concentrazione della ricchezza.

Siamo sempre più soggetti ai capricci di potenze globali inspiegabili, che intenzionalmente ci rendono passivi, aperti alla persuasione, e quindi incapaci di resistenza, da parte dei media controllati da quei poteri. I super ricchi fanno affidamento su due approcci alla manipolazione psicologica che risalgono agli anni ’30 e anche prima, ma sono stati perfezionati da recenti ricerche.

https://file.cure-naturali.it/site/image/hotspot_article_first/3778.jpg

La prima tecnica è l’utilizzo di eventi traumatici che vengono riportati nei media in modo sensazionalisticoe antiscientifico, in modo da indurre un profondo senso di shock, disorientamento e confusione nella popolazione nel suo insieme. Il trauma mentale di tali eventi, che si tratti dell’incidente dell’11 settembre, o della crisi del COVID-19 esaltata allo spasmo, o dell’ “insurrezione armata” al Campidoglio, viene utilizzato per indurre passività e ricettività a profondi cambiamenti istituzionali che altrimenti sarebbero impossibili e non accettatti dalla popolazione.

Naomi Klein descrive questo approccio come la “dottrina dello shock” e sebbene esiti ad approfondire troppo il grado in cui è diventata politica nazionale, traccia accuratamente l’approccio ai programmi di tortura progettati per testare i limiti della psiche umana. Tale trauma colpisce la parte reattiva ed emotiva del cervello umano nota come amigdala, provocando una risposta “combatti o fuggi” nella psiche che prevale sulla risposta razionale, integrativa, agli eventi esterni, che verrebbe eseguita dalla corteccia prefrontale in condizioni normali.

Poiché noi come individui e come popolazioni non siamo consapevoli di come l’amigdala abbia assunto il processo decisionale dalla corteccia prefrontale a causa di questi shock ingegnerizzati, non siamo in grado di organizzare, o addirittura concepire, una risposta alla minaccia reale. Invece, ci concentriamo sulle minacce inventate che ci vengono offerte dai media commerciali, come il terrorismo islamico nel caso dell’11 settembre o la diffusione di un virus pericoloso nel caso dell’operazione COVID-19.

Libri e varie...

La seconda strategia è quella di indurre uno stato ipnotico nel cervello dell’individuo e della popolazione nel suo insieme, attraverso la costante ripetizione di determinati temi e immagini attraverso pubblicità, spot pubblicitari, immagini e temi articolati in film, programmi TV, reportage, e anche il confezionamento dei prodotti.

La stimolazione si alterna tra immagini volutamente noiose e fastidiose e richiami diretti ai centri del piacere del cervello come il desiderio di cibo, di eccitazione sessuale o di esperienze piacevoli. Le pubblicità che promuovono il godimento del cibo e incoraggiano l’eccitazione sessuale di basso livello non sono solo, o addirittura principalmente, finalizzate alla vendita di prodotti. Hanno lo scopo di indurre uno stato di passività nella popolazione.

La CIA spiega il processo

“L’ipnosi è fondamentalmente una tecnica che consente l’acquisizione di un accesso diretto alla corteccia motoria sensoriale e ai centri del piacere e alle porzioni cerebrali inferiori (emotive) del lato destro del cervello dopo il disimpegno riuscito della funzione di screening dello stimolo dell’emisfero sinistro del cervello. L’emisfero destro, che funziona come componente non critica, olistica, non verbale e orientata al modello del cervello, sembra accettare ciò che l’emisfero sinistro gli passa senza dubbio. Di conseguenza, se l’emisfero sinistro può essere distratto attraverso la noia o attraverso la riduzione a uno stato soporifero, semi-sonno, gli stimoli esterni che includono suggestioni ipnotiche possono passare incontrastati nell’emisfero destro dove vengono accettati e agiti direttamente“. (Documento FOIA “Analisi e valutazione del processo di accesso”, 9 giugno 1983 – Comando di intelligence e sicurezza dell’esercito americano – CIA-RDP96-00788R001700210016-5)

La portata di questo esperimento di “ipnosi di massa” per rendere passivi i cittadini di tutto il mondo e incapaci di resistere alla persuasione delle figure autoritarie è senza precedenti. Questo processo viene intrapreso lentamente, nel corso di mesi e anni, seguendo algoritmi complessi che vengono tenuti segreti.

https://2.bp.blogspot.com/-8uvWt7e10ZY/WF2f4Q6QjbI/AAAAAAAAA0o/RaDL47YsrjMcz4Raj4v6EoNOlPQ7zyzIQCLcB/s1600/10171833_851760441505875_879093511343209122_n.jpg

È fondamentale in questo processo che gli individui siano isolati gli uni dagli altri, incapaci di comunicare se non attraverso mezzi controllati da società multinazionali, e che vengano offerti loro solo organizzazioni inefficaci e superficiali cui aderire, che li renderà incapaci di partecipare ad un processo decisionale o di realizzazione del cambiamento. La quarantena, i blocchi, l’allontanamento sociale e la promozione di una cultura del consumo narcisistico sono fondamentali per questo processo.

Il risultato è che i cittadini degli Stati Uniti, dell’Occidente e di tutto il mondo, vengono ridotti a consumatori di prodotti forniti da multinazionali che non riescono nemmeno a concepire come il mondo sia stato radicalmente trasformato in questo Grande Reset. Vengono resi passivi in modo che i super ricchi possano rapidamente prendere il controllo completo dei sistemi da cui sono governati i paesi, da cui sono determinati i soldi e la finanza, i media con cui vengono distribuite le informazioni, le università e gli istituti di ricerca da cui vengono presentate prospettive autorevoli sostenute dalla scienza, i sistemi di produzione e distribuzione di cibo, gli acqedotti e ogni altro aspetto dell’esperienza umana.

Se potessimo svegliarci da questo torpore… scopriremo che ogni aspetto della nostra vita è stato controllato da poteri che non possiamo capire, che non abbiamo modo di sfidare e che aumenteranno lentamente e sistematicamente i mezzi con cui noi veniamo resi schiavi di un sistema totalitario e dal quale, se necessario, saremo anche distrutti.

Articolo di Emanuel Pastreich – Emanuel Pastreich è stato presidente dell’Asia Institute, un think tank con uffici a Washington DC, Seoul, Tokyo e Hanoi. Pastreich è anche direttore generale dell’Istituto per gli ambienti urbani futuri. Pastreich ha dichiarato la sua candidatura alla presidenza degli Stati Uniti come indipendente nel febbraio 2020.

Fonte: Global Research

Traduzione: Gerard Trousson

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://www.controinformazione.info/la-crisi-del-corona-e-la-guerra-dei-super-ricchi-della-elite-contro-i-cittadini-della-terra/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *